Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 5 di 11 PrimaPrima 123456789 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 100 di 208

Discussione: Omeopatia e Omotossicologia - informazioni

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Inoltre la ricerca del rimedio similare ha caratteristiche diverse a seconda che si debba trattare una malattia acuta o cronica.

    Pur restando validi i presupposti dell’inquadramento del paziente dal punto di vista costituzionale e biotipologico, diatesico e temperamentale.

    Conoscere l’individuo dal punto di vista costituzionale e diatesico, è necessario per fare veramente medicina preventiva, nel senso che si può inferire "a priori" il tipo di patologie cui può andare incontro un soggetto nel corso degli anni, quali saranno gli organi più coinvolti, e che tipo di lesioni presenteranno.

    Si potrà così consigliare uno stile di vita, un regime dietetico, che tenderanno a salvaguardare quegli organi che sono più vulnerabili e che quindi più facilmente potranno andare incontro a malattie.
    Ultima modifica di pippofranco; 28/12/2011 alle 13:00

  2. # ADS
    Omeopatia e Omotossicologia - informazioni
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,098
    Citazione Originariamente Scritto da anna1401 Visualizza Messaggio
    (Dr Luigi Marcello Monsellato)

    Il concetto di diatesi omeopatica affonda le sue radici nella diversa concezione di malattia in omeopatia, intesa, in senso dinamico, come modificazioni dell’organismo e della sua struttura bioenergetica, della sua forza vitale, di fronte a cause esterne, potenzialmente morbigene o ostili.

    Le forze interne dell’individuo tentano di mantenere, sulla base della sua costituzione biotipologica, l’omeostasi, opponendosi alle aggressioni esterne.
    Le forze esterne, prevalentemente sociali, interpersonali, affettive, ma anche alimentari, batteriche o virali, tentano di modificare l’individuo, per adattarlo alle proprie leggi di necessità.

    Questa lotta, in realtà, è cominciata fin dalla comparsa dell’uomo sulla terra, ragion per cui la “forza vitale” degli individui, ovvero le potenzialità reattive degli esseri umani alle aggressioni esterne, si sono sempre di più indebolite.
    Questa visione della malattia è sintonica con la definizione che ne dava IPPOCRATE(460 a.c.-377 a.c.): La malattia è un disordine fisiologico dell'intero organismo che dipende dalle reazioni individuali che si oppongono alle influenze della natura e dei fenomeni cosmici

    dr. vincenzo valesi
    Ultima modifica di anna1401; 28/04/2008 alle 17:58
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  4. Registrato da
    27/04/2008
    Messaggi
    5

    curiosità su costituzione e diatesi...

    i rimedi omeopatici a bassa diluizione agiscono sul sintomo con la stessa efficacia indipendentemente dalla costituzione e dalla diatesi del paziente?

    la mia costituzione è fosforica e la diatesi tubercolinica.

    Nel tempo, una persona che presenta le problematiche legate ad una diatesi, se mal curato o curato con allopatia, può "migrare" in un'altra?

    Mi scuso se le domande sono esposte in maniera poco chiara
    esempio: quando ero piccola ricordo di aver avuto molti problemi relativi alla pelle... piccole cose, eczemi, desquamazioni (soprattutto sul cuoio capelluto, sull'orecchio) verruche. Tutto curato con prodotti allopatici.
    Successivamente i miei problemi sono diventati altri (cistite, candida, una polmonite).

    Psora e tubercolinismo sono collegate?
    Grazie...
    Ultima modifica di anna1401; 13/01/2009 alle 18:19

  5. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,098

    Re: costituzioni e diatesi

    I rimedi omeopatici a bassa diluizione interagiscono comunque col sistema biologico, ma con una risposta migliore se risuonano, oltre che col concetto di similitudine, anche con l'affinità per la COSTITUZIONE e con la sua DIATESI preferenziale.

    La costituzione può modificarsi nel corso della vita in seguito all'interazione con l'ambiente (fattori socio culturali, educazionali, alimentazione, abitudini di vita) e anche l'età può favorire questo viraggio".

    Di conseguenza possono anche modificarsi le modalità reattive( DIATESI) che già sono presenti tutte in noi, ma la cui espressione è favorita da un certo aspetto costituzionale rispetto a un altro, perchè l'abito costituzionale fornisce il substrato materiale biologico è immunitario per cui una certa diatesi ha la possibilità di esprimersi.

    Hanemann aveva distinto 3 diatesi: PSORA, LUE, SICOSI
    solo successivamente nell'ambito della PSORA si è voluta identificare un'altra particolare modalità reattiva definita TUBERCOLINISMO.
    dr. vincenzo valesi



    ____________________ __________________
    Ultima modifica di anna1401; 13/01/2009 alle 18:20
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  6. Registrato da
    29/04/2008
    Messaggi
    2

    tipo inverso?

    Dalla lettura del "tipo", nella mia famiglia mi sembra l'inverso!
    E' mai possibile che un profilo cosi' dettagliato sia adatto al tipo contrario?
    -specifico, ci sono nella nostra famiglia maschi dai 7 ai 75 anni:

    • Soggetto tendenzialmente basso e grasso.
    -nella mia famiglia come uomini siamo tendenzialmente oltre 185cm e circa 80kg, mi sembra proprio non bassi e non grassi
    • Articolazione rigide
    -siamo sportivi
    • Mano quadrata
    -mano e dita allungate
    • Angolo braccio-avambraccio aperto verso l'alto
    -no, verso l'interno
    • Denti e unghie tendenzialmente quadrati
    -denti rettangolari e unghia ovali
    • Bambino: testa grossa, ventre prominente, linfatico, vorace
    - bambini: non testoni, ventre piatto e magrini, mangiano poco
    Psiche:
    • Ordinato e disciplinato
    -il tipo in auge presso la ns. famiglia e': disordinato, ribelle e creativo
    • Rispettoso, responsabile,coscien zioso
    -spesso i maschi della ns. famiglia sono definiti irresponsabili e incoscienti

    Predisposizioni morbose:
    • Eczema e diarrea
    • Arterosclerosi
    • Artrosi
    • Malattie metaboliche[/QUOTE]
    - i maschi della mia famiglia hanno TUTTE QUESTE predisposizioni morbose... ma allora l'analisi dei tipi...e' esattamente l'opposto!

  7. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,098

    apparenti incongruenze

    Le costituzioni non sono mai perfettamente pure, spesso anzi sono "embricate", e possono modificarsi nel corso della vita in seguito a fattori esogeni alimentari, educazionali, di abitudini di vita, di sport, ed endogeni (per esempio spinte ormonali metaboliche e/o endocrine fisiologiche e /o patologiche).

    Dal momento che una determinata costituzione è caratterizzata dal prevalente sviluppo di un foglietto embrionale rispetto agli altri (quello che condizione la debolezza e la forza dei vari organi e apparati) è del tutto comprensibile, alla luce del fatto che "la funzione sviluppa l'organo", che se un bambino "carbonico" endoblastico si fa tre ore di palestra tutti i giorni, possa assumere le caratteristiche di un "sulfurico", perchè favorisce un maggiore sviluppo della massa muscolare che deriva dal mesoderma.

    Inoltre le costituzioni tendono a modificarsi sia pure con sfumature diverse
    nelle varie età della vita, essendo i lattanti e i bambini nella prima infanzia orientati tendenzialmente verso la costituzione carbonica, e potendo poi passare con l'adolescenza, l'età adulta e la senescenza, a caratteristiche che possono richiamare alcuni aspetti delle costituzioni fluorica, fosforica e sulfurica.

    Rimarrà sempre l'impronta principale della costituzione "GENOTIPICA ma essa potrà avere una variabile espressione "FENOTIPICA" in relazione all'interazione
    con l'ambiente.
    dr. vincenzo valesi
    ____________________ _________________
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    Requisiti necessari ?...

    dottore, l'occhio del medico esperto, per ridurre il margine di errore nel "posizionare" una persona in una determinata costituzione, di che altre caratteristiche deve tener conto maggiormente in quella persona?
    Non basta una foto per capire...
    Ultima modifica di anna1401; 13/01/2009 alle 18:21

  9. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,098
    Non basta una foto, è logico, semmai servirebbe un film, ma questo comunque può solo orientarci. E' chiaro che serve poi tutto quello che fa parte di una più o meno normale visita medica, fatta di raccolta della storia del paziente, della valutazione dei parametri cardiocircolatori, respiratori, di un esame obbiettivo dei principali apparati respiratorio, digerente.
    E' solo un modo di osservare e correlare i fenomeni secondo un'altra chiave di lettura, che comunque non esclude l'importanza anche di una valutazione clinica tradizionale.
    dr. vincenzo valesi
    ____________________ ____________________ ____________________ __
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    Costituzioni omeopatiche - cosa sono ?

    La malattia per l’omeopata è il risultato dell’interazione tra una causa scatenante - che può essere di origine ambientale, chimica, psichica o fisica - il corredo genetico e la capacità reattiva dell’individuo.

    Già Hahnemann nell’Organon spiegava: “Quelle che noi chiamiamo malattie sono in realtà manifestazioni delle perturbazioni del principio vitale, che tenta di spingere l’organismo alla guarigione”.

    Componenti fondamentali della diagnosi omeopatica sono lo stato d’animo del paziente, che costituisce uno dei sintomi più importanti che va sempre rilevato, e il “terreno”, ovvero le caratteristiche generali definite dalla “costituzione” di appartenenza e dalla “diatesi”.

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    La costituzione è l’insieme dei caratteri psicofisici di un soggetto.
    Mentre per diatesi si intende la predisposizione di un certo organismo a contrarre certe malattie.

    Le due classi sono correlate perché ogni costituzione tende preferibilmente ad una certa diatesi, anche se è molto difficile trovare individui che appartengano del tutto ad una sola delle costituzioni omeopatiche.

    L’individuazione delle costituzioni omeopatiche risale ai tempi di Ippocrate, quando si distingueva tra quattro tipologie di soggetti corrispondenti ai quattro umori del corpo, teoria che dominò incontrastata fino alla metà dell’Ottocento:

    il Melanconico, che si riteneva caratterizzato da un eccesso di bile nera.

    Il Collerico da un eccesso di bile gialla.

    Il Flemmatico da eccesso di flegma.

    Il Sanguigno da eccesso di sangue.
    Ultima modifica di anna1401; 09/05/2008 alle 18:54

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    In omeopatia si riconoscono quattro costituzioni principali che traggono il loro nome dal rimedio caratteristico più simile al soggetto:
    Sulfurica (dal Sulfur)
    Carbonica (dalla Calcarea carbonica)
    Fosforica (dalla Calcarea fosforica)
    Fluorica (dalla Calcarea fluorica)

    Una breve descrizione delle costituzioni da un punto di vista fisico, psichico e patologico, aiuterà a capire meglio le tipologie omeopatiche, tenendo conto però che esistono per ognuna vari biotipi e che anche le costituzioni si sono evolute nel tempo.
    Ultima modifica di anna1401; 13/05/2008 alle 18:22

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Carbonica

    La Calcarea carbonica si ricava dal guscio sminuzzato delle ostriche, è una costituzione tipica dell'età pediatrica e adolescenziale.

    Il Carbonico è di statura media, brevilineo, tende all'obesità flaccida, la sua cute è fredda e pallida, l'aspetto è stanco, i gesti lenti e goffi, i suoi muscoli atonici. Il viso è rotondo ed il collo è largo e corto. La mano è quadrata, come i denti e le unghie.

    Il Carbonico è un tipo calmo, sedentario, apatico e molto pigro, è razionale, pauroso, disciplinato e responsabile.
    È spesso ipotiroideo, ovvero la sua tiroide funziona in modo insufficiente, con conseguente riduzione degli ormoni tiroidei in circolo che provoca un rallentamento di tutte le funzioni organiche, con tendenza all'obesità e alla facile stancabilità, può soffrire di una degenerazione dei tessuti vascolari, di artrosi e varici, malattie metaboliche, reumatismi e ipertensione.

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Sulfurica

    Prende il nome dal metalloide zolfo che catalizza reazioni biochimiche fondamentali dell'organismo, soprattutto nei processi di detossicazione, è un rimedio di modulazione che accelera o rallenta il metabolismo.

    Nella costituzione sulfurica si distinguono due sottotipi: il sulfurico grasso e il sulfurico magro.

    In genere di media statura è robusto, aggressivo e sempre attivo. Il suo colorito è rosso, la cute è calda ed il viso è di forma quadrata.
    È impulsivo, combattivo e passionale, ipercritico, nervoso.

    È un soggetto cronicamente intossicato che elimina attraverso le mucose: respiratorie, digestive, genito-urinarie, oculari.
    Soffre spesso di sintomi alternanti e recidivanti: prurito, secrezioni, bruciori, cefalee e nevralgie.
    Il suo metabolismo tende ad alterarsi (diabete, gotta, calcolosi epatica e renale, obesità).

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Fosforica

    Il fosfato di calcio è presente in tutti i tessuti organici e in questo soggetto i problemi sono legati al metabolismo di questi due minerali.
    Si presenta magro e alto con un aspetto elegante, la sua pelle è chiara e pallida ed il viso triangolare ed allungato.

    Il torace è esile ed i suoi arti sono lunghi e sottili. L'angolo braccio-avambraccio è tendenzialmente in linea.
    Sono bambini magrolini, con appetito alterno, insonnia e umore variabile.

    Il Fosforico si esaurisce facilmente e la sua vita interiore domina su quella di relazione. È spesso ipoteso e molto freddoloso. Ha un'intelligenza brillante ma è anche insoddisfatto e scontento.

    È sempre malaticcio ma di rado soffre di gravi malattie, piuttosto di dimagrimento, anemia e di una demineralizzazione progressiva.
    Lo sviluppo degli organi che hanno funzione di sostegno e di movimento è insufficiente e quindi i suoi muscoli sono molto deboli, i legamenti tendono ad allentarsi, le ossa tendono ad assumere curvature viziate.

    Ne possono derivare: scoliosi, cifosi, piedi piatti, petto scavato, prolassi e lassità dei legamenti.
    Predisposizioni morbose: rinofaringiti, bronchiti, diarree, cefalee, pertosse, cistiti recidivanti, squilibri immunitari fino all'autoimmunità.

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Fluorica

    Il fluoruro di calcio è il rimedio della costituzione fluorica, che non è considerata una costituzione normale ma una deviazione patologica della costituzione fosforica.

    È un soggetto dall'aspetto asimmetrico, dai legamenti molto lassi, con muscoli poco tonici e dentizione irregolare. Le dita della mano sono flessuose ma anch'esse asimmetriche.
    È un tipo instabile e indeciso ma dotato di un'intelligenza intuitiva.
    Può soffrire di scoliosi, cifosi, malattie ulceranti (ad esempio rettocolite ulcerosa). ipercalcificazioni, osteoporosi, prolassi, ernie, varici, emorroidi.
    Ultima modifica di pippofranco; 28/12/2011 alle 13:00

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Hahnemann, partendo dalla osservazione che i rimedi erano tanto più efficaci quanto più erano diluiti e dinamizzati, ipotizzò che nell’uomo dovesse esserci una energia, all’epoca non nota, che rispondeva alle minime sollecitazioni dei rimedi e dava al corpo la possibilità di guarirsi. Hahnemann chiamò questa forza "energia vitale"

    Se il flusso di questa forza è disturbato (stress, cattiva alimentazione, tossine, di qualsiasi natura cioè sia fisiche che psichiche o elettromagnetiche), si viene a creare disequilibrio ed in questa fase si instaura la malattia (batteri,virus o qualsivoglia agente esogeno, rappresentano il fattore scatenante del disequilibrio presente nell’organismo).

    Cosa può voler dire questo? Una tra le tante ipotesi formulate è che con il rimedio omeopatico si va a dare una informazione, (che potrebbe essere di natura elettromagnetica), ai meccanismi omeostatici dell’individuo per far fronte al perturbamento dell’equilibrio.

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    La Costituzione

    Per costituzione si intende lo studio delle caratteristiche fisiche e psichiche del soggetto, sano ed in equilibrio.
    Le varie correnti di pensiero hanno preso in considerazione vari metodi classificativi, (relazione tra arti e tronco, - prevalenza di alcuni apparati e sistemi funzionali dell’organismo - prevalenza di sistema neurovegetativo oppure somatico e così via), ma di base, corrispondono a quattro costituzioni:

    Carbonica, Sulfurica, Fosforica, Fluorica.

    Anche se non si osservano mai o quasi mai dei tipi costituzionali puri, questa classificazione risulta molto utile perché fa capo a classi di rimedi che per alcuni aspetti corrispondono a dei capostipiti.

    In seguito, con il procedere degli studi, altri autori hanno proposto altre classificazioni, che vanno ad ampliare e completare queste.

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    In particolare Martiny ha evidenziato l’importanza dei fenomeni embriogenetici nello sviluppo del soggetto nel condizionare sia caratteristiche psico-fisiche, che predisposizioni a determinate malattie.

    Questa impostazione completa ed integra sia la originale suddivisione ippocratica dei vari temperamenti (linfatico, sanguigno, bilioso, atrabilioso) che quella dell’omeopatia classica.
    In base a questa classificazione si hanno quattro gruppi costituzionali:

    Endoblasta, Mesoblasta, Ectoblasta e Cordoblasta.

    Grossolanamente si può dire che L’Endoblasta corrisponde alla costituzione carbonica, il mesoblasta alla sulfurica e l’ectoblasta alla fosforica.

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Costituzione carbonica: (brachitipo)

    arti più corti rispetto al tronco,
    mani grosse,
    tendenza a svilupparsi più in larghezza che in altezza,
    rigidità muscolare.
    Tendenza a trattenere liquidi, obesità per rallentato funzionamento dell’ipofisi e delle ghiandole endocrine da essa controllate.
    Tendenza alla lentezza, ordinato, tenace, freddoloso.

    Corrisponde, a grandi linee, ad una predominanza dallo sviluppo embrionale del foglietto endoblastico, da cui si origina l’apparato digerente con le sue ghiandole.

    Sono soggetti a cui piace la buona cucina, sono dei buongustai, golosi, che spesso vanno incontro a malattie dismetaboliche.
    Si avvicina al temperamento linfatico di Ippocrate.

    Le predisposizioni morbose sono caratterizzate da: patologie allergiche, malattie che interessano le ghiandole linfatiche e l’intestino in età pediatrica, e malattie degenerative (verso la sclerosi) in età adulta (atero-arteriosclerosi, degenerazione sclerotica dei parenchimi nobilicuore, rene, fegato, encefalo )

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993
    Costituzione Sulfurica: (Normotipo)

    scheletro armonico,
    muscolatura ben sviluppata e tonica,
    mani e dita ben proporzionata.
    Buona resistenza allo sforzo,
    dinamico, attivo, creativo, ma a volte instabile e volubile.

    Corrisponde ad un armonico sviluppo dei tre foglietti embrionali, con lieve predominanza del mesoblasto (che da origine al sistema cardiocircolatorio, urogenitale, milza, muscolatura liscia)

    Soggetti estremamente dinamici e creativi, sono però poco costanti, socievoli, vivono bene in mezzo agli altri, di cui cercano il consenso.
    Corrispondono al temperamento sanguigno di Ippocrate.

    Le patologie cui vanno incontro sono le patologie a carico del sistema cardiocircolatorio e respiratorio, problemi dermatologici.

Pagina 5 di 11 PrimaPrima 123456789 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Omeopatia - Omotossicologia in gravidanza
    Di giucky nel forum Terapie e Tecniche complementari
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 11/09/2015, 11:44
  2. Infiammazioni croniche e omotossicologia
    Di francycaos nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 13/08/2010, 12:50
  3. omeopatia?
    Di lallla82 nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14/10/2008, 21:44
  4. omeopatia
    Di vanda nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05/09/2005, 11:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online