Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

I legumi per la salute cardiovascolare

di
Pubblicato il: 02-02-2010

Consumare legumi regolarmente contribuisce a mantenere nella norma la colesterolemia e a preservare la salute cardiovascolare.

I legumi per la salute cardiovascolare © SXC Sanihelp.it - Fagioli, piselli, fave, ceci, lenticchie, arachidi e soia sono tutti legumi, sono poveri di grassi, ricchi di carboidrati, fibre sia di tipo solubile che insolubile,  proteine, calcio, sali minerali, vitamine e hanno un elevato potere saziante.

I legumi andrebbero consumati con regolarità anche perché hanno un basso indice glicemico, perciò possono essere consumati in sicurezza e tranquillità anche dai soggetti diabetici.
I legumi in generale e non solo la soia esplicano un’attività ipocolesterolemizzante: le arachidi, per esempio, sono in grado di ridurre la colesterolemia totale del 7% mentre i fagioli bianchi sono in grado di ridurre i livelli di colesterolo sia totale che LDL rispettivamente del 6% e del 9%.

Molto interessante a questo proposito i risultati di uno studio pubblicato recentemente su Nutrition Metabolism and Cardiovascular Diseases: sono stati esaminati 270 pazienti e si è andati a cercare il legame fra il consumo di legumi diversi dalla soia e colesterolemia.

Un consumo quotidiano di 80-140 g di piselli, lenticchie, fagioli o fave per almeno 3 settimane ha comportato nei pazienti oggetto di studio una riduzione media del colesterolo totale di 11,8 mg/dl e del colesterolo LDL di 8 mg/dl; appare evidente quindi, come l’uso dei legumi andrebbe consigliato e incentivato per la prevenzione dei disturbi cardiovascolari.

I legumi sono consigliabili a tutte le età anche se non bisogna mai dimenticare che per essere digeribili vanno cotti a lungo e prima della cottura, eccezion fatta per le lenticchie, andrebbero lasciati a mollo per 6-8 ore oppure vanno portati all'ebollizione in acqua per 2 minuti, e poi lasciati al coperto per un'ora, lontani dal fuoco; durante la cottura il coperchio della pentola va lasciato leggermente sollevato e non si deve aggiungere il sale prima che i legumi siano quasi cotti perché altrimenti cuociono male: teneri dentro ma
con la buccia dura.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
NFI: Nutrition Foundation of Italy

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti