Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Home > Salute e Benessere > Il ruolo dell'omeopatia nella gestione dell'ansia

I consigli dell'esperto

Il ruolo dell'omeopatia nella gestione dell'ansia

di - Sanihelp.it
Pubblicato il: 03-03-2016

Nei casi di ansia lieve o moderata, i medicinali omeopatici possono costituire una valida scelta terapeutica: ecco tutti i consigli dell'esperto.


5 - Tecnostress e lavoratori digitali


<
Tecnostress e lavoratori digitali
Thinstock

5 - Tecnostress e lavoratori digitali


Il tecnostress è una nuova forma di stress legata ad un eccessivo utilizzo dei dispositivi elettronici, che impongono di essere sempre connessi: non a caso, tra le categorie più esposte rientrano i lavoratori digitali, spesso vittime di mal di testa, calo di concentrazione, tensioni neuromuscolari, stanchezza cronica, ansia e insonnia.

«In caso di sovraffaticamento mentale, con sensazione di stanchezza e spossatezza fisica, irritabilità e apprensione ingiustificata, suggerisco Kalium phosphoricum 9 CH, cinque granuli al mattino e alla sera – aggiunge il dottor Calandrelli – Se il paziente lamenta stanchezza con difficoltà nella concentrazione e disturbi della memoria dopo eccessi lavorativi, irritabilità e cefalea, consiglio Anacardium orientale 9 CH».

Qualora il tecno-stress si presenti sotto forma di perdita di concentrazione, affaticamento, alterazioni dell’umore e tensioni neuromuscolari invece, è consigliabile assumere due compresse per tre vote al giorno di Datif PC.



Clicca qui sotto per vedere i consigli:

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Intervista al dottor Andrea Calandrelli, Medico di famiglia, specialista in Medicina Interna ed esperto in omeopatia

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4.29 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?




Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti