Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Medicine Naturali

Omotossicologia: guarire depurandosi

di
Pubblicato il: 09-02-2010

L'Omotossicologia si pone l'obiettivo di risolvere disturbi e malattie attraverso la depurazione dell'organismo dalle sostanze che lo intossicano e lo fanno ammalare.

Omotossicologia: guarire depurandosi © Photos.com Sanihelp.it - Nel 2002 la FNOMCeO (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e Chirurghi e degli Odontoiatri), emanando le linee guida per le Medicine e Pratiche Non Convenzionali, ha riconosciuto di esclusiva competenza medica: la Medicina Tradizionale Cinese, la Medicina Omeopatica, la Medicina Ayurvedica e la Medicina Antroposofica (come modelli di cura dotati di un proprio sistema per diagnosi, prognosi, terapia e prevenzione) e le terapie nell’ambito delle singole metodologie mediche: Agopuntura, Chiropratica, Fitoterapia, Osteopatia e Omotossicologia.

Fondata dal medico omeopata tedesco Hans Heinrich Reckeweg nel 1952, l’Omotossicologia studia il comportamento di sostanze tossiche, dette omotossine, che possono accumularsi nell'organismo danneggiandolo qualora non seguano una naturale via di eliminazione.

Le omotossine sono responsabili della comparsa di disturbi e malattie e della loro evoluzione peggiorativa. Possono essere endogene, come prodotti intermedi dei diversi metabolismi e cataboliti finali, o esogene, che comprendono batteri, virus, tossine alimentari, farmaci sintetici, fattori d’inquinamento ambientale.

Ogni malattia può essere divisa in sei fasi: reazione, infiammazione, deposito, impregnazione, degenerazione e neoplastica. Andando dalla prima all'ultima fase si va verso l'aggravamento della malattia, detta vicariazione progressiva, mentre tornando indietro si va verso la guarigione o vicariazione regressiva.

La terapia omotossicologica facilita la vicariazione regressiva attraverso la detossificazione e il drenaggio, per cui vengono stimolati gli organi emuntori (reni, fegato, intestino, polmoni, pelle), facilitando l’escrezione delle tossine e il ripristino delle capacità metaboliche, enzimatiche e immunologiche dell’organismo.
In pratica, attraverso i tre cardini della depurazione, dello stimolo della reattività e della supplementazione, si attivano i meccanismi di autoregolazione dell’organismo per normalizzare le funzioni disturbate.

L’Omotossicologia è un’evoluzione dell’Omeopatia e si basa sull’utilizzo di rimedi a basse diluzioni e in formulazioni complesse, per sfruttare il potenziamento reciproco tra le varie sostanze e l’uso contemporaneo di diverse diluzioni di uno stesso rimedio in uno stesso preparato.

La cura va adattata allo stadio evolutivo della malattia e personalizzata in relazione alla reattività individuale; in questa prospettiva i sintomi non vanno soppressi, ma compresi nel loro significato.
La terapia omotossicologica non ha effetti collaterali e si adatta a ogni tipo di patologia, perché favorisce la guarigione attraverso il potenziamento del sistema immunitario e l'eliminazione delle tossine responsabili del disturbo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Netwoerk sulle medicine non convenzionali

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti