Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 5 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima
Risultati da 81 a 100 di 136

Discussione: Reiki - un modo naturale per stare bene

  1. Registrato da
    15/04/2008
    Messaggi
    4,565
    Scusa, adularja, se posso, io ho il II livello da un paio di settimane e sono piuttosto confusa. Boh, mi ha chiamata il master che mi diede il primo dicendo che era ora e di questo mi sono fidata. Io avevo capito che il 3 simbolo si potesse usare anche da solo, quando c'è bisogno di "centrarsi" forse però ho capito male....

  2. # ADS
    Reiki - un modo naturale per stare bene
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106
    IL SIMBOLO CHE PUO' ESSERE USATO DA SOLO è IL CKR.. scusa il maiuscolo solo ora me ne rendo conto.
    dicevo è quello che serve per centrarsi..
    comunque un maestro NON chiama l'allievo per comunicargli quando è il momento (momento in cui magari lui ha bisogno di soldini..)
    l'allievo "sente " da solo quando e se è giunto il momento.
    comunque se hai bisogno di chiarimenti te li do in pvt..
    sono a disposizione
    Ultima modifica di pippofranco; 28/12/2011 alle 14:46

  4. Registrato da
    15/04/2008
    Messaggi
    4,565
    grazie!
    Ultima modifica di anna1401; 24/10/2008 alle 15:59

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121
    Citazione Originariamente Scritto da adularja Visualizza Messaggio
    ...sono strumenti forti che dati nelle mani sbagliate possono arrecare danni (accelerazioni karmiche, o legge di causa effetto)
    Cara adularja, potresti accennarci qualcosa, in linea generale, su questa tua affermazione, per capire meglio cosa si intende ?

  6. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106

    Smile

    Citazione Originariamente Scritto da anna1401 Visualizza Messaggio
    Cara adularja, potresti accennarci qualcosa, in linea generale, su questa tua affermazione, per capire meglio cosa si intende ?
    credo di partire dal presupposto che tutti voi sappiate che ricevere reiki non vuol dire solo "rilassarsi". nel momento in cui ci si sottopone ad un trattamento, per guarire da qualsiasi cosa, noi usiamo l'energia affinchè il male passi attraverso la risoluzione della causa che ha provocato il malessere. diversamente dall'aspirina che cura il mal di testa - sintomo - il reiki cura il mal di testa - causa -
    spero che questo sia chiaro. ora, partendo da questo presupposto, chi si incammina in un percorso col reiki, non vuol guarire l'effetto (mal di testa) ma vuol guarire la causa (ciò che l'ha provocato). quindi, se sono consapevole, comprendo lo stato emotivo che ha provocato un male , ne conosco la causa, imparo la lezione per non trovarmi più nella medesima situazione.
    chiaro fin qui? ..spero..
    se io mi metto a trattare gente, senza spiegare a cosa la sottopongo o a cosa va in contro.. o ancor peggio inconsapevolmente (cosa che volendo col 2 livello si può fare..) ottengo due cose:

  7. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106
    1 l'accelerazione karmica di colui che riceve reiki: cioè faccio in modo che una serie di situazioni si abbattano sul malcapitato di turno ed egli, ignaro ed inconsapevole, se aveva mal di testa si troverà con un'emicrania. anche perchè non impara la lezione e il più delle volte sbatterà la testa contro il muro perpetuando l'errore. ma d'altra parte: non ci ha chiesto nulla e magari la sua anima non avrebbe voluto guarire. o magari avrebbe voluto con modalità e tempi che non sono quelli nostri. (ricordate che il concetto di "bene " è assolutamente soggettivo: è bene che tu guarisca.. ma per chi? per me che mi sento grande master?? no.. bisogna rispettare il volere del ricevente. non è detto che tutte le anime vogliano guarire in questa vita.. magari hanno scelto volutamente una vita travagliata per scontare il proprio karma. e non sta a noi giudicare o metter bocca)
    2 io che ho reiki di qualsiasi livello conosco la legge di causa /effetto: se faccio del bene , il bene mi torna, se opero nel male, quel male mi torna.
    esempio: per il mio bene invio energia affinchè l'allievo x venga a prendere un livello da me: io avrò più soldi ma non era il tempo giusto per l'allievo. risultato: io di quei soldi non me ne vedrò bene (sperperi, bollette o tasse improvvise..) e l'allievo può non comprendere l'immenso amore del reiki. che è il male minore..
    ehm..... domande??

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Pollice in su

    Sono chiare ed esaurienti le tue risposte cara adularja, grazie per il tempo che ci dedichi
    Per ora noto che sono solo io a farti domande ma credo di interpretare anche il desiderio di sapere dei nostri lettori... i quali comunque, qui trovano tanto spazio per poter intervenire anche loro in qualsiasi momento

    ... mi viene un’osservazione su quello che hai appena detto

    Io avevo letto che, e come hai già detto anche tu, prima di effettuare qualsiasi trattamento su altre persone, giustamente bisogna chiedere il loro consenso.
    Per quanto riguarda il trattamento a contatto (I livello), non c’è problema perché la persona è presente.
    Se desideriamo inviare un trattamento a distanza (II livello), bisogna chiedere preventivamente il consenso contattando la persona telefonicamente o in altro modo…

    Se invece desideriamo, di nostra spontanea volontà, inviare un trattamento per aiutare una persona in una certa situazione di bisogno (malattia grave o qualcosa del genere …) senza però avere avuto la possibilità di chiederle preventivamente il suo consenso, dobbiamo domandarglielo “telepaticamente”... aspettare la sua risposta, e se questa è affermativa, possiamo agire, mentre se è negativa, dobbiamo astenerci.

    Tu cosa ne pensi? Vale lo stesso discorso che hai fatto qui sopra al punto 1?

  9. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106
    dunque.. per i trattamenti di persona non c'è bisogno di tastare la volontà perchè appunto deve esserci la persona. per il trattamento a distanza la clausula per inviare senza incorrere o far incorrere in casini se stesso o gli altri, c'è ma non è quella che dici tu. ma tu hai un secondo livello?

    resto a disposizione

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121
    Per ora ho il I livello, e sto facendo il mio percorso di consapevolezza…

    Per quanto riguarda l’invio volontario del trattamento ad una persona che non si può raggiungere, avevo letto in un sito che si poteva chiedere il permesso a questa persona anche “telepaticamente ...

  11. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106
    AMMETTIAMO CHE TU telepaticamente voglia chiedermi se voglio o meno un trattamento. sei sensitiva? sei già così centrata sul cuore da avvertire la volontà altrui? non tutti lo siamo. COME FAI A valutare MENTALMENTE LA RISPOSTA? E POI.. SE LA MIA MENTE MI CONDIZIONA- cosa che fa di continuo.. -? E SE HO MALE INTERPETRATO LA RISPOSTA?? non è questa la modalità..e come vedi è una modalità di <pochi> quella di poter comunicare mentalmente col prossimo. non fatevi trarre in inganno. le mazzate karmiche arrivano poi pesanti..scusa il tono che può apparire polemico.. ma sul reiki si dice troppo e troppo spesso senza criterio...
    bacetti e a disposizione per eventuali chiarimenti..
    :*

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Pollice in su

    Sono soddisfatta della tua risposta e concordo pienamente con quello che dici
    Purtroppo su queste tecniche, chiamiamole, “invisibili a occhio nudo”… si leggono tanti pareri diversi, forse perché ciascuno le interpreta e le usa a proprio modo. Però in questa maniera, a mio avviso, si rischia di confondere le idee a chi vuole capire meglio e accostarsi a queste bellissime e utili tecniche energetiche.

    Cara adularja visto che sei qui, ne approfittiamo… e visto che stiamo parlando di trattamenti Reiki a distanza, potresti spiegarci come avviene in definitiva un trattamento a distanza? (quando hai tempo...)

  13. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106
    purtroppo il cattivo modo di gestire tutto questo sminuisce anche chi, come me- senza falsa modestia- crede nel reiki, in ciò che dà e nelle sue potenzialità. lo si banalizza, lo si commercializza con il pericolo di sminuirlo e,rendendolo accessibile a tutti, compreso da pochi.
    l'invio a distanza si apprende nel seminario di 2 livello. è una procedura con cui, utilizzando i simboli che lo permettono, si può inviare energia a chi ne fa richiesta o anche a se stessi per eventuali trattamenti. io ad esempio mi sono inviata reiki per armonizzare i primi anni della mia vita (anni in cui le influenze familiari attecchiscono maggiormente creando disarmonie).
    dunque ..fisicamente tracci i simboli, decidi l'intento secondo cui stai trattando il ricevente e poi come se li tenessi tra le mani metti le mani giunte (ma non perfettamente aderenti , in modo da lasciare uno spazio tra le palme in cui deve fluire l'energia). ovviamente senti scorrere energia. e resti in questa posizione di mani giunte finchè l'energia - in 15 o 20 minuti- non smette di scorrere. quando non senti più nè calore nè formicolio, il trattamento si è esaurito. così utilizzando un simbolo interrompi l'energia e poi ti soffi tra le mani ringraziando l'energia.
    tutto qui...
    hihihihihihi

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121
    Ora spiegaci che persone possono fare richiesta di un trattamento Reiki, e per quali motivi?
    (lo chiedo interpretando la curiosità degli utenti che non conoscono ancora "di persona" il reiki e che magari vorrebbero accostarvisi... )

  15. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106
    può fsre richiesta di reiki una persona che vuol rilassarsi, che ha tensioni, malattie di vario genere.. non essendoci manipolazione ed essendo un trattamento non invasivo è possibile farlo a tutti. con fratture con gesso ad esempio, o in caso di altre tipologie di problematiche.
    una cosa è necessaria perchè il trattamento sia efficace: voler guarire e riconoscere nella guarigione psichica la salvezza del corpo. olismo è questo

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Pollice in su Reiki anche in ospedale a Milano

    Adularja, che ne pensi di questi articoli?

    (Pubblicato il 19-06-2002)

    Chi ha un'emicrania ribelle ai trattamenti farmacologici e ha una storia di abuso di analgesici, può usufruire del trattamento presso il Centro di Medicina Psicosomatica dell'Ospedale San Carlo Borromeo di Milano.

    Iniziativa finanziata dalla Regione Lombardia nell'ambito del progetto "Osservazioni e valutazioni di procedure terapeudiche di medicina complementare" ha i seguenti criteri di ammissione dei pazienti alla terapia:

    * pazienti di entrambi i sessi, tra i 18 e i 60 anni;
    * sofferenti da almeno un anno di emicrania diagnosticata come tale, con la frequenza di almeno tre attacchi al mese;
    * consenso informato scritto

    I pazienti accedono al Centro di Medicina Psicosomatica (3°piano) Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II°, 3-20153 Milano con impegnativa per visita c/o ambulatorio Medicina Psicosomatica pagando le prestazioni secondo le tariffe del S.S.N.Alla prima visita fa seguito una richiesta interna di un ciclo di otto visite durante le quali vengono praticate le sedute di Reiki a cadenza settimanale.

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121
    All'inizio e alla fine del trattamento vengono praticati test psicodiagnostici e somministrati dei questionari per valutare l'andamento dei sintomi. I pazienti sono controllati dopo 6 mesi e un anno.

    L'A.O. Ospedale San Carlo Borromeo è l'unica Azienda Ospedaliera pubblica in cui viene praticato Reiki e secondo tariffario S.SN.: ciò è possibile nell'ambito dei progetti di Medicina Complementare approvati dalla Regione Lombardia.

    I risultati definitivi saranno forniti alla Regione Lombardia secondo i criteri della privacy.

    Si può anticipare che i pazienti sono per la maggioranza donne, coniugate, di età media 37 anni; per la maggior parte hanno compiuto studi superiori, alla fine del trattamento si dichiarano molto soddisfatte dell'esperienza.

