Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 5 di 9 PrimaPrima 123456789 UltimaUltima
Risultati da 81 a 100 di 179

Discussione: Danzaterapia e musicoterapia

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Per anni, un infermiere di 42 anni sognò una situazione nella quale era connesso ad una specie di CD-ROM di conoscenza. Gli veniva trasmessa conoscenza verificabile da tutti i campi immaginabili e alla mattina poteva ricordare.
    Era tale la valanga di informazioni che sembrava che di notte gli trasmettessero tutta una enciclopedia. La maggior parte delle informazioni era fuori dalla sua base di conoscenze personali e arrivava a dettagli tecnici di cui lui non sapeva assolutamente niente

    Quando avviene l'ipercomunicazione, si possono osservare fenomeni speciali nel DNA, così come nell'essere umano.

    Gli scienziati russi hanno irradiato campioni di DNA con luce laser. Nello schermo si è formato un modello di onde tipico. Quando hanno ritirato il campione di DNA, i modelli di onda non sono scomparsi, sono rimasti.

    Molti esperimenti di controllo hanno dimostrato che il modello proveniva ancora dal campione rimosso, il cui campo energetico apparentemente è rimasto di per se stesso. Questo effetto ora si denomina effetto del DNA fantasma.

    Si presume che l'energia dello spazio esteriore e del tempo, dopo aver ritirato il DNA, fluisca ancora attraverso i “cunicoli”. La maggior parte delle volte gli effetti secondari che si incontrano nell'ipercomunicazio ne, anche degli esseri umani, sono campi elettromagnetici inspiegabili nelle vicinanze della persona implicata.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:25

  2. # ADS
    Danzaterapia e musicoterapia
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    In presenza dei quali i dispositivi elettronici, come attrezzature per CD e altri simili, possono essere alterati e smettere di funzionare per ore.
    Quando il campo elettromagnetico si dissolve lentamente, le attrezzature funzionano ancora normalmente.

    Molti curatori e psichici conoscono questo effetto dovuto al loro lavoro. Più si migliorano l’atmosfera e l’energia dell’ambiente più frustante è che in quel preciso istante l'attrezzatura di registrazione smette di funzionare e di registrare.
    Il riaccendere e spegnere dopo la sessione non ne ristabilisce ancora la funzionalità totale che però il giorno dopo ritorna alla normalità.
    Chissà forse leggere ciò risulta tranquillizzante per molti, in quanto non ha niente a che vedere con l’essere tecnicamente incapaci, ma significa semplicemente che sono abili per l’ipercomunicazi one.

    Gli scienziati russi hanno irradiato diversi campioni di DNA con dei raggi laser e su uno schermo si è formata una tipica trama di onde che, una volta rimosso il campione, rimaneva sullo schermo. Allo stesso modo si suppone che l'energia al di fuori dello spazio e del tempo continua a passare attraverso gli tunnel spaziali attivati anche dopo la rimozione del DNA.

    Gli effetti collaterali più frequenti nell'ipercomunicazio ne sono dei campi magnetici vicini alle persone coinvolte.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:25

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Gli apparecchi elettronici possono subire delle interferenze e smettere di funzionare per ore.
    Quando il campo elettromagnetico si dissolve, l'apparecchio ricomincia a funzionare normalmente.
    Molti operatori spirituali conoscono bene questo effetto.

    Grazyna Gosar and Franz Bludorf nel loro libro Vernetzte Intelligenz spiegano queste connessioni in modo chiaro e preciso. Gli autori riportano anche alcune fonti secondo le quali gli uomini sarebbero stati come gli animali, collegati alla coscienza di gruppo, e quindi avrebbero agito come gruppo.
    Per sviluppare e vivere la propria individualità, tuttavia, avrebbero abbandonato e dimenticato quasi completamente l'ipercomunicazione.

    Ora che la nostra coscienza individuale è abbastanza stabile, possiamo creare una nuova forma di coscienza di gruppo.
    Così come usiamo Internet, il nostro DNA è in grado di immettere dati nella rete, scaricare informazioni e stabilire un contatto con altre persone connesse.
    In questo modo si possono spiegare i fenomeni quali telepatia o guarigioni a distanza.

    Senza un'individualità distinta la coscienza collettiva non può essere usata per un periodo prolungato, altrimenti si ritornerebbe a uno stato primitivo di istinti primordiali. L'ipercomunicazione nel nuovo millennio significa una cosa ben diversa.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:25

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    I ricercatori pensano che, se gli uomini con piena individualità formassero una coscienza collettiva, avrebbero la capacità di creare, cambiare e plasmare le cose sulla terra, come fossero Dio! E l'umanità si sta avvicinando a questo nuovo tipo di coscienza collettiva.

    Il tempo atmosferico è piuttosto difficile da influenzare da un solo individuo, ma l'impresa potrebbe riuscire dalla coscienza di gruppo (niente di nuovo per alcune tribù indigene).
    Il tempo viene fortemente influenzato dalla frequenza risonante della terra (frequenza di Schumann).

    Ma queste stesse frequenze vengono prodotte anche nel nostro cervello, e quando molte persone si sincronizzano su di esse, o quando alcuni individui (p. e. maestri spirituali) concentrano i loro pensieri come un laser, non sorprende affatto che possano influenzare il tempo.

    Una civiltà moderna che sviluppa questo tipo di coscienza non avrebbe più problemi né d'inquinamento ambientale, né di risorse energetiche; usando il potere della coscienza collettiva potrebbe controllare automaticamente e in modo naturale l'energia del pianeta.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:25

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Il DNA sembra essere anche un superconduttore organico in grado di lavorare a una temperatura corporea normale.
    I conduttori artificiali invece richiedono per il loro funzionamento delle temperature estremamente basse (tra -200 e -140°C). Inoltre, tutti i superconduttori possono immagazzinare luce, quindi informazioni.
    Anche questo dimostra che il DNA sia è grado di farlo.

    Vi è un altro fenomeno legato al DNA e ai tunnel spaziali.

    Normalmente questi minuscoli tunnel sono altamente instabili e durano soltanto una frazione di secondo.
    In certe condizioni però si possono creare dei tunnel stabili in grado di formare delle sfere luminose.

    In alcune regioni della Russia queste sfere appaiono molto spesso. In queste regioni le sfere a volte s'innalzano dalla terra verso il cielo, e i ricercatori hanno scoperto che possono essere guidati dal pensiero.
    Le sfere emettono onde a bassa frequenza che vengono anche prodotte dal nostro cervello, quindi sono in grado di reagire ai nostri pensieri.

    Queste sfere di luce hanno una carica energetica molto elevata e sono in grado di causare delle mutazioni genetiche. Anche molti operatori spirituali producono queste sfere o colonne di luce, quando si trovano in uno stato di profonda meditazione o durante un lavoro energetico.
    In alcuni progetti per la guarigione della terra queste sfere vengono catturate anche nelle foto.
    In passato di fronte a questi fenomeni luminosi si credeva che apparissero degli angeli

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:25

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    In ogni caso, pur mancando le prove scientifiche, ora sappiamo che persone con queste esperienze non soffrivano affatto di allucinazioni.
    Abbiamo fatto un grande passo in avanti nella comprensione della nostra realtà. Anche la scienza “ufficiale” conosce le anomalie della terra che contribuiscono alla formazione dei fenomeni luminosi.
    Queste anomalie sono state trovate di recente anche a Rocca di Papa, a sud di Roma.

    Nel libro L'Intelligenza in Rete nascosta nel DNA, (Macro Edizioni) Grazyna Gosar e Franz Bludorf spiegano queste connessioni chiaramente e precisamente.

    Gli autori citano anche fonti supponendo che in tempi primitivi l'Umanità, come gli animali, è stata fortemente connessa alla coscienza gruppale e agiva come gruppo.
    Tuttavia, per sviluppare e sperimentare l'individualità, noi umani abbiamo dovuto dimenticare l'ipercomunicazione quasi completamente.

    Ora che siamo abbastanza stabili nella nostra coscienza individuale, possiamo creare una nuova forma di coscienza gruppale, concretamente una, quella in cui abbiamo accesso a tutte le informazioni per mezzo del nostro DNA senza essere forzati o controllati a distanza rispetto a quello che dobbiamo fare con quell'informazione.
    Ultima modifica di francyfre; 29/12/2011 alle 11:49

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    Cimatica - la scienza delle onde

    E' una scienza che studia il fenomeno dell’onda, ed ha dimostrato la stretta relazione esistente tra forme e frequenze di onde sonore.
    La fisica quantistica ha spiegato come qualsiasi struttura di particelle assuma una determinata forma come risultato di legami energetici ordinati armonicamente seguendo la frequenza dell’energia di base.

    In questo modo ogni materiale sottoposto ad una vibrazione specifica assume una sua peculiare forma relativa alla frequenza d’onda a cui è stato sottoposto. In altre parole la forma è il risultato della frequenza d’onda che la genera.


    (molto interessante e suggestivo)

    segue..
    Ultima modifica di francyfre; 29/12/2011 alle 11:49

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Storia

    Il termine cimatica fu coniato per la prima volta dal fisico svizzero Hans Jenny e deriva dal greco kyma (κΰμα) che significa “onda, flutto” e da ta kymatika (τα κυματικά) che significa “studio riguardante le onde”.

    Gli studi di Ernst Chladni

    Il musicista e fisico tedesco Ernst Chladni ha posto le basi di questa scienza dimostrando che il suono di fatto influisce sulla materia fisica e che ha la prerogativa di creare schemi geometrici.
    Le sue scoperte furono pubblicate nel 1787 in Entdeckungen ùber die Theorie des Klanges (Scoperte sulla teoria dei suoni), testo fondamentale anche nel campo dell’acustica.

    Gli esperimenti di Chladni puntavano alla ricerca di un metodo che rendesse visibile quello che le onde sonore generano. Con l'ausilio di un archetto di violino che sfregava perpendicolarmente lungo il bordo di lastre lisce ricoperte di sabbia fine, egli realizzò gli schemi e le forme che oggi vanno sotto il nome di "figure di Chladni".

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:26

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Teoria principale

    Pubblicando nel 1967 il primo volume di Kymatic, il fisico svizzero Hans Jenny ha reso visibile il sottile potere attraverso il quale il suono struttura la materia, dimostrando l'influenza delle vibrazioni ed i conseguenti effetti in natura.
    Nei suoi esperimenti egli poneva sabbia, polvere e fluidi su un piatto metallico collegato ad un oscillatore che produceva un ampio spettro di frequenze.
    La sabbia o le altre sostanze si organizzavano in diverse strutture caratterizzate da forme geometriche tipiche della frequenza della vibrazione emessa dall’oscillatore.

    Queste strutture, che ricordano i mandala ed altre forme ricorrenti in natura, sono la forma visibile della forza invisibile del campo vibrazionale ed ogni forma contiene le informazioni sulle vibrazioni che l’hanno generata.

    Gli studi del fisico svizzero hanno però aperto una disputa sulla reale origine di queste conoscenze, che secondo molti sono solo state riscoperte in epoca contemporanea, data la similitudine esistente fra alcune conclusioni della cimatica ed alcuni assunti appartenenti a differenti religioni.
    L'assunto cristiano “in principio era il Verbo” e l'espressione in sanscrito vedico “Nada Brahma”, traducibile come “Suono Creatore”, sono alcuni di essi.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:26

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Lo stesso Hans Jenny fu l’autore di una scoperta sorprendente. Imponendo una vocalizzazione in antico sanscrito come l’OM (Aum) (conosciuto dagli induisti e buddhisti come il suono della creazione e corrispondente al Verbo, al Logos della Bibbia occidentale) la polvere di licopodio rispondeva alle vibrazioni sonore generando un cerchio con un punto centrale, simbolo con il quale antiche popolazioni indiane rappresentavano lo stesso mantra OM (Aum). Anche il greco Pitagora sosteneva che "la geometria delle forme è musica solidificata".

    Nuove teorie

    Negli ultimi anni alcune conclusioni raggiunte dalla cimatica hanno trovato nuove connessioni con i controversi studi di Masaru Emoto, un ricercatore giapponese che ha fotografato i cristalli dell’acqua congelata, scoprendo una relazione fra essi e l’ambiente circostante.
    Su questa misteriosa capacità dell’acqua di formare delle strutture cristalline armoniche o caotiche in risposta a vibrazioni inviate sotto forma di suoni, immagini, scritti e pensieri, sono ancora in corso una serie di studi e verifiche.

    Curiosità

    Negli ultimi anni sono state avanzate ipotesi sulla correlazione fra cimatica e cerchi nel grano, le cui forme geometriche ricordano, in alcuni casi, le forme risultanti dagli esperimenti di Hans Jenny.
    Ultima modifica di francyfre; 29/12/2011 alle 11:49

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    Cool Il suono modula la materia

    Il nome Cimatica deriva dal greco “chima”, cioè onda.

    In principio era il Verbo” ed in sanscrito “Nada Brahama”= “Il mondo è suono

    La Cimatica è una scienza vecchia come il mondo, se ne parla gia' nei testi Veda.
    L’UniVerso e’ UN TUTT' UNO energetico manifestato da Vibrazioni.
    Tutta la creazione è una sinfonia di suoni, di vibrazioni, in cui le singole parti si inseriscono attratte dalla risonanza con i suoni simili.

    Quindi la Cimatica e' una scienza che studia le forme prodotte dalle onde, ossia dalle frequenze che possono essere sonore, elettromagnetiche ecc.
    Ultima modifica di francyfre; 29/12/2011 alle 11:49

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    Cool Le figure di Ernest Chladni - la scienza del suono

    Nel 1787 il giurista, musicista e fisico tedesco Ernst Chladni pubblicò Entdeckungen ùber die Theorie des Klanges (Scoperte sulla teoria dei suoni). In questa ed altre opere all'avanguardia Chladni, nato nel 1756 {lo stesso anno di Mozart) e morto nel 1829, pose le fondamenta di quella disciplina della fisica che avrebbe poi assunto la denominazione di acustica, la scienza del suono.

    Uno dei successi di Chladni fu quello di escogitare un metodo per rendere visibile quello che le onde sonore generano.
    Con l'ausilio di un archetto di violino che sfregava perpendicolarmente lungo il bordo di lastre lisce ricoperte di sabbia fine, egli realizzò gli schemi e le forme che oggi vanno sotto il nome di "figure di Chladni".

    Qual era il significato di questa scoperta ? Chladni dimostrò una volta per tutte che il suono di fatto influisce sulla materia fisica e che ha la prerogativa di creare schemi geometrici.

    In questo modo Chladni dimostra che il suono, le vibrazioni, influisce veramente sulla materia e inizia a studiare a fondo l’argomento fondando una nuova scienza: la Cimatica.
    Tuttavia fu solo nel ventesimo secolo che la Cimatica riprese grazie ad uno scienziato svizzero: Hans Jenny. Utilizzando le sofisticate apparecchiature moderne Jenny misurò, fotografò, sperimentò gli effetti delle vibrazioni sonore di ogni tipo sui più diversi materiali e scoprì che le forme create dal suono erano prevedibili.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:26

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Per esempio, determinati suoni corrispondono sempre alle stesse figure, inoltre, scoprì che acclamando i suoni di antichi linguaggi come il sanscrito o l'ebraico, le figure che si producevano, disegnavano il simbolo alfabetico che si pronunziava.

    Cosa scoprì Hans Jenny nelle sue ricerche ? In primo luogo, nei suoi esperimenti Jenny realizzò tanto le figure di Chladni quanto quelle di Lissajous. Scoprì inoltre che se faceva vibrare una lastra secondo frequenza e ampiezza specifiche — vibrazione — sul materiale della lastra comparivano le forme e gli schemi di movimento caratteristici di quella vibrazione.
    Se modificava la frequenza o l'ampiezza, variavano anche lo sviluppo e lo schema.

    Scopri che se aumentava la frequenza, altrettanto accadeva alla complessità degli schemi; il numero degli elementi diventava maggiore.
    Se, d'altro canto, aumentava l'ampiezza, i movimenti diventavano ancor più rapidi e tumultuosi e potevano persino creare piccole eruzioni dove il materiale effettivo veniva scagliato in aria.
    Le forme, le figure e gli schemi di movimento che comparivano si dimostrarono essere principalmente una funzione della frequenza, dell'ampiezza e delle caratteristiche inerenti ai vari materiali.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:27

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Un’altra scoperta interessante rilevava che i disegni, che altrimenti si formavano, ricordavano le strutture cellulari degli organi viventi.
    Jenny si convinse che la vita è il risultato delle vibrazioni specifiche di ogni cellula - in altre parole, ogni cellula ha il suo suono, la sua nota.


    Nel capitolo conclusivo di Cymatics, Jenny riunisce questi fenomeni in un'unità suddivisa in tre parti.
    Il potere generativo fondamentale risiede nella vibrazione che, con la sua periodicità, sostiene i fenomeni e i loro due poli.
    Ad un polo abbiamo la forma, lo schema figurativo; in corrispondenza dell'altro polo troviamo il movimento, il processo dinamico.

    Secondo Jenny questi tre campi — vibrazione e periodicità come campo di fondo, e forma e movimento come i due poli — costituiscono un indivisibile insieme, anche se talvolta uno di essi può avere il predominio.

    Nel corso delle sue ricerche con il Fonoscopio, Jenny notò che quando venivano pronunciate le vocali delle antiche lingue fenicio-ebraica e sanscrita, la sabbia assumeva la forma dei simboli grafici delle vocali stesse mentre, d'altro canto, le nostre lingue moderne non producevano un analogo risultato !

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:27

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    - Come è possibile ?
    - Gli antichi Ebrei e gli Indiani ne erano a conoscenza ?
    - Vi è qualche connessione con la nozione di "lingua sacra", denominazione talvolta conferita ad entrambe le suddette lingue ?
    - Che tipo di qualità possiedono tali "lingue sacre" fra cui spesso si annoverano quella tibetana, egizia e cinese ?
    - Hanno forse la facoltà di influenzare e trasformare la realtà fisica, di creare cose tramite il loro insito potere ?'

    Con lo studio della Cimatica si ha la prova che la vibrazione, il suono, influenza la materia.
    Essa dimostra in modo sensazionale il rapporto tra forma e frequenza, rapporto che è alla base di tutto ciò che esiste.

    Il suono genera le forme e le recenti esperienze sul movimento ondulatorio confermano un nesso tra onde, sostanza e forma, riguardante anche tutti gli organismi.
    Tutti gli studi e gli esperimenti condotti con l’utilizzo di frequenze d’onda confermano studi ed esperienze che risalgono ad antiche civiltà secondo le quali ogni suono, quindi ogni onda vibratoria è in collegamento con una forma nello spazio, da essa generata e tenuta in vita e in movimento.

    Dalla stessa consapevolezza nasce quella famosa asserzione di Pitagora per cui la geometria è musica solidificata.
    Studiosi ci hanno mostrato forme molteplici, alcune geometriche, da noi conosciute come simboli, croci, stelle, ecc., sono prodotte da vari tipi di vibrazione.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:27

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Quindi se ogni suono, onda, movimento, pensiero, sentimento creano forme, anche noi di conseguenza stiamo continuamente creando forme, perché abbiamo la stessa natura vibratoria.

    Il Dr. Hans Jenny, padre della Cimatica o Scienza delle Onde, ci ha offerto questa possibilità ed ha reso visibile il sottile potere attraverso il quale il suono struttura la materia, dimostrando la supremazia della vibrazione ed i suoi effetti in natura.

    Nei suoi esperimenti egli poneva sabbia, polvere e fluidi su un piatto metallico collegato ad un oscillatore che produceva un ampio spettro di frequenze. Mentre osservava la sabbia o le altre sostanze organizzarsi in diverse strutture, egli udiva il suono emesso dall’oscillatore e, se toccava leggermente il piatto, poteva sentire la vibrazione nelle sue dita.

    Proviamo ora ad immaginare che, per qualche ragione, voi possiate “soltanto” vedere l’aspetto statico della forma e, perciò, pensate che sia solida.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:27

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    L’idea di una forma generata da un campo vibrazionale e che risuona potrebbe sembrare irrazionale.
    Ogni figura è invece la forma visibile di una forza invisibile ed ogni forma contiene le informazioni sulle vibrazioni che l’hanno generata.

    Immaginate che qualcuno mescoli la sabbia sul piatto e cancelli la forma. Nel giro di pochi secondi, la stessa forma ricompare.
    Come e’ possibile spiegarlo ?
    Solo ammettendo che il suono ha delle proprieta’ particolari di modulare e modellare l'Energia, cioe' la materia !
    Ultima modifica di francyfre; 29/12/2011 alle 11:49

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    Smile Guarire con la musica

    (da : "Nuova Era e meditazione" edito da New Sounds e "Les Nouvelles Esthétiques" Ala Editrice Milano")
    Di Carla Fleischli Caporale


    Introduzione

    Tutto il creato è vibrazione, secondo il dottor Victor Beasley, appartenente al gruppo di ricerca presso la statunitense University of the Trees, e studioso del corpo umano come fenomeno elettro-vibratorio.

    "Ogni cellula può essere considerata come dotata di un ambiente magnetico circostante, o campo magnetico, il quale interagisce con i campi delle cellule simili adiacenti, dando così origine al campo magnetico di un sistema particolare all'interno del corpo umano".

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:27

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Nel nostro corpo fisico ogni atomo ha una sua frequenza naturale e, per effetto di risonanza, si aggrega agli atomi simili, formando in questo modo le cellule dei diversi tessuti.
    Tutta la creazione è una sinfonia di suoni, di vibrazioni, in cui le singole parti si inseriscono attratte dalla risonanza con i suoni simili.

    Come tutto il nostro corpo, che emette varie onde (Beta, Alfa, Teta, Delta, Gamma ) a seconda del suo stato. uando queste nostre note di risonanza interiore, per una qualsiasi causa, si sono stonate generando una catena viziosa e degenerante, noi possiamo riaccordarle ridando il "la" su cui erano sintonizzate all’origine, attraverso le pratiche meditative o l’ascolto della giusta musica.

    Permettendogli di ri-intonarsi, siamo in grado di ristabilire l’armonia del nostro organismo. Il sufi Inayat Khan afferma in un suo libro "la comparsa della malattia nel corpo può essere intesa come l'ombra della vera infermità che occupa la mente dell'uomo. Grazie al potere della musica la mente può elevarsi fino a sovrastare il pensiero della malattia che verrà allora dimenticata" (da Il misticismo del suono).

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:27

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    La musicoterapia

    La musica crea delle strutture vibratorie che interagiscono con il nostro campo elettromagnetico e influenzano il nostro organismo attraverso il principio della risonanza.
    L’uso accorto del suono necessario, è un metodo terapeutico di antica origine. La più antica classificazione degli stati emotivi generati dalla musica viene dall’India dove si descrivono i nava rasa, cioè i nove sentimenti che la musica può provocare:

    Shringara: erotico, romantico, dolce
    Hasya: comico, scherzoso
    Karuna: patetico, triste, tragico
    Raudra: esasperato, drammatico
    Veera: audace, grandioso, maestoso
    Bhayanaka: che incute timore e reverenza, solenne
    Adbhuta: meraviglioso, rallegrato, gioioso
    Shanta: pacifico, rilassato, tranquillo
    Vibhatsa: disgustoso

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 22/07/2011 alle 12:27

Pagina 5 di 9 PrimaPrima 123456789 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. musicoterapia, rilassamento, sonno - che musica usate?
    Di rossalaba nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 17/03/2014, 02:09
  2. Musicoterapia
    Di albert1 nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 07/02/2006, 23:46

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online