Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Salute e benessere > Malattie > Cheratite allergica

Cheratite allergica



Categoria: Malattie oculistiche


Che cos'è - Cheratite allergica

nascondi

Diverse classificazioni in base ai sintomi e alla patologia

Infiammazione della cornea, la parte anteriore del bulbo oculare costituita da una membrana trasparente costantemente ricoperta dal film lacrimale il cui compito è quello di trasmettere le immagini alla retina. In alcuni casi la cheratite può manifestarsi accompagnata dall’infiammazione della congiuntiva, in questo caso si parla di cheratocongiuntivite mentre nel caso in cui la patologia coinvolga anche la retina siamo in presenza di cheratite retinica.

La cheratite è identificata in primo luogo dai sintomi con cui si manifesta, per cui avremo una cheratite corneale, nel caso la patologia si manifesti a livello della cornea; una cheratite periferica, se interessa invece la zona periferica della cornea e bilaterale, nel caso entrambi gli occhi vengano colpiti contemporaneamente. Le cheratiti di distinguono poi in base al grado di profondità della malattia, distinguiamo quindi le cheratiti superficiali che, dopo la guarigioni, non lasciano cicatrici, da quelle profonde, che possono lasciare porzioni di cornea non perfettamente trasparenti e provocare così quello che viene definito leucoma corneale, una lesione che se posizionata in prossimità dell'asse visivo principale può ridurre la capacità visiva. La cheratite è anche definita in base alla causa scatenante: nel caso in cui all’origine della patologia ci sia un fenomeno allergico che si verifica su base stagionale in occasione, per esempio, della fioritura dei pollini, la cheratite viene definita allergica.


25096


Prevenzione - Cheratite allergica

nascondi

Tutelarsi contro gli allergeni all'arrivo della primavera

L’allergia ai pollini presenti nell’aria è annoverata come una delle cause che possono causare la cheratite, scatenando un’infezione della cornea che interessa il più delle volte la sua parte inferiore e prendendo dunque il nome di cheratite periferica.
Per impedire l’insorgere della malattia per cause allergiche può essere utile effettuare un trattamento preventivo all’arrivo della primavera. I colliri antistaminici, per esempio, possono aiutare a contrastare l’insorgere dell’allergia stagionale dovuta ai pollini. È poi possibile ridurre l’allergia adottando alcune misure per limitare l’esposizione ad allergeni, fra i più comuni i pollini, seguendo alcune semplici norme come: tenere gli infissi chiusi; non stendere il bucato all’aperto, onde evitare che diventi ricettacolo di pollini; usare un filtro per le allergie nel sistema di ventilazione; evitare le attività all’aperto nelle ore del giorno in cui la contrazione dei pollini è più elevata (prime ore del mattino); evitare di uscire nelle giornate ventose; evitare di eseguire lavori in giardino e, nel caso, indossare una maschera antipolvere.


25098


Sintomi - Cheratite allergica

nascondi

Sintomi sempre presenti e fastidiosi

Si tratta di una malattia che è sempre sintomatica, presenta quindi sempre dei sintomi ben evidenti che inducono a supporre una patologia in atto. I segni più comuni sono un eccesso di lacrimazione, sensibilità alla luce talvolta associata a mal di testa, sensazione di un corpo estraneo nell’occhio e conati di vomito. Questi sintomi sono accompagnati inoltre dalla presenza di iniezione pericheratica, cioè dalla congestione sanguigna dei vasi della sclera dell'occhio, congiuntivite peribulbare, opacità disseminate all’interno della cornea e piccole erosioni superficiali  che si manifestano in mini affossamenti dell’epitelio. Si tratta nella maggior parte dei casi di una patologia benigna che guarisce senza lasciare conseguenze tuttavia, se non curata in modo adeguato, può avere conseguenze serie che possono anche portare al glaucoma e alla riduzione permanente della vista.


25097


Diagnosi - Cheratite allergica

nascondi

La visita oculista indispensabile per una corretta diagnosi

I tempi di guarigione possono variare in base al tipo di cheratite e di solito la malattia si risolve nel giro di 2-3 settimane. Al fine di ottenere una guarigione rapida e completa è indispensabile affidarsi alle cure di uno specialista in oftalmologia che procederà in prima battuta ad un esame del bulbo oculare osservando l’occhio con uno speciale strumento chiamato lampada a fessura. Questa apparecchiatura fornisce una fonte di luce che consente di osservare le strutture dell’occhio come palpebre, cornea, congiuntiva e retina ed individuare eventuali alterazioni.
Successivamente il medico procederà ad un esame della vista per testare la capacità visiva del soggetto e verificare la presenza di eventuali cali della capacità visiva e infine completerà la visita effettuando degli esami di laboratorio: il prelievo di un campione di lacrime o di alcune cellule della cornea può essere importante per identificare l’eventuale presenza dell’agente patogeno e individuare così il miglior metodo di cura.


25099


Cura e Terapia - Cheratite allergica

nascondi

Colliri antistamici e pomate per combattere l'allergia

La terapia famacologica per la cura della cheratite varia in base alla causa che ha provocato l’insorgere della patologia ed in genere la terapia ha come obiettivo il controllo dell’infiammazione e dell’infezione oltre che favore la ricrescita dell’epitelio danneggiato tramite l’utilizzo di lubrificanti con la temporanea chiusura della palpebra e/o applicazione di lenti a contatto terapeutiche.

Nel caso specifico della cheratite allergica il trattamento prevede la somministrazione di colliri antistaminici o di pomate oftalmiche, preparazioni cremose da spalmare all’interno dell’occhio o sulla palpebra sempre previa prescrizione medica.

Oltre a ciò, è consigliabile che il paziente faccia il possibile per eliminare ogni possibile causa di allergia tutelandosi in modo da non entrare in contatto con gli allergeni responsabili  della malattia.


25100


Glossario per Cheratite allergica - Enciclopedia medica Sanihelp.it

 - Infiammazione
 - Cornea
 - Retina
 - Congiuntiva
 - Cheratite allergica
 - Vomito
 - Polline
 - Allergene
 - Antistaminici
 - Pomata
 - Pomata
 - Esami di laboratorio

Tag cloud - Riepilogo dei sintomi più frequenti

fotofobia lacrimazione intolleranza alla luce occhi asciutti arrossamento degli occhi bruciore agli occhi infiammazione degli occhi irritazione agli occhi prurito agli occhi sabbia negli occhi secchezza degli occhi lesioni all'occhio alterazioni del viso xeroftalmia

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
L’occhio, le sue malattie e le sue cure, Lucio Buratto, Springer Milano, 2010

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
Autore: Redazione - Sanihelp.it
Data ultima modifica: 05-01-2017

Ricerca libera:
Google




Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti