Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 57

Discussione: Legge Antifumo

  1. Ospite

    Legge Antifumo

    Salve a tutti/e

    Da qualche tempo sto' dietro al preside della scuola dove frequentano i miei figli.

    gli ho fatto presente che fuori la porta sostano gruppi di genitori che AMMAZZANO il tempo fumando regolarmente moltissime sigarette.

    Anche se da un lato egli mi fa osservare che essi sono fuori dall'edificio scolastico,io gli faccio notare che in ogni caso siamo dentro il RECINTO e quindi in un luogo di pertinenza scolastica.

    Per evitare ulteriori discussioni con me,fa' affiggere in posti da me personalmente scelti,i classici cartelli del VIETATO FUMARE.

    A tutt'oggi sembra che la cosa,anche se con i soliti mal'umori,stia sortendo a un buon risultato,purtroppo c'e' sempre chi e' irrispettoso delle regole
    qundi chiedo se qualcuno e' a conoscenza sulla normativa antifumo e cosa dice piu' precisamente a riguardo .
    Ma io penso che indipendentemente dalla normativa,le persone stanno fumando in presenza di bambini e credo che questo gia' la dica lunga.

    Grazie a tutti per la collaborazione.
    zak
    Ultima modifica di gimenez; 23/01/2005 alle 17:49

  2. # ADS
    Legge Antifumo
    Video del giorno Circuit advertisement
     
  3. Registrato da
    28/02/2004
    Messaggi
    104
    Se parli di luoghi all'aperto... non c'è legge che tenga!
    Volete toglierci la libertà anche all'aperto?

  4. Ospite
    in questo caso prevale il problema educativo. Diamoci delle regole(e non facciamocele dare, una volta tanto)
    nell'interesse soprattutto dei bambini che spesso(anche se non obbligatoriamente, e in qualche caso per fortuna) nel bene o nel male prendono esempio dal mondo degli adulti.
    buongiorno e su con la vita

  5. Ospite

    spero che...

    Inviato da asja
    Se parli di luoghi all'aperto... non c'è legge che tenga!
    Volete toglierci la libertà anche all'aperto?
    asja passi dalla parte dei non fumatori al piu' presto, certo senza essere intollerante con chi fuma. e' controproducente, come vedete.
    lg

  6. Registrato da
    10/03/2004
    Messaggi
    8

    liberta'?

    dentro le propie 4 mura do,estiche ogniuno e' liberissimo di fumarsi 10 o 100 sigarette

    ma non vedo perche' io debba essere tollerante nei confronti di chi avvelena i miei polmoni e sopratutto quelli dei miei figli.

    Per mia scelta gia' dall'85 ho smesso di fumare per rispetto anche della persona amata,mia moglie,che anch'essa non fuma.

    Quindi se in casa mia non fumiamo nessuno a cominciare dai nonni,non vedo perche' mai gli altri debbano essere liberi di intosicarmi.

    vedo a volte mamme di una incoscienza unica,appena salite in auto con a bordo un bambino,la prima operazione e' accendersi la sigaretta inquinando l'intero abitacolo e di conseguenza il povero bambino che non puo' reagire.
    E chiaro che chi fuma o ha altri vizi,cerca di minimizzarne le conseguenze
    ma io personalmente sto vedendo spegnersi 2 miei carissimi amici col un brutto male ai polmoni dopo una vita di accaniti fumatori.

  7. Registrato da
    11/01/2004
    Messaggi
    8,269

    Triste

    ASJA ,NON AVEVI DETTO CHE NON FUMAVI PIU'?
    TI SENTI SEMPRE DALLA PARTE DEI FUMATORI?

  8. Ospite
    dico tolleranza verso i fumatori, perche' quando si diventa non fumatori di solito si rischia di passare subito dalla parte di chi punta il dito contro quelli che non ce l'hanno fatta. non lo trovo corretto. non tutti fumano perche' vogliono, e il tabagismo, ormai si sa, e' una malattia. quindi appunto per questo non si accusa chi e' dipendente da una sostanza cancerogena, anzi, si usa pazienza e comprensione per aiutarlo a smettere, se lui lo vuole.
    vada ai fumatori che non vogliono piu' esserlo tutta la mia solidarietà.
    lily

  9. Registrato da
    28/02/2004
    Messaggi
    104
    Zak, sono d'accordo con te ma da come avevi espresso prima il pensiero sembrava che tu non volessi vedere gente fumare all'aperto! Lì mi sembrerebbe davvero la "caccia alle streghe"!

    Ruen55 io SONO ancora dalla parte dei fumatori!
    Non ho ancora smesso, sto diminuendo ma non ho mollato del tutto... non ci riesco!
    Non mi piace questo astio nei confronti di chi fuma xò... e se smetterò non sarò certo così intollerante, non è nel mio carattere.

    Lily grazie

  10. Registrato da
    10/03/2004
    Messaggi
    8

    fumo all'aperto

    non voglio e non posso proibire il fumo all'aperto

    per spazi aperti,il mio riferimento riguardava gli spazi del cortile della scuola,quindi spazi pertinenti della scuola stessa.

    e siccome in quegli spazi circolano in ogni caso bambini,credo che al di la' delle leggi,dovrebbe prevalere il buon senso e l'educazione dei cosiddetti fumatori .

    mio figlio ,giocando in quegli spazi veniva a lamentarsi con me per la puzza di fumo che c'era a causa di questi signori che fumano in attesa che escano tutti i bambini da scuola
    e non tio dico poi l'odore del fumo di chi,ancor piu' sopraffino fuma il toscano!!!!!

    roba da asfissiarti i polmoni ad un adulto,figuriamoci ad un bambino.

    Ad ogni modo,dopo che abbiamo affisso i cartelli e suscitato le relative proteste sia dei genitori che di qualche insegnante,si e' ridotto notevolmente il problema.
    RIDOTTO ma NON ELIMINATO:
    quindi la mia prossima mossa e' chiamare i NAS e far elevare qualche bella multa,chissa' che magari finalmente si capisca che negli enti pubblici NON SI FUMA.

  11. Ospite
    sicuramente fra non molto sara' così. la legge esiste da molti anni, ma non c'era chi l'applicasse, chi facesse le multe. ora tutti si dovranno regolare seriamente.
    lg

  12. Ospite
    e bravo il nostro segugio!!!
    ly

  13. Ospite
    hai pienamente ragione: ma che fare quando fumano a scuola anche gli insegnanti o i dirigenti o il personale ATA? e quando dentro l'ospedale fuma il primario o il personale paramedico?

  14. Ospite
    si gira armato ,si chiede gentilmente di non fumare, al rifiuto si spara.

  15. Ospite
    si ricorda con gentilezza ferma al fumatore innopportuno che c'è una legge da osservare. e basta. lui probabilmente metterà una faccia orrenda e in mente sua ti manderà a quel paese, ma e' dalla parte del torto. e tu da quella della ragione.
    liliana gimenez

  16. Ospite
    scusa zac potresti per favore scrivere numero data e articolo della legge che citi ? mi interessa e non la trovo

  17. Ospite
    e un'altra cosa: il divieto di fumare negli spazi aperti delle scuole e degli ospedali mi sembra, da quello che citi, legato all'individuazione di appositi spazi per fumatori: sbaglio ?

  18. Registrato da
    10/03/2004
    Messaggi
    8

    ( non )fumo in spazi aperti

    come tutte le leggi,non ho mai capito se si pensa prima alla via di uscita o alla legge vera e propia.

    E' chiaro che chi legifera,sara' anch'egli un fumatore,quindi non puo' che guardare con un ochiatina di riguardo i suoi " colleghi " fumatori.

    Purtroppo e' cosi',il divieto di fumo in spazi aperti e' suborditata alla precedente individuazione di luoghi idonei allo smoking.

    Pero' e' anche vero che un altra circolare da' possibilita' ai presidi ( e gia' l'ho consegnata al preside della scuole dei miei figli ) di estendere anche a luoghi diversi OLTRE a quelli gia' desritti dalla legge ( spazi interni,aule,uffici ecc....)il divieto di fumo.
    In questo caso,il preside potrebbe anche estenderla a propio piacimento anche fuori indipendentemente da questa legge qui'.

    Ma in ogni caso entrerebbe in vigore l'altra norma che VIETA in assoluto il fumo in presenza di bambini.
    Ergo:
    che ci sia una legge oppure no che vieti o consenta il fumo in spazi aperti ,purche' siano di pertinenza scolastica ( dentro il recinto ,per intenderci ) il fatto che vi siano dolci pargoletti scorazzarci dentro,ecco che gia' scatta il divieto.
    Il classico cane che si morde la coda.
    IL DIVIETO C'E' e basta.

    eccoti l'articolo:

    Legge veronesi sul fumo

    Seduta del 14 febbraio 2001:La Commissione Affari Sociali approva gli emendamenti risultanti dal parere consultivo delle altre Commissioni.

    14 febbraio 2001
    Divieto di fumo.
    Testo unificato C. 319 Scalia, C. 544 Galletti, C. 697 Savarese, C. 2886 Gambato, C. 3852ter Governo, C. 6634 Giovanardi, C. 6806 Bolognesi, C. 7227 Cè, C. 7289 Governo.
    (Seguito dell'esame e conclusione).

    La Commissione prosegue l'esame rinviato il 9 gennaio 2001.

    Paolo POLENTA (PD-U), relatore, illustra le seguenti proposte di modifica predisposte al fine di trasfondere nel testo del provvedimento parte delle condizioni e delle osservazioni recate dai pareri espressi dalle numerose Commissioni competenti in sede consultiva:
    1. all'articolo 1, comma 1, sostituire le parole: e di promuovere una seria lotta al tabagismo con le seguenti: e una seria lotta al tabagismo;
    2. all'articolo 2, comma 1, sostituire le parole: secondo le linee suggerite con le seguenti: secondo le linee indicate;
    3. all'articolo 2, comma 1, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Dall'attuazione del presente comma non debbono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica;
    4. all'articolo 3, comma 4, sostituire le parole: e degli stabilimenti di prevenzione e di pena con le seguenti: , degli istituti di prevenzione e di pena, ad eccezione delle camere dei detenuti;
    5. all'articolo 3, dopo il comma 4, inserire il seguente: 4-bis. Il divieto di fumare si applica altresì nei cortili all'aperto inseriti nel perimetro esterno delle strutture sanitarie e delle scuole di ogni ordine e grado, ivi comprese le università, laddove siano state istituite aree riservate ai fumatori ai sensi dell'articolo 4. Conseguentemente, al comma 6 del medesimo articolo, dopo le parole: Nei locali inserire le seguenti: e nelle aree;
    6. all'articolo 3, comma 5, sostituire le parole: articolo 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni con le seguenti: articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
    7. all'articolo 4, dopo il comma 1, inserire il seguente: 1-bis. I soggetti pubblici che istituiscano le aree per fumatori di cui al comma 1 vi provvedono nei limiti delle ordinarie disponibilità di bilancio;
    8. all'articolo 4, dopo il comma 1, inserire il seguente: 1-bis. I requisiti di ventilazione e depurazione dell'aria e di idoneità dei relativi impianti di cui al comma 1, lettera c), sono definiti con decreto del Ministro della sanità, da emanare ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
    9. all'articolo 4, comma 2, primo periodo, sostituire le parole: l'istituzione di aree riservate per fumatori è definita con le seguenti: l'istituzione di aree riservate per fumatori e le modalità del loro utilizzo sono definite;
    10. all'articolo 4, comma 2, dopo le parole: organizzazioni sindacali inserire le seguenti: comparativamente più rappresentative;
    11. all'articolo 6, comma 3, sostituire le parole: alla regione con le seguenti: alle regioni, secondo le disposizioni dei rispettivi ordinamenti.
    Sottolinea in particolare che, oltre a recepire le condizioni espresse dalla Commissione bilancio e dal Comitato per la legislazione, è apparso opportuno accogliere alcune delle osservazioni formulate da altre Commissioni ai fini della migliore formulazione del testo. Le modifiche proposte, peraltro, non modificano l'impostazione complessiva del provvedimento.
    Ne raccomanda pertanto l'approvazione, in modo da giungere alla conclusione dell'esame in sede referente di questo importante provvedimento, pur dichiarandosi consapevole delle difficoltà di arrivare alla sua approvazione definitiva in entrambi i rami del Parlamento entro la fine della legislatura.

    Francesco Paolo LUCCHESE (misto-CCD) chiede chiarimenti in ordine ad alcune delle proposte di modifica formulate dal relatore. In particolare, ritiene necessario evitare che in una stessa cella possano essere ospitati detenuti fumatori e non fumatori. Troppo rigida appare inoltre la previsione che il divieto di fumo sia esteso ai cortili delle scuole, come previsto dalla quinta proposta di modifica. Chiede inoltre se la previsione che le amministrazioni pubbliche procedano all'istituzione di aree riservate per i fumatori solo nell'ambito delle ordinarie risorse di bilancio non possa limitare eccessivamente tale tipo di intervento. Infine, appare eccessivamente generica la previsione che la contrattazione collettiva definisca le modalità di utilizzo delle medesime aree riservate.

    Fabio DI CAPUA (misto) sottolinea che le norme in esame devono essere formulate preoccupandosi innanzitutto del raggiungimento effettivo degli obiettivi perseguiti, senza scendere in eccessivi dettagli in relazione alle strutture e agli ambienti.

    Salvatore GIACALONE (PD-U) condivide le proposte di modifica del relatore, ad eccezione di quella che esclude l'applicabilità del divieto di fumo all'interno delle camere dei detenuti. La coabitazione forzata, all'interno delle celle, di persone fumatrici e non fumatrici rappresenta una grave fonte di disagio per molti detenuti.

    Paolo POLENTA (PD-U) sottolinea che, come si desume anche dal dibattito svolto durante l'esame in sede consultiva presso la Commissione giustizia, le camere dei detenuti sono in certo qual modo equiparate alle abitazioni private. Non appare quindi opportuno stabilire per legge un divieto di fumo in tali locali. Una regolamentazione della materia può invece essere dettata a livello di regolamenti carcerari.
    Dopo aver fornito alcuni chiarimenti in ordine alle osservazioni del deputato Lucchese, dichiara di ritenere condivisibile l'opportunità di sopprimere la quinta proposta modificativa.

    La Commissione approva le proposte di modifica predisposte dal relatore al fine del recepimento dei pareri delle Commissioni competenti in sede consultiva, come modificate nel corso dell'esame.
    Autorizzata la Presidenza al coordinamento formale del testo, la Commissione dà quindi mandato al relatore Polenta a riferire favorevolmente in Assemblea sul provvedimento in esame e procede alla nomina del Comitato dei nove.

    Marida BOLOGNESI, presidente, si riserva la nomina dei componenti del Comitato dei nove sulla base delle designazioni dei gruppi.

  19. Ospite

    Re: ( non )fumo in spazi aperti

    Inviato da zak
    [B]come tutte le leggi,non ho mai capito se si pensa prima alla via di uscita o alla legge vera e propia.

    E' chiaro che chi legifera,sara' anch'egli un fumatore,quindi non puo' che guardare con un ochiatina di riguardo i suoi " colleghi " fumatori.
    ma perchè non te la fai tu la legge allora?

    Ho letto tutto la discussione e non riesco a crederci.

    a me Zac da fastidio la tua auto a benzina verde parcheggiata di fianco alla scuola. penso che bisogerà fare una legge che proibisca l'accensione delle automobili entro un raggio di 500 metri dai recinti scolastici.

    ma per piacere e la puzza di fumo? all'aperto?
    va beh. continuate in questo modo sicuramente con la proibizione otterete gandi risultati.

    ah poi odio chi mangia aglio e prende la metropolitana al mattino. ma scherziamo si rishiamo epidemie di nausea incontrollate sceriverò al ministro sirchia.

  20. Ospite
    questa è la prova che la intolleranza verso chi fuma porta solo a discussione sterili e ad inasprire gli animi.
    lg

  21. Registrato da
    10/03/2004
    Messaggi
    8

    non sono il censore

    Non vorrei fare la figura del porzio Catone detto il censore!

    Caro Conte,forse non ci crederai,ma io posteggio propio lontano da scuola mentre altri genitori per poco non entrano dentro il recinto scolastico se non fosse per il cancello,inoltre volendo lasciare obbligatoriamente i propi bimbetti a pochi centimetri da scuola,non tengono mai conto del grande imbottigliamento che ne consegue e,quindi,come giustamente dici tu,il fumo insopportabile di auto blokkate fa' il resto.
    Neanche quando piove mi avvicino con la mia auto a scuola.

    Inoltre la puzza d'aglio puo' solo infastidire ma sicuramente non ha mai provocato colpi di tosse a chi non fuma o gola irritata o occhi arrossati
    perche' e' propio questo che mi provocano quelli che mi fumano vicino nonostante le mie suppliche a fumare quantomeno a turno e dare il tempo all'ambiente di ripulirsi

    Come dice la Gimenez,ci vuole tolleranza e sopratutto educazione.
    E' chiaro che di strada ce n'e' moltissima da fare ( in giappone e' proibito fumare anche in strada )
    ma credo che dagli anni quando i prof. insegnavano con la sigaretta inbocca ( e di fumo me ne hanno fatto respirare parecchio mentre i miei non hanno mai fumato )a oggi,di strada ne abbiamo fatta.

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Pubblicità antifumo
    Di baffo54 nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 13/02/2009, 09:32
  2. A chi lo legge
    Di cotto nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 04/11/2006, 03:24
  3. Coktail antifumo
    Di nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06/07/2004, 14:49
  4. cocktail floreale antifumo standard
    Di nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15/06/2004, 20:45
  5. sportello antifumo
    Di nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09/03/2004, 16:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online