Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 109

Discussione: Scuola di Naturopatia

  1. Registrato da
    14/02/2008
    Messaggi
    2

    L'importanza di una formazione qualificata

    L'importanza di una formazione qualificata

    Formazione , un capitolo fondamentale per una figura professionale , nel caso del naturopata ancora di piu' in quanto figura emergente. La formazione e la qualificazione di un operatore sono dei requisiti essenziali per l'affermazione nel tessuto sociale , nonché per la propria credibilità , capacità operative , competenze , spendibilità , ecc. Il capitolo della formazione comprende diversi temi , uno fra tanti , a volte ancora trascurato , le ore di lezione. Oggi , in virtu' di piu' chiare conoscenze in ambito naturopatico europeo , ci siamo resi conto di come vengono strutturati i corsi di formazione del naturopata. In tutti gli stati membri ( di cui facciamo parte integrante ) si evince un curricula formativo omogeneo ( spaziando dal Portogallo - Estudos Avançados de Naturologia › Página Inicial , alla Spagna, Thuban Corporation , alla Svizzera italiana, ecc.) , che si attesta in 1500 ore di lezione , insieme ad una parte comprendente un tirocinio pratico essenziale per la qualificazione e la preparazione. La mia esperienza in tale ambito rappresenta un motivo in piu' per non sottovalutare questa importante aspetto , cioè le ore essenziali per preparare un buon professionista.
    Ultima modifica di pippofranco; 20/12/2011 alle 15:41

  2. # ADS
    Scuola di Naturopatia
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    14/02/2008
    Messaggi
    2
    Recentemente , grazie al mio curriculum formativo ( ore , materie , ecc.) conseguito presso l'Istituto di Medicina Naturale di Urbino IMN - Scuola Italiana di Naturopatia[/url] , sono stato equipollato ed inserito nella lista dei soci A presso la prestigiosa ATNTAssociazione Ticinese Naturopati e Terapisti della Svizzera. Le associazioni svizzere sono molto attente alle ore dedicate allo studio per il conseguimento del titolo di naturopata , e grazie alle ore da me dimostrate mi è stato possibile farne parte come socio A riconosciuto dalle casse malati. Credo , e sono certo di non sbagliarmi , che un tema di tale importanza non venga ancora una volta sottovalutato , in special modo dalle associazioni di professionisti , intendendo con questo quelle associazioni di soli professionisti che hanno a cuore la preparazione del naturopata come figura di alto livello.

    Umberto Villanti - dottore in neuro e psicomotricità dell'età evolutiva , ottico-optometrista , naturopata diplomato presso l'Istituto di Medicina Naturale di Urbino , socio A ATNT - Associazione Ticinese Naturopati - ATNT - Associazione Ticinese Terapisti & Naturopati
    Ultima modifica di pippofranco; 20/12/2011 alle 15:42

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019

    Lampadina Naturopatia: cos’è?

    La naturopatia è un sistema complesso di cura della salute che rientra nell’ambito delle medicine non convenzionali.
    La sua caratteristica principale è di ripristinare lo stato di salute, di portare benessere e felicità attraverso mezzi naturali, in modo dolce e consapevole.

    E’ difficile oggi inquadrarne uno sviluppo storico essendo essa stessa crogiuolo di molteplici discipline, orientali e occidentali, antiche e moderne. Le stesse scuole di naturopatia, in Italia così come all’estero, presentano un contenuto sia teorico, dottrinario che di approccio clinico molto diverso tra loro.
    Ultima modifica di anna1401; 03/03/2008 alle 18:31

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    Risulta necessario sottolinearne i principi, al di là poi dei mezzi diagnostico terapeutici utilizzati e questi sono:

    1) l’eziologia di tutte le forme morbose è da attribuire ad un accumulo di scorie presenti nell’organismo dovute ad uno stile di vita errato

    2) la patologia è in realtà una fisio-patologia poiché la malattia rappresenta il miglior tentativo messo in atto dall’organismo per liberarsi dagli accumuli tossico-metabolici

    3) l’organismo ha enormi poteri di autodifesa e autoguarigione, ed è capace quindi di ristabilire l’equilibrio e la sua omeostasi energetica se aiutato in modo “naturale”

    4) l’obiettivo del naturopata è di indagare sul terreno reattivo individuale del paziente per proporre una strategia terapeutica ad personam
    Ultima modifica di anna1401; 03/03/2008 alle 18:32

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    La Coalition for Natural Health definisce così la naturopatia:

    “…un approccio alla cura della salute che si focalizza sulla capacità del corpo di autocurarsi.”

    La vis medicatrix naturae, o forza di guarigione della natura, è centrale nella filosofia naturopatica.

    La meta ultima di un naturopata tradizionale è il rafforzamento e detossinazione del corpo per permettere la guarigione naturale.

    La naturopatia è da considerarsi un approccio olistico poiché si focalizza sull’intera persona, corpo, mente e spirito.”
    Ultima modifica di anna1401; 03/03/2008 alle 18:34

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    La naturopatia si contraddistingue dunque nei punti seguenti:

    1) Primum non nocere: non utilizzare trattamenti invasivi, lesivi o soppressivi a meno che non strettamente necessario

    2) Tolle causam: focalizzarsi sul primum movens della malattia e non suoi sintomi esteriori, segni di uno squilibrio presente più in profondità

    3) Vis medicatrix naturae: stimolare il potere di autocura dell’individuo attraverso metodiche naturali

    4) Olismo: considerare il paziente come una persona intera nel suo aspetto fisico, mentale e spirituale composto di parti che interagiscono tra loro.

    5) Prevenzione: dopo il superamento della malattia rafforzare il corpo portandolo nelle migliori condizioni psico-fisiche possibili

    6) Educazione: insegnare al paziente uno stile di vita adatto ed idoneo per una migliore gestione della propria salute, renderlo partecipare al processo di guarigione in modo attivo e consapevole.
    Ultima modifica di anna1401; 03/03/2008 alle 18:35

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    Una tale visione dell’approccio alla malattia, al malato e alla sua cura che accolga i punti sopraesposti è oggi sostenuta e praticata sia da medici che provengo da un iter di studi classici e convenzionali sia da naturopati che hanno seguito appunto un percorso “alternativo”
    Ultima modifica di pippofranco; 20/12/2011 alle 15:43

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019

    Naturopatia e salute

    La salute è al centro dell’interesse della Naturopatia.

    La Naturopatia vuole e cerca di riportare lo stato di salute generale del paziente; vuole ricreare quell’equilibrio psico-fisico che è salute, è benessere.

    Il nostro corpo ha gli strumenti per ripristinare lo stato ottimale, bisogna però spesso aiutarlo affinchè riesca a fare il suo lavoro.

    Il binomio salute/malattia è dipendente da diversi fattori che giocano un ruolo complementare .

    E’ necessario intanto considerare la nostra costituzione e il nostro "temperamento".
    Ultima modifica di anna1401; 03/03/2008 alle 18:36

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    La costituzione individuale è determinata dalle caratteristiche dei differenti sistemi e tessuti organici.

    In poche parole abbiamo tre costituzioni fondamentali secondo la biotipologia:

    1) Entoblastica - struttura con predominanza dell’apparato digerente.

    2) Mesoblastica - struttura con predominanza dell’apparato muscolo-scheletrico respiratorio.

    3) Ectoblastica
    - struttura con predominanza del sistema nervoso.

    4) Cordoblastica - struttura con equilibrio fra i diversi apparati
    Ultima modifica di anna1401; 03/03/2008 alle 18:37

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    Il temperamento è dato dalle caratteristiche psicologiche di reattività agli stimoli interni ed esterni:

    1) Linfatico - caratterizzato da bassi livelli di attività psicomotoria con azioni e reazioni lente e torbide, e da un’ipoemotività con mancanza di plasticità e vibrazione emotiva.

    2) Sanguigno - manifesta alti livelli di attività psicomotoria, con azioni e reazioni rapide ed immediate, potenza e ritmo; mostra inoltre una buona capacità di socializzazione e un atteggiamento nomadico.

    3) Nervoso - ci sono alte frequenze ed elevata vibratilità sensoria. La sua psicomotricità è tesa, rapida, e a scatti, carente però di resistenza.

    4) Bilioso - caratterizzato da un equilibrio generale, un intensa motricità contenuta e misurata ed un alto livello di intensità vitale ed elevata armonica della funzione sistemica del cervello

    5) Armonico - presenta un atteggiamento mentale organizzativo-volitivo che coordina e struttura molte attività teleologiche. La usa energia è dura e severa ed è caratterizzato da una volontà-bisogno di accanito di controllo e da una grande resistenza allo stress.
    Ultima modifica di anna1401; 03/03/2008 alle 18:38

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    Oltre a queste strutture fisiche e dinamiche che ci ritroviamo dalla nascita e che ci presipongono a punti di forza e punti di debolezza del nostro star bene, dobbiamo tenere conto di altri fattori:

    1) fattori climatici - i luoghi in cui viviamo e lavoriamo

    2) abitudini alimentari - ciò che mangiamo

    3) abitudini psicologiche - la qualità e il contenuto dei nostri pensieri ed emozioni

    4) attività fisica

    5) la nostra attività sessuale

    6) i vissuti traumatici fisici e psicologici

    7) l’età
    Ultima modifica di anna1401; 03/03/2008 alle 18:40

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    In sintesi nel tener conto della salute dobbiamo comprendere la nostra eredità (qualità del nostro corpo-mente) e del nostro stile di vita (i fattori che ho sopra elencato).
    Quando lo stile di vita è scorretto, in relazione anche alla nostra costituzione-temperamento, ecco che diamo spazio alla possibilità di ammalarci. Questa è una delle cause più frequenti.

    Il Naturopata attraverso la Naturopatia individua le caratteritische costituzionali e temperamentali del paziente, viene a conoscenza del vissuto del paziente attraverso un’accurata visita, e determina lo stile di vita nei suoi punti di forza e debolezza.

    Dopo questa fase di conoscenza, indica i rimedi seconda Natura che aiuteranno il paziente a ritrovare l’equilibrio, e cerca di educarlo a comprendere e sentire ciò che aggraverà la sua condizione e ciò che invece migliorerà il suo stato di salute.

    Fonte naturopatia.piuchepu oi.it
    Ultima modifica di anna1401; 18/04/2008 alle 18:58

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019

    Diventare Naturopata Olistico

    Oobiettivo salute, obiettivo crescita.

    La salute è frutto di un’attenta e costante ricerca dell’identità individuale, di un processo di crescita e conoscenza che porta l’uomo alla scoperta delle proprie necessità e lo conduce verso l’equilibrio, la gioia e la vitalità. E' una sfida che la vita ci lancia, un compito che ognuno può assolvere in modo autonomo e appassionato, secondo la propria inclinazione e propensione.

    Naturopata Olistico è colui che riconosce la perfezione dei meccanismi che regolano le leggi della natura.
    Riconosce l’infinita saggezza del corpo umano, come esso si collochi all’interno della complessità del mondo che lo circonda, fatto di materia, stimoli, emozioni, sensazioni, energia e come risponda generando salute o malattia, in base a leggi e principi universali, applicabili a qualsiasi evento.

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    Il Naturopata è un professionista nell’ambito della salute naturale, che possiede specifici strumenti conoscitivi ed educativi.
    Opera in ambito di prevenzione e sostegno, proponendo trattamenti che riequilibrano lo stato di salute psico-fisica ed energetica dell’individuo.

    Punto di partenza per ogni intervento è “l’analisi del terreno costituzionale” per individuare le predisposizioni agli squilibri e valutare le potenzialità di reazione dell’organismo.

    A questo punto si predispone un piano di lavoro che, avvalendosi di tecniche non invasive e prodotti naturali di libera vendita, agisce simultaneamente sui quattro livelli dell’uomo: fisico, emotivo, mentale e spirituale.

    Un Naturopata traduce nella propria vita quanto apprende dallo studio e dall’esperienza, affiancando al proprio cammino di crescita professionale quello di crescita personale.
    E' dunque un percorso due volte valido: a livello lavorativo, perché consente uno sviluppo dell'attività in un settore fortemente in crescita; a livello personale perché arricchisce di conoscenze interiori e abilità.
    Ultima modifica di pippofranco; 20/12/2011 alle 15:43

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    Le cause di malattie secondo la Naturopatia sono da intendersi come con-cause e non come elementi determinanti per l’insorgere della patologia.
    I fattori patogenetici, che inducono cioè alla malattia, si incontrano/scontrano con il terreno del paziente.

    Se lo stato di salute del paziente è ottimale, le difese "immunitarie" risponderanno in modo adeguato e non vi sarà malattia. D’altra parte se la nostra condizione di salute è carente, se il nostro organismo è stressato e indebolito ci sarà una maggiore predisposizione alla patologia.

    Ciascuno di noi ha degli apparati più deboli e altri più forti che determinano in parte anche i tipi di sintomi che percepiamo.

    Ci sono inoltre degli organi e tessuti (che non sono compresi necessariamente nella tipologia d’apparato) con punti di forza e debolezza.

    La Naturopatia tradizionale cerca di approfondire e comprendere l’individuo con ciò che ha ereditato (dai genitori, e dai nonni), con il suo stile di vita e le sue abitudini, e i diversi fattori che influenzano l’equilibrio salute/malattia.
    Ultima modifica di anna1401; 18/04/2008 alle 18:59

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    Con una comprensione più ampia e non esclusivamente meccanicistica tipica della medicina ortodossa, è possibile capire che la malattia non è un evento casuale e legato ad un destino "sfortunato" ma il risultato di una condizione che si è prodotta nel tempo.

    La Naturopatia Olistica tiene conto oltre che del terreno (biotipologia: costituzione, temperamento e diatesi), anche degli aspetti energetici (definiti molto bene dalla Medicina Cinese), e psicologici (individuati dalla Caratterologia di Le Senne, ma anche dalla Grafologia di Moretti, da elementi di psicologia junghiana e dall’ennegramma di Gurdjeff).

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019
    I sintomi sono da intendersi come segnali da comprendere e non da sopprimere.

    La febbre è l’esempio di una risposta naturale del corpo ad esempio un’infezione batterica.

    Il corpo, risultato di un processo di selezione che dura di milioni di anni, è un organismo complesso molto intelligente.

    Le sue alterazioni fisiopatologiche sono la migliore risposta, la migliore condizione che il corpo "organizza" per la risoluzione della patologia.

    Purtroppo molto spesso la condizione di salute è stata minata dalle cattive abitudini, o inappropriati stili di vita, che abbiamo protratto e che i cui effetti si sono sedimentati anni dopo anni.

    Spesso per questo il corpo fa fatica a riprendere lo stato di salute.
    Anche in questo caso è utile, salvo alcune eccezioni, scegliere una via di cura naturale, che aiuti l’organismo a riattivare le sue difese, a ritrovare l’equilibrio perduto.

    Fonte naturopatia.piuchepu oi.it
    Ultima modifica di anna1401; 18/04/2008 alle 18:57

  19. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,098

    pro e contro

    Quello che l'uomo del terzo millennio deve recuperare a mio avviso è un concetto superiore della sua autostima e capacità di autoguarigione.
    Questo non significa rinunciare ai progressi della medicina, ai più moderni strumenti diagnostici e terapie, ma reinvestirsi della propria capacità e diritto a essere il protagonista attivo della propria salute.
    Purtroppo l'individuo è oggi bombardato da una miriade di messaggi che tendono deresponsabilizzarlo destabilizzandolo emotivamente con la conseguenza di generare in lui dubbi e paure, proponendo molto spesso modelli passivi di risoluzione dei problemi.Quello che possiamo auspicare è che la cultura della pillola miracolosa venga integrata e completata da una nuova cultura basata sulla consapevolezza e sulla fiducia.
    Alla proposizione di modelli che tendono a farci vedere solo quello che di negativo ci potrebbe capitare è auspicabile proporre l'affermazione di altri modelli volti a orientare i nostri progetti e le nostre spettative su quello che di buono possiamo fare per modificare in meglio la nostra salute.
    dr. vincenzo valesi
    ____________________ ____________________ ____________________ ______
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019

    Smile

    Tantissimi medici possiedono nozioni sugli organi di un essere umano e hanno l'idea di come essi funzionino, ma ignorano la realtà e la natura dell'essere umano stesso.
    Giorno dopo giorno aumentano le nostre conoscenze sulle malattie, eppure non siamo ancora in grado di spiegare in modo esauriente la ragione del loro sviluppo.

    Molte sono le definizioni di malattia, tante le scuole, le dottrine e gli indirizzi medici. Le differenze tra loro riguardano soprattutto il riferimento alla causa, all'origine del male: virale o microbica, umorale o meccanica, neurovegetativa o psicosomatica.

    Tutto il nostro corpo sembra un insieme di cauti compromessi psicologici e fisici a continui cambiamenti della nostra esistenza.

    Per la naturopatia la malattia è uno squilibrio energetico, ancor prima di qualsiasi manifestazione patologica e per tale motivo considera limitativa la cura della singola malattia se non inserita in una cura olistica della persona.

    Fonte lifegate.it
    Ultima modifica di anna1401; 18/04/2008 alle 18:56

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,019

    Naturopatia, la scienza occidentale della vita

    Uno stile di vita adeguato previene le malattie e, unito alla cura con solo metodi naturali, sviluppa al massimo la capacità di ogni organismo di guarire da sé.

    La Naturopatia è nata quando l'uomo, consapevole di essere parte integrante della natura e dell'universo ha scoperto che per vivere in buona salute e curare le malattie poteva usare il potere terapeutico dell'aria, luce, acqua, cibo, moto e del riposo.
    Il primo uomo che sentendosi male ha digiunato e ha riposato ha usato, intuitivamente, un sistema di cura naturopatica.

    La Naturopatia, così come l'Ayurveda e la Medicina Tradizionale Cinese, riconosce il potere guarente della natura quale forza vitale presente in tutte le cose, incluso il corpo umano e la considera la vera responsabile della salute psicofisica dell'uomo.

Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. primo giorno di scuola e......
    Di gingerina nel forum L'angolo dei ricordi
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 18/09/2012, 13:42
  2. Profilattici a scuola
    Di daredevil nel forum Anticoncezionali
    Risposte: 180
    Ultimo Messaggio: 21/07/2009, 17:24
  3. Scuola di magia
    Di agrodolce nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 14/09/2007, 18:43
  4. Che abbigliamento per la scuola?
    Di sweet76 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 12/09/2006, 09:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online