    Il trattamento reiki, ha indotto, nella quasi totalità delle sedute, uno stato di rilassamento medio/profondo: questo dato è particolarmente interessante in quanto il paziente cefalalgico, più di altri, incontra difficolta ad abbandonare il controllo e a lasciarsi andare.

    L'equipe è formata da cinque medici e una psicologa.

    Per informazioni:
    Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II°,3 - 20153 Milano
    Centro Medicina Psicosomatica U.O.Medicina Ia-terzo piano
    Tel.02.4022.2853-02.4022.2754
    Ultima modifica di pippofranco; 28/12/2011 alle 14:46

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Pollice in su Reiki in diversi centri medici statunitensi

    Il Reiki viene offerto in diversi centri medici statunitensi, tra cui il Portsmouth Ragionai Hospital (New York, il Marin General Hospital (San Francisco) e il California Pacific Medical Center, che lo definisce

    tecnica di guarigione attraverso l’energia sottile, che opera in associazione con energie individuali e universali per aprire percorsi di guarigione. Si pongono le mani sul corpo della persona oppure si sfiora il corpo per allineare i chakra e portare energia di guarigione agli organi e alle ghiandole”.

    In questi e altri centri nord-americani lo usano infermieri, fisioterapisti e volontari accanto alla terapia convenzionale, su pazienti che già ricevono un trattamento medico classico.
    Ultima modifica di pippofranco; 28/12/2011 alle 14:46

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Pollice in su Reiki in ospedale a Torino

    La Struttura Complessa di Oncologia Medica delle Molinette di Torino, afferente al Polo Oncologico della Cittadella Ospedaliera, ha avviato a partire dal 2003, in collaborazione con l'Associazione Cerchiodiluce, il progetto Reiki in Ospedale.

    Scopo del progetto è di fornire un supporto ai pazienti del Centro Oncologico Ematologico Subalpino (Coes), sottoposti sia a terapie mediche convenzionali sia a cure palliative, attraverso la pratica del reiki.

    Reiki è una parola giapponese formata da due sillabe: "rei"che significa energia universale e "ki" che indica l'energia vitale di ogni creatura. La pratica del reiki affonda le sue origini nell'antica medicina orientale che riconduceva le cause delle malattie a specifici squilibri o carenze energetiche e dunque interveniva a livello fisico, emotivo e mentale per riportare una condizione di equilibrio energetico nella persona malata.

    Nel paziente oncologico il trattamento di reiki, basato semplicemente sulla trasmissione dell'energia vitale per mezzo delle mani, si dimostra particolarmente utile durante i cicli di radioterapia e chemioterapia nel controllo dei sintomi collaterali, potendo inoltre fornire un contributo significativo nella terapia del dolore.
    Ultima modifica di pippofranco; 28/12/2011 alle 14:47

  20. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106
    purtroppo solo da noi si fa poco uso di reiki e nel poco non sempre corretto. a madrid, negli ospedali nei reparti oncologici si dà reiki. non per far "guarire" il malato ma per alleviargli i pesi delle chemio e far in modo che non si abbiano trmioppi dei tanti effetti collaterali dei medicinali..
    mi sembra bellissimo

  21. Registrato da
    09/07/2008
    Messaggi
    1,137
    è bello sì

    e dici infatti non per guarire il malato, ricordo una delle prime cose che mi dissero al corso: non fa i miracoli, serve per vivere meglio certe situazioni che dobbiamo vivere, non per trasformare la realtà come la nostra mente vorrebbe

Pagina 5 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 73
    Ultimo Messaggio: 24/06/2018, 13:33
  2. tutto è bene quel che finisce bene però.....
    Di gingerina nel forum Malasanità - buonasanità
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 18/09/2012, 07:45
  3. Ma ha un senso stare qui??
    Di margot78 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 06/03/2012, 21:23
  4. ho capito bene sul modo di fare triestino?
    Di dingoman nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 47
    Ultimo Messaggio: 31/05/2011, 17:22
  5. stare in condominio.....
    Di agrodolce nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 31/08/2007, 12:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online