Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Campagna educazionale per una corretta igiene orale

Italiani bocciati in igiene orale

di
Pubblicato il: 26-01-2010

Poco rosea la situazione degli italiani in fatto di igiene orale: per gli esperti è necessario fare più informazione. Come? Con una vera e propria campagna.

Italiani bocciati in igiene orale © Sxc Sanihelp.it - Secondo dati dell’Organizzazione mondiale della sanità, la gengivite e la sua forma più grave, denominata patologia parodontale, colpiscono il 60% della popolazione italiana, la carie addirittura il 90%. Tuttavia, sottolineano gli esperti, solo il 30% della popolazione italiana va abitualmente dal dentista.

È importante che gli italiani imparino a prendersi cura della propria bocca, tenendo in particolare considerazione semplici ma importanti suggerimenti per migliorare la salute della bocca, fondamentale anche per il benessere dell’intero organismo.

Per questo AIO, Associazione Italiana Odontoiatri, e Oral-B hanno deciso di dare il via a una campagna educazionale volta a sensibilizzare gli italiani sull’importanza di una corretta routine di igiene orale, delle visite periodiche dal dentista e dell’uso degli spazzolini per migliorare la salute della bocca.

Lavarsi i denti regolarmente e correttamente, scegliere prodotti sicuri ed efficaci, affidarsi alla competenza del dentista per controlli e pulizie annuali, sono le regole principali per un sorriso bello e sano. Ma anche le abitudini di vita sono importanti per tenere lontane le malattie dentali.

Mangiare bene è importante, così come abolire il fumo. Uno studio recente ha documentato che il fumo favorisce un’infezione persistente da parte di un bacillo Gram-negativo presente nella placca sottogengivale, il Porphyromonas gingivalis, considerato come la più importante causa delle parodontiti croniche.

Il vizio della sigaretta, ancor più se acquisito precocemente, determina notevoli conseguenze sullo stato di denti e gengive e amplifica tutti i potenziali fattori di rischio. Una ricerca su 501 adolescenti, di cui il 25% dei maschi e il 27% delle femmine erano fumatori, ha documentato in questi ultimi una presenza più marcata di tasche periodontali, problemi gengivali, placca e altre anomalie.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Campagna rottamazione AIO e OralB

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti