Ciao a tutti, mi succede una cosa strana e, cosa che tende a preoccuparmi, "periodica": regolarmente il copione si ripete, del tipo conosco una donna nelle circostanze più diverse (di recente: sul bus, al lavoro, durante una serata tra amici), sembra che ci sia feeling e si flirta in modo piacevole, poi provo a ricontattarla in seguito per approfondire la cosa... e sparisce tutto.

Si dilegua, fa spallucce, sembra che una semplice uscita le faccia passare la voglia, e questo succede con donne di ogni tipo e con qualsiasi gusto, ormai, nelle circostanze più varie: con figli, senza figli, occupate, disoccupate, amanti del canto, del cinema, della latino-americana. Nulla, sempre due di picche costante: quel feeling è solo apparente, e mi frustra terribilmente questa cosa, credetemi.

Le donne che sembravano interessante o almeno amichevoli si dileguano, la buttano sul vago, mi fanno sentire ogni volta di aver perso l'occasione della vita, ed io lì a chiedermi che cos'è che non va, che cos'è che non ho... cosa possa aver fatto per irritarle così tanto.

Ho lavorato tanto su me stesso in questi anni e continuo a farlo, sono tendenzialmente molto critico verso me stesso (e molti amici mi dicono che esagero), e cerco sempre di pormi in modo gradevole, di farmi accettare per quello che sono, di uscire e frequentare nuovi giri, di trovare amici fidati (e li trovo, intendiamoci), di vivere insomma una vita sociale e anche sessuale, se capita, non dico esagerata ma quantomeno "normale".

Altre volte pare mi trattino come un ragazzino senza personalità, che è ancora peggio perchè io non credo di essere così... anzi, tendo ad essere sul serio ma poi se devo fare la battuta la faccio. Magari, alla fine, mi innamoro per abitudine delle persone sbagliate perchè poi così posso dire "ah ma io non c'entro, la colpa è degli altri"? Boh, non credo, davvero, non sono masochista.

Per inciso: non sono brutto come potreste immaginare, almeno non a livello di un goblin :-D