Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cellule staminali in cosmetica

Mele svizzere: elisir di eterna giovinezza

di
Pubblicato il: 22-12-2009

Dalle mele svizzere sono state ricavate cellule staminali antinvecchiamento, per una pelle giovane al naturale, con meno rughe e protetta dai raggi ultravioletti.

Mele svizzere: elisir di eterna giovinezza © photos.com

Sanihelp.it - Si chiama PhytoCellTec Malus Domestica l’innovativo e rivoluzionario ingrediente anti-invecchiamento basato su una tecnologia hi-tech di impianto cellulare.

Si tratta di una preparazione liposomiale a base di cellule staminali ottenuta da una rara varietà di mela svizzera, la Uttwiler Spätlauber, il cui frutto, verde e aspro, era noto già nel XVIII secolo, per l’ottima conservabilità (grazie al ricco contenuto di fitonutrienti e proteine), tanto da resistere per tutta la stagione invernale senza marcire.

Le cellule staminali sono cellule indifferenziate che possono replicarsi, cioè fare copie identiche di se stesse, oppure differenziarsi per diventare cellule specializzate. È noto come queste unità biologiche siano già utilizzate in ambito medico, in particolare nella medicina dei trapianti per il trattamento di leucemia e gravi ustioni.

In campo cosmetico è forte l’attenzione dei ricercatori sul comportamento delle cellule staminali adulte che si trovano nella pelle, sia quelle epiteliali che si trovano nello strato basale dell'epidermide, sia quelle che si trovano nel follicolo pilifero.
 

«Tutte le cellule staminali, indipendentemente dalla loro origine - vegetale, animale o umana – hanno la capacità di compiere un numero illimitato di cicli replicativi in modo da mantenere la capacità di auto-rinnovamento», spiega la dottoressa Marzia Baldi, specialista in dermatologia.

Tuttavia, per via del passare del tempo, ma anche in seguito a fattori dannosi (come le radiazioni solari), queste cellule vanno incontro a una perdita di efficacia e a una riduzione numerica, che rende sempre più lento il turnover e la riparazione cellulare, lasciando spazio ai segni dell’invecchiamento.

Da questa consapevolezza è nato il progetto di sfruttare le staminali di questa mela, note per la sua longevità, per stimolare e proteggere le staminali cutanee umane.
«Una delle caratteristiche peculiari delle cellule staminali ottenute dalla mela Uttwiler Spätlauber è quella di permettere l’interazione con cellule staminali adulte, come per esempio quelle dello strato basale epidermico, che hanno la capacità di ricostituire e mantenere l'equilibrio cellulare dell’intera epidermide e di favorire la rigenerazione dei tessuti danneggiati.
 

I test di efficacia condotti su questo preparato hanno dimostrato che i fattori in esso contenuti sono importanti in quanto riducono la perdita della capacità rigenerativa dello strato basale dell’epidermide tipica dell’invecchiamento cutaneo, sia esso cronologico che da fotoesposizione», aggiunge la dottoressa.

Studi eseguiti in vitro e in vivo con PhytoCellTec Malus Domestica ne hanno dimostrato benefici in varie applicazioni nell’ambito cosmetico: effetto antinvecchiamento (disciplina specifici geni coinvolti nell’invecchiamento cutaneo, potenziando la protezione dallo stress ossidativo e la riparazione del dna danneggiato, inoltre ritarda la comparsa di invecchiamento fisiologico dei follicoli piliferi e la conseguente apoptosi), significativo e visibile calo della profondità delle rughe, effetto protettivo contro i danni UV, anche a basse concentrazioni.

«È doveroso sottolineare che questo estratto di staminali vegetali è in grado di disciplinare alcuni geni, ma solo in termini di quantità. Non si tratta, cioè, di un’alterazione qualitativa potenzialmente rischiosa. Inoltre, i geni disciplinati sono tutti protettivi dell’oncogenesi», chiarisce la dermatologa.

Come principio attivo, PhytoCellTec Malus Domestica è già utilizzato in numerosi prodotti cosmetici, all’estero ma anche in Italia.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Omnia Group

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti