Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Brodi, zuppe, minestre e vellutate

Brodo caldo contro il gelo

di
Pubblicato il: 02-02-2010

Il freddo invernale spinge gli italiani a incrementare il consumo di alimenti caldi e liquidi, come il brodo. Ma minestre, zuppe e vellutate hanno anche altri importanti vantaggi per la

Brodo caldo contro il gelo © Photos.com Sanihelp.it - Italiani grandi mangiatori di pasta? Sì, ma non solo. Recenti ricerche di mercato testimoniano come il consumo di brodo da parte delle famiglie italiane, stimato in 17 porzioni al mese, si avvicini molto a quello del piatto simbolo della cucina mediterranea: la pasta al pomodoro (23 piatti al mese).

Se, infatti, in Italia si consumano ben 4,6 miliardi di piatti di pasta al pomodoro, la quota di brodo si attesa intorno agli 1,2 miliardi di litri, molto vicina anche a quella del latte (1,3 miliardi di litri). Quasi 9 famiglie su 10 preparano e consumano brodo fatto in casa, di cui il 65% per preparare minestre e zuppe, il 18% per fare i risotti, l’11% per insaporire i piatti e il 6% per cucinare golosi consommé.

Ed è soprattutto in questo periodo dell’anno che la maggior parte degli italiani ama portare in tavola alimenti liquidi o cremosi a base di brodo, come minestre e zuppe, che fino a pochi anni fa venivano relegati a rare occasioni o ai momenti di malattia.Secondo una recente ricerca condotta da Riza Psicosomatica, è soprattutto per via della crescente attenzione al benessere che i nostri connazionali consumino cibi liquidi, vegetali naturali e cotture leggere.

Il brodo, infatti, ma anche le zuppe, le minestre e le vellutate, hanno tanti vantaggi per la salute:

sono leggeri e digeribili, idratano e riscaldano
• danno la possibilità di variare gli ingredienti mettendo in tavola sempre qualcosa di diverso
• sono ricchi di acqua, vitamine, sali minerali e fibre, e poveri di calorie, saziano senza far ingrassare
sono utili in caso in caso di influenza e febbre, perché reintegrano le proteine e l’acqua spese con la malattia
• favoriscono la depurazione delle tossine, sono quindi consigliabili in un regime dietetico disintossicante, dopo eccessi alimentari o periodi di forte stress che hanno scombussolato l’alimentazione
• rinforzano le difese immunitarie e, se consumati di sera, favoriscono il rilassamento mentale
• a livello psicologico, infine, sembra che l’universo di brodi e zuppe rimandi a un mondo familiare, fatto di tradizioni, calore e gusto di una volta.

Ma come si prepara un buon brodo vegetale? Per due litri di brodo procuratevi una cipolla, una zucchina, una carota, una gambo di sedano, alloro, basilico, chiodi di garofano e uno spicchio d’aglio (ma gli ingredienti possono variare a seconda della disponibilità stagionale e dei gusti personali).

Lavate e mondate le verdure e gli odori. Steccate la cipolla con i chiodi di garofano. Unite tutti gli ingredienti, a freddo, in una pentola con tre litri di acqua e lasciate bollire piano per almeno un'ora e mezza. Scolate il brodo e, se volete, filtratelo: sistemate un colino su una brocca e copritelo con un tovagliolo bianco. Passate (con calma) il brodo. Le impurità resteranno sul tovagliolo. E voilà.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti