Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Salute e benessere > Malattie > Pancreatite acuta
Malattie apparato digerente

Pancreatite acuta PA


Sintomi
La pancreatite acuta consiste in una autodigestione dell’organo, determinata dall’attivazione intrapancreatica di quegli enzimi che normalmente vengono attivati soltanto a livello duodenale., ed è identificabile con un forte dolore addominale improvviso, definito a barra per la direzione trasversale, che si irradia progressivamente ai quadranti superiori e posteriori fino a raggiungere il picco doloroso massimo con il movimento e la respirazione. Il dolore resta intenso per lungo tempo, e diminuisce gradualmente nel corso di giorni o settimane, durante i quali si può sviluppare febbre fino a 39 C, e uno stato di shock con diminuzione della pressione arteriosa e aumento della frequenza cardiaca. Altri possibili sintomi sono l’aumento dell’amilasi e della lipasi nel siero, l’abbassamento della calcemia, la leucocitosi, l’ittero, l’aumento della bilirubinemia, l’iperglicemia, l’aumento dell’LDH e dell’aspartato transferasi sierica o AST (SGOT) e l’ipertrigliceridemia, oltre a fenomeni di ipersudorazione, debolezza, nausea e vomito.

Cause
La pancreatite acuta è dovuta a varie cause, le più comuni delle quali sono la litiasi biliare e la calcolosi della colecisti e del coledoco, che comportano l’infiammazione delle vie biliari. Altre possibili cause sono abuso di alcol, iperlipemia, iperparatiroidismo, ipercalcemia, terapia steroidea ad alte dosi e traumi addominali, ma anche eventuali interventi chirurgici a carico di organi vicini al pancreas e malattie duodenali quali diverticoli, tumori duodenali e tumori della papilla, che possono ostacolare il deflusso del succo pancreatico provocando infiammazioni.

Terapia consigliata
Per curare in modo efficace la pancreatine acuta occorre un intervento tempestivo, che provveda in primo luogo a mettere il pancreas a riposo, sostituendo l’alimentazione orale con quella tramite sondino naso-gastrico, e in secondo luogo ad alleviare il dolore attraverso la somministrazione di analgesici. Per evitare lo shock si introducono liquidi per via endovenosa tramite fleboclisi, mentre per prevenire l’infezione del tessuto pancreatico andato in necrosi si instaura una terapia antibiotica. A volte è anche necessario intervenire chirurgicamente per eliminare eventuali ostruzioni del dotto pancreatico o rigurgiti di bile.


Farmaci

- FOY*IV 1F 100MG+F SOLV 5ML
- GABESATO MES.IBI*1F 100MG+F5ML
- URBASON*IM EV 3F 20MG+3F 1ML
- URBASON*IM IV 1F 40MG+F 1ML
- Vedi la sezione farmaci

Tag cloud dei sintomi

distensione dell'addome dolore all'addome gonfiore dell'addome versamento addominale chiusura a feci e gas dell'alvo aritmia ascite assideramento batticuore alterazioni del battito cardiaco accelerazione del battito brufoli cardiopalmo chiazze repulsione per il cibo colorito livido conato congelamento contusione aumento del ritmo del cuore cute fredda arrossamento della cute colorazione gialla della cute lesioni della cute manifestazioni a carico della cute secchezza della cute sfogo della cute assenza della defecazione diaforesi disturbi della digestione disidratazione dispepsia riduzione della diuresi diminuzione o scomparsa della diuresi ecchimosi ematoma eritema eruzione cutanea assenza della evacuazione febbre feci chiare feci oleose foruncoli aumento della frequenza cardiaca blocco dell'intestino ipertermia ipotensione ipotermia itterizia ittero livido livore lombaggine lombalgia dolore lombare macchie meteorismo assenza o diminuzione della minzione riduzione della minzione nausea necessità di bere noduli sottocutanei colorazione gialla degli occhi oliguria pallore palpitazioni acqua nella pancia aria nella pancia dolore alla pancia gonfiore della pancia pelle fredda arrossamento della pelle colorazione gialla della pelle lesioni della pelle manifestazioni a carico della pelle secchezza della pelle placche irregolarità del polso pressione bassa diminuzione della pressione del sangue pulsazioni veloci aumento delle pulsazioni irregolarità delle pulsazioni pustole rachialgia raffreddamento rigetto rigurgito alterazioni del ritmo cardiaco aumento del ritmo sbiancamento dolore alla schiena sete senso di peso allo stomaco sudorazione sudorazione notturna sudori freddi tachicardia innalzamento della temperatura traspirazione tumefazione colore scuro dell'urina diminuzione della emissione dell'urina dolore al ventre gonfiore al ventre voltastomaco vomito sensazione di vomito

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
Autore: Redazione - Sanihelp.it
Data ultima modifica: 28-12-2015
Ricerca libera:
Google




Promozioni:

Commenti