Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 41 a 60 di 90

Discussione: Riflessologia del piede e della mano

  1. Registrato da
    05/08/2008
    Messaggi
    14

    Benefici senza medicine...

    è davvero molto interessante tutto questo.. io non ero a conoscenza di queste cose, ma dopo aver provato quel sottopiede ed averne trovato dei benefici mi sono informata al riguardo, è tutto molto molto affascinante ed interessante..
    anche perchè, è molto bello riuscire a trovare dei benefici senza dover prendere delle medicine, che si sa, non fanno sempre bene, voi che dite??
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:12

  2. # ADS
    Riflessologia del piede e della mano
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106

    Riferimento: Benefici senza medicine...

    concordo che c'è necessità di informazione rispetto all'autotrattamento. . però è vero anche che, per un approccio superficiale si può sperimentare su se stessi.. io ad esempio mi tratto il mal di schiena attraverso la digitopressione alla mano!
    come sempre solerti ed esaustivi!
    grazie per le risposte.
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:13

  4. Registrato da
    05/08/2008
    Messaggi
    14

    Riferimento: I prezzi?

    Citazione Originariamente Scritto da adularja Visualizza Messaggio
    ...ehm...quali sono i prezzi di questo "giochino" ??
    io l'ho pagato 84 euro comprese le spese di spedizione.. considera che altri plantari possono arrivare anche a 150 euro..!
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:14

  5. Registrato da
    05/05/2008
    Messaggi
    106

    Riferimento: I prezzi?

    e tu me lo consiglieresti? cioè dici che davvero porta benefici?
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:14

  6. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,043

    messaggi selettivi

    Quello che dobbiamo domandarci però è se una stimolazione globale di tutte le zone del piede sia in grado di determinare una risposta selettiva rivolta ad agire su un particolare problema, o se non sia meglio indirizzare la stimolazione sulla zona specifica che ci interessa, in modo da canalizzare la risposta solo su quel problema. Nel senso che rimanere troppo sul generale
    e stimolare tutto rischia di disperdere la selettività del riflesso terapeutico.
    In un certo senso potrei dire che farsi una bella passeggiata a piedi scalzi
    o con una suola sottile è un massaggio generalizzato del piede che può fare bene, ma se vuoi agire per esempio su una colite funzionale sai che da una certa zona della pianta( e solo da quella zona) partono fibre nervose che attraverso un riflesso midollare vanno ad agire sull'innervazione neurovegetativa del colon; e quindi stimolare la zona dello stomaco, o della
    faringe o della vescica, può "diluire" la selettività della risposta?
    dr. vincenzo valesi
    ____________________ ____________________ ____________________ ____
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  7. Registrato da
    05/08/2008
    Messaggi
    14

    Riferimento: messaggi selettivi

    io che lo sto provando posso chiarire questo suo dubbio: il sottopiede, forse lo avevo già scritto non ricordo, è composto di piolini in rame intercambiabili.sul manuale del sottopiede sono indicate ben 11 disposizioni diverse dei piolini. ovvero se una persona ha problemi di diabete, dispone i piolini solo in alcuni fori e così per tutti gli altri problemi in 11 disposizioni diverse possibili.
    cosicchè ogni possa "personalizzarlo " a seconda del problema di ciascuno, senza andare a stimolare tutto.

    E' anche vero che tutto è soggettivo e dunque rispetto anche la sua opinione in merito.
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:15

  8. Registrato da
    05/08/2008
    Messaggi
    14

    Smile Riferimento: I prezzi?

    Citazione Originariamente Scritto da adularja Visualizza Messaggio
    e tu me lo consiglieresti? cioè dici che davvero porta benefici?
    è ovvio che, come tutti i prodotti, il fatto di trovare dei benefici oppure no è molto soggettivo. io ti posso solo portare una mia esperienza che sto vivendo e ti dico che io mi sto trovando bene.
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:15

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Arrow Mappe

    Qui ci sono delle pratiche mappe da consultare

    Mappa dei punti riflessi del piede
    http://www.aspeterpan.com/fitness/reflex002.htm

    Mappa dei punti riflessi della mano
    http://www.aspeterpan.com/fitness/reflex003.htm

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:16

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Plesso solare e punti sciatici
    Data la grande importanza che rivestono nel funzionamento del sistema neurovegetativo e nella produzione di endorfine, vanno trattati a parte.

    Il plesso solare è il "centro di smistamento" nervoso degli organi addominali. La sua stimolazione ha quindi effetto in generale su tutti gli organi addominali e, come è facile intuire, per riflesso anche sull'intero organismo.
    La stimolazione dei punti riflessi del plesso solare ha effetto rilassante o stimolante a seconda di come viene eseguita.
    Su un soggetto agitato, allo scopo di rilassare, si agirà massaggiando dolcemente, mentre su un soggetto ipotonico la stimolazione sarà più energica e verrà eseguita con rapide e frequenti pressioni.

    La stimolazione (dolorosa) dei punti sciatici, invece, stimola la produzione di "endorfine". Le endorfine sono sostanze anestetiche che il nostro organismo produce autonomamente, e servono quindi per combattere generalmente qualsiasi sindrome dolorosa.
    Sui punti sciatici dei piedi si agisce con pressioni locali esercitate con le dita, mentre sulla mano conviene adoperare piccoli strumenti quali matite o grossi pettini a denti larghi.

    Fonte Punti sciatici
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:16

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Arrow Riflessologia: LE DITA

    Informazioni tratte da Tratto da http://www.reflessologia.it/libro2_LeDita.htm

    Le dita rappresentano quasi un universo a se, l’immagine della complessità della testa, del cervello e delle sue funzioni, con in più rispetto alle conoscenze occidentali: la componente energetica.

    Quando individuiamo l’area riflessa della vescica e la massaggiamo, agiremo sull’area riflessa della vescica fisica, organica; quando invece massaggiamo il tratto dello zu taiyang (meridiano della vescica) sulla parte esterna del dorso del piede, stiamo agendo sulla componente energetica della vescica.

    Le tre falangi delle dita ci riportano al concetto dell’uomo situato tra cielo/terra.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:16

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    La prima falange posta in basso, rappresenta la terra, la polarità negativa, lo yin, in relazione con quanto del nostro corpo assolve le funzioni più fisiche: la procreazione, l’evacuazione, la sessualità.
    Sul corpo corrisponde alla regione compresa dall’ombelico in giù.

    La terza falange
    , la più distale, chiamata anche falangetta, essendo la più alta, è in relazione con il cielo e con quanto vi associamo: la polarità positiva, il pensiero, le facoltà non fisiche, l’idealità, tutto ciò che i cinesi racchiudono nel concetto di shen (spirito), il solare, lo yang.
    Sul corpo, detta falange comprende la regione dal diaframma in su, associabile quindi alla respirazione, alla componente elettrica del battito cardiaco e quanto altro evoca qualcosa di non prettamente fisico.

    La falange mediana, detta anche falangina, rappresenta l’uomo. Situata tra cielo e terra, ne assolve la funzione di mediazione, ne è il crocevia, organicamente, rappresenta lo spazio e gli organi situati tra il diaframma e l’ombelico.
    È in relazione con quanto concerne la metabolizzazione: i cinesi, infatti, considerano lo stomaco il mare della metabolizzazione dei cinque sapori, intesi come i cinque cereali, oppure il mare dei liquidi e dei solidi provenienti dalla nutrizione.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:16

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Dito a uncino

    Un dito a uncino presenta una deformazione di tipo artrosico che determina una callosità sull’articolazione falangina/falangetta.
    Il paziente manifesta delle problematiche inerenti al rapporto uomo/cielo, cioè alla regione dal diaframma in su e a tutto ciò che corrisponde al cielo, al mentale, allo shen, alla spiritualità. Tutto considerato anche in relazione al percorso del meridiano corrispondente, e dell’ulteriore distinzione tra piede sinistro e destro.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:17

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Consideriamo ora la forma delle dita:

    (...) Per avere una costante di riferimento terremo presente sempre l’immagine del taiji tu
    la prima parola ci indica il lato del corpo corrispondente: cielo per la sinistra e terra per la destra.
    La seconda parola identifica le articolazioni falange/falangina (I°/II° falange) e falangina/falangetta (II°/III° falange), che corrispondono rispettivamente al rapporto dell’uomo con il cielo, la parte alta e con la terra la parte bassa;

    per cui avremo queste differenti possibilità:
    cielo/cielo, cielo/terra, piede sinistro
    terra/cielo, terra/terra piede destro.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:17

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Traducendo in un esempio pratico queste che potrebbero apparire delle formule astratte, possiamo dire che una manifestazione di artrosizzazione dell’articolazione seconda-terza falange di un dito del piede sinistro, rapporto cielo-/cielo, è interpretabile come la difficoltà o la sofferenza di meditare su problematiche inerenti il puro mentale.
    È il caso di chi ha delle difficoltà a focalizzare la sua attenzione su problemi filosofici o ideali, inerenti l’utilizzo dell’emisfero cerebrale destro.

    Un blocco articolare prima-seconda falange del piede sinistro, cielo/terra, indica la difficoltà da parte dell’individuo a tradurre in pratica, a realizzare concretamente, il prodotto del proprio mentale sul piano affettivo.

    Per esempio: ci si vuole sposare, ma si avverte l’incapacità di trasformare un sentimento puro e ideale, platonico cielo/cielo, in un rapporto più concreto e fisico, cielo/terra.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:17

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    La presenza di un callo o di una callosità sull’articolazione falangina/falangetta

    rapporto uomo/cielo del piede destro, polarità terrestre, ci presenta un soggetto che ha delle difficoltà nell’immaginario, nel mentale, all’interno della sfera razionale, riguardo la pura realizzazione terra/cielo.

    L’altro piede invece riguarda la sfera affettiva mirante alla pura realizzazione cielo/cielo.

    Un progettista, un architetto o un pubblicitario che deve tradurre in concreto il prodotto del suo immaginario, in un periodo di crisi, quando si trova a corto di idee, vive una forma di stagnazione, di cristallizzazione, di stasi, che ostacola la sua creatività.

    Ricordiamo che, ogni qualvolta non riusciamo a verbalizzare i nostri disagi, li somatizziamo, ed ecco quindi che l’irrigidimento o la perdita della funzionalità di un’articolazione è legata a questo processo.


    Il blocco articolare prima/seconda falange del piede destro diventa quindi la sofferenza del rapporto terra-/terra, qualcosa di relativo alla pura fisicità, le difficoltà con il quotidiano, con il lavoro fisico e con i problemi pratici.
    Questi concetti base naturalmente assumono nel caso specifico le valenze relative al percorso del meridiano che raggiunge quel dito.

    Fonte http://www.reflessologia.it/libro2_LeDita.htm

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:18

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Parlando Le dita dei piedi hanno un nome

    Le dita dei piedi, hanno un nome proprio come quelle delle mani, causa il loro raro utilizzo, i nomi delle dita dei piedi sono caduti in disuso, tranne quello del primo dito: alluce.
    Le altre dita vengono chiamate: secondo, terzo, quarto e quinto.
    Noi riproponiamo i loro nomi originari che sono:

    secondo dito melluce
    terzo trillice
    quarto pondulo
    quinto mellino

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:18

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Melluce e trillice

    Lo stomaco è un organo unico e centrale, ha una forma asimmetrica, una specie di sacco simile ad una zampogna.
    Evidenziamo le alterazioni funzionali e organiche dello stomaco di origine psicosomatica sul secondo e terzo dito del piede, appunto melluce e trillice.

    Il secondo dito del piede sinistro lo associamo alla parte alta dello stomaco e ci da indicazioni sulla condizione psicosomatica ed energetica del cardias, che rispetto ad un asse centrale è situato in alto a sinistra, vicino al cuore.

    Il secondo dito del piede destro ci da indicazioni sulle condizioni del piloro, situato in basso a destra, più vicino al fegato.

    Il terzo dito, quello di mezzo, nella sua posizione strategica di centralità, rappresenta la parte centrale dello stomaco.

    (...) Non sarà un caso se incontreremo il secondo o il terzo dito del piede destro o di quello sinistro più lungo delle altre dita.

    Il secondo dito del piede sinistro subisce delle deformazioni in relazione alla sofferenza dello stomaco, per problematiche di origine affettiva.
    All’innamorato, per esempio, si chiude la bocca dello stomaco, gli passa l’appetito, nella sua divina condizione vive una dimensione dove non ha bisogno di cibo poiché sta vivendo d’amore .

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:18

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Viceversa se troviamo una deformazione o sofferenza del secondo dito del piede destro, essa corrisponde alla parte bassa dello stomaco, area del piloro.
    Quando lo stomaco subisce una forma di chiusura, di restringimento, situazione definita comunemente stenosi pilorica, ne viene impedito lo svuotamento, si determina pertanto un aumento e stagnazione dei succhi gastrici, che a livello sintomatico, possono determinare:
    - eruttazione
    - bruciore
    - acidità gastrica
    istintivamente si tende ad assumere sostanze basiche come pane e pasta.

    Ricordiamo che quanto è situato sul lato sinistro del corpo è governato dall’emisfero cerebrale destro, le funzioni inerenti la sfera affettiva.

    L’emisfero cerebrale sinistro regola invece le funzioni della parte destra del corpo, razionale, computerizzatrice del nostro essere.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:19

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Abbiamo diviso lo stomaco in tre sezioni:
    quella più alta a sinistra in prossimità del cuore
    quella centrale
    e quella terminale in basso a destra vicino al fegato.

    La parte centrale dello stomaco, legata al concetto di centro, ha la prerogativa di orientarsi verso tutte le direzioni, di rimanerne coinvolta quasi sempre.
    Il continuo subbuglio ha come estremizzazione emotiva la tendenza alla rimuginazione.

    Le persone verbalizzano questo sintomo dicendo delle situazioni che vivono: "Ce l’ho proprio qui!" "Non và né sù né giù!"


    La parte inferiore dello stomaco localizzata in basso, posteriormente a destra, coinvolge l’attività del piloro che è una valvola che si apre e si chiude, a differenza del cardias situato in alto a sinistra che è un muscolo sfintere, circolare, come l’orbicolare dell’occhio e dell’ano.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:19

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    A questo punto passiamo a un’ulteriore suddivisione, evidenziando le deformazioni del piede sinistro e del piede destro.

    Diventa importante differenziare se le problematiche inerenti a questa suddivisione destra/sinistra, ossia parte alta/bassa dello stomaco, siano determinate da componenti cielo/terra, anche se l’origine rimane più mentale o più fisica, è necessaria l’evidenziazione dei particolari inerenti al dito a martello o a uncino.

    Troviamo il terzo dito, alias parte centrale dello stomaco, allungato quando esiste una forma di prolassamento dello stomaco, quindi un allentamento tessutale.
    Se è più lungo a sinistra il soggetto in esame è una persona che si lascia andare a lunghe fantasie amorose platoniche.

    Se invece è più lungo il terzo dito del piede destro, significa che il soggetto ha una notevole tendenza alla rimuginazione, alla riflessione, proiettato nel campo concettuale, più fisico, più terra.

    Questi stessi principi sono estendibili a tutte le dita: se un dito si allunga è perché l’organo corrispondente a quel meridiano si sta prolassando.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 07/08/2009 alle 15:19

Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Un'altra palla al piede
    Di collenuccio nel forum Chiacchiere politiche
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 10/03/2014, 15:34
  2. piede rotto= nervi!!!
    Di AsiaArgento86 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 103
    Ultimo Messaggio: 30/08/2008, 10:42
  3. il ritorno della mano morta
    Di gibipor nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 21/06/2008, 19:53
  4. Piede femminile
    Di metalindian nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 22/01/2008, 17:21
  5. Piede rotto e dubbi.
    Di nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30/09/2005, 21:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online