Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 5 di 10 PrimaPrima 123456789 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 100 di 196

Discussione: il corpo racconta

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    l'osservazione dell'uomo mentre comunica

    In linea con il comportamentismo, la pragmatica della comunicazione indica, come via maestra alla comprensione della psiche, l'osservazione dell'uomo mentre comunica.
    L'uomo non Ŕ e non sarÓ mai una monade, un pianeta isolato dagli altri, anche quando Ŕ solo e silenzioso in mezzo al nulla. E' impossibile non comunicare, perchŔ ogni comportamento Ŕ comunicazione, invia un messaggio agli altri, che lo si voglia oppure no.

  2. # ADS
    il corpo racconta
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Nella comunicazione si apre la relazione

    ovvero la relazione con l'altro Ŕ giÓ implicita nella stessa esistenza umana. Ogni persona Ŕ "una", "nessuna" e "centomila", come insegna Pirandello.

    L'identitÓ personale, quello che noi pensiamo di noi stessi e quello che pensiamo che gli altri pensino di noi, si mette assieme, pezzo dopo pezzo, in tutti gli scambi di parole e azioni che abbiamo con gli altri esseri umani.

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    dove i comportamenti sono circolari: non Ŕ possibile stabilire quale Ŕ la causa e quale lĺeffetto, cosa viene prima e cosa viene dopo. Ogni comportamento Ŕ, insieme, azione e risposta ad un'altro comportamento.

    La circolaritÓ mette fuori campo il dualismo causa-effetto che, come uno stampo, ha dato forma per secoli a tutti i discorsi della scienza. Il sistema delle persone che comunicano con altre persone Ŕ sempre un universo a sÚ stante, governato da regole e processi propri.

    Quando le regole che tengono in vita il sistema fanno "corto circuito", la comunicazione si ammala e pu˛ essere guarita solo da chi, con un intervento esterno, pu˛ modificare le regole del gioco.

    di Linda Scotti
    fonte: comunicobene.com/contenuto/relazione

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Chiedi e ti sarÓ detto

    L'albero della conoscenza ha molte radici. Ci sono percorsi e radici che parlano di saperi molteplici e distinti. Ci sono concimi che sono utili solo a porzioni dell'albero e altri nutrimenti che sono necessari per conservare la vita di ogni cellula. C'Ŕ qualcosa che fa crescere ed alimenta con passione il sapere umano e questo qualcosa Ŕ la domanda.

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Chi domanda apre una porta, accende una luce

    Se fosse possibile, il punto interrogativo meriterebbe un posto d'onore in un manuale di punteggiatura. Chi domanda apre una porta, accende una luce. La domanda Ŕ un segnale di vicinanza, una stretta di mano che chiede di entrare, di avvicinarsi un po' di pi¨ al mistero di chi parla con noi.

    Facciamo attenzione alle domande che ci incontrano.

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Dietro ogni richiesta, c'Ŕ un'intenzione, un obiettivo.

    Chi ha in mente un punto interrogativo, ha un'informazione che gli manca, un'ombra che nasconde qualche oggetto che ha un significato e un valore per chi domanda. L'intenzione, talvolta, pu˛ essere piccola e poco significativa. Si esaurisce nella banale e semplice curiositÓ di un "che ore sono?" o di un "come si chiama il tuo cane?".

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    domande che arrivano al cuore di una questione

    Quello che ci interessa davvero, Ŕ comprendere e saper utilizzare le domande che arrivano al cuore di una questione.

    Un passo dopo l'altro, ci conducono proprio lÓ dove volevamo arrivare. Questo genere di domande, prima di ogni altro requisito, mettono in cima a tutto la chiarezza dell'intenzione.

    Che cosa vogliamo fare con questa richiesta?
    Dove vogliamo arrivare?
    Che ci aspettiamo dall'altro?

  9. Registrato da
    15/12/2005
    Messaggi
    52
    Davvero molto interessante anna1401: grazie.

  10. Registrato da
    04/01/2006
    Messaggi
    12
    Anche io credo che a volte Ŕ meglio conoscere qualcosa delle domande che tutto delle risposte....

  11. Registrato da
    04/01/2006
    Messaggi
    12
    Anche io credo che a volte Ŕ meglio conoscere qualcosa delle domande che tutto dalle risposte....

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Smile ... continuando......

    Che genere di persona Ŕ? Che cosa si aspetta da me?

    Insieme a questo passaggio essenziale, disegnamo e ricordiamo i tratti distintivi del destinatario della domanda. Che genere di persona Ŕ? Che cosa si aspetta da me? Questo genere di informazioni di base, a proposito dell'obiettivo e del destinatario del messaggio, sono scolpite nella pietra e bisogna tenerle davanti agli occhi in qualsiasi contesto di comunicazione.

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    il contesto.

    Ecco, mancava all'appello proprio lui: il contesto. Ogni relazione comunicativa ha il suo habitat, il suo specifico contesto, dove io gioco un ruolo, tu ne giochi un altro e siamo dentro un mondo di conoscenze e significati condivisi.

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Per conoscere una persona

    Quando ci interessa conoscere davvero una persona, oppure scoprire fette interessanti della sua esperienza, quello che facciamo Ŕ fare qualche domanda. Dove mira la nostra richiesta? Se la domanda Ŕ ben formulata, il suo biglietto da visita Ŕ la precisione. Tanto pi¨ la richiesta Ŕ pertinente e precisa, tanto meglio correrÓ incontro all'esperienza e alla mappa del mondo di una persona.
    Certo, c'Ŕ modo e modo di fare una domanda. Se siamo in rapporto, se siamo in armonia con la persona, allora possiamo avanzare richieste che, altrimenti, sarebbero anticipate da una pesante e meritata porta in faccia.

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    E' tempo di lasciar spazio alla curiositÓ

    Detto fatto: siamo in un contesto positivo e favorevole per le nostre domande. E' tempo di lasciar spazio alla curiositÓ. Che cosa chiedere? Il contenuto non Ŕ importante o, almeno, sono fatti nostri. Quel che conta davvero, Ŕ la forma delle domande, ovvero quello che stiamo cercando, la nostra intenzione.

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Facciamo qualche esempio.

    Una persona dice: "Tutte le donne che leggono riviste femminili sono superficiali e pettegole." Noi pensiamo che questa affermazione sia una fesseria. Come facciamo ad esplorarne le componenti e, di seguito, a smontarla? La prima cosa da fare Ŕ capire perchÚ un'affermazione di questo genere Ŕ una fesseria. Lo Ŕ, innanzitutto, dal punto di vista formale.

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    generalizzazione

    Quando qualcuno tira in ballo l'intero genere umano o buona parte di esso con un "tutti", siamo in cattiva compagnia di una generalizzazione. La persona in questione ha incontrato qualcuno con certe caratteristiche ed estende una singola esperienza alla generalitÓ di tutte le esperienze possibili.

    Le domande utili per aprire una crepa nella sua convinzione sono: "Proprio tutte le donne sono cosý? Non ti Ŕ mai capitato di conoscerne una che leggeva una rivista femminile e non era superficiale? E se la incontrassi, come sarebbe?".

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Nella vita la faccenda Ŕ pi¨ complicata

    Da qui, Ŕ molto grande lo spazio per far correre altri punti interrogativi. Ad esempio, Ŕ interessante sapere che cosa significano gli aggettivi "superficiali" e "pettegole". Certo, sul dizionario della lingua italiana troviamo definizioni ufficiali e condivise di una parola. Nell'esperienza di vita, tuttavia, la faccenda si complica parecchio.

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Chi sa che cosa significa per me una parola?

    Se facciamo un esperimento e chiediamo a tre persone di definire che cosa significa per loro "superficiale", otterremo tre risposte differenti. Ogni risposta, ogni definizione Ŕ la traduzione in codice linguistico di una singolare esperienza, che ha trovato un marchio ritenuto adeguato nella parola "superficiale".

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Arrivati qui, che cosa vale la pena di chiedere?

    La domanda da fare Ŕ: "Che cosa significa per te superficiale? Che cosa intendi con pettegola?". Le risposte che arrivano sono fonte di un continuo stupore e di una crescita personale di valore inestimabile.

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Quando facciamo cadere una convinzione limitante

    e lo Ŕ perchÚ nasce dalla generalizzazione di una brutta esperienza - siamo come astronauti che scoprono nuovi mondi. Se cambia una convinzione, le facce delle cose e delle persone cambiano il loro significato. Abbiamo nuove possibilitÓ di interpretare e di vivere che non vedono l'ora di essere scoperte.
    di Linda Scotti
    fonte:comunicobene.c om/contenuto/domanda

Pagina 5 di 10 PrimaPrima 123456789 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. mangiare sul suo corpo....
    Di gommagomma nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 27/02/2008, 17:53
  2. Quando un poeta ci racconta le ragioni della vita
    Di dado nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 16/01/2008, 21:49
  3. Eiaculazione sul corpo...
    Di Il Professore nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 23/05/2006, 14:33
  4. gente che m racconta fantasie?
    Di nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 01/02/2006, 04:40
  5. Risposte: 58
    Ultimo Messaggio: 15/01/2006, 01:12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB Ŕ Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] Ŕ Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML Ŕ Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. ╚ vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online