Ciao a tutti, sono un ragazzo di 19 anni con qualche anno di fumo alle spalle.
O meglio fumo tutt'ora, ma qualcosa è cambiato.
Iniziato (purtroppo) a 15 anni, sono arrivato da 0 a 10 sigarette al giorno nel giro di un anno.
Nell'ultimo periodo ho letto il libro di Allen Carr, ero davvero intenzionato a smettere di fumare.
Però non ha funzionato, o almeno l'ha fatto per qualche mese. Poi, ne ho accesa una ed è tutto ripartito.
Oggi inizio a credere che io non sia davvero intenzionato a smettere di fumare, che sia qui il mio punto debole.
La mia dipendenza è strana. Riesco a stare un intero giorno senza fumare (tipo quando vado qualche giorno dalla mia ragazza) senza sentire sintomi assurdi quali ansia, irritabilità e cose così.
Percepisco solo una leggerissima mancanza che è facilissima da ignorare.
Infatti quando esco di casa neanche me le porto, se ne ho necessità ne chiedo una.
Un altro fattore chiave è la facilità con la quale riesco a reperire il tabacco, soprattutto gratuitamente.
A casa mia sono TUTTI fumatori (non come me, loro si svegliano e si addormentano con la sigaretta in bocca) e chiederne una per fumare è facilissimo. Quindi le sigarette per me non sono neanche un costo; ammetto che non spenderei MAI soldi per poterle fumare, non ne valgono proprio la pena.
Oppure perché tra le mie mura domestica c'è sempre odore nell'aria, costantemente dalla mattina alla sera?
Non lo so, vi chiedo aiuto per cercare di capirmi un po' di più.
Grazie in anticipo