Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Misurare la coscienza: in futuro potrebbe essere possibile

di
Pubblicato il: 10-02-2010
Sanihelp.it - Sappiamo bene che la coscienza non dipende dalla capacità di un soggetto di muoversi o di comunicare e sappiamo che l’esperienza cosciente è interamente generata all’interno del cervello; tuttavia, non abbiamo modo di estrarre, direttamente dal cervello, un indice oggettivo (un correlato neurale) della presenza di coscienza.

Il problema della diagnosi clinica del livello di coscienza si pone soprattutto nel caso di pazienti che, a causa di gravi lesioni cerebrali, non sono in grado di muoversi e comunicare.

Evidenze convergenti suggeriscono che la coscienza dipende dalla capacità delle diverse aree che compongono la corteccia cerebrale di comunicare efficacemente tra di loro. Dunque, in mancanza di una comunicazione con il paziente, si dovrebbe valutare la capacità del cervello di sostenere una comunicazione interna.

Il recente sviluppo di una nuova tecnica, basata sulla combinazione di stimolazione magnetica transcranica (TMS) ed elettroencefalografia ad alta densità (hd-EEG), rende finalmente possibile la misura diretta della comunicazione cortico-corticale. Questa metodica non-invasiva permette infatti di stimolare direttamente un area corticale e di registrare gli effetti immediati di questa perturbazione nel resto del cervello.

In una serie di recenti esperimenti condotti durante sonno e veglia è stata dimostrata una stretta correlazione tra la capacità interna di comunicazione del cervello e il livello di coscienza del soggetto. Il lavoro, che verrà pubblicato su PNAS, estende questi risultati all’anestesia.

Questi studi aprono un canale diretto tra misure teoriche ed empiriche della coscienza. In particolare lo sviluppo di un marker oggettivo del livello di coscienza rappresenterebbe uno strumento fondamentale per aumentare la sensibilità diagnostica al letto di pazienti portatori di gravi lesioni cerebrali, quali i pazienti locked-in e i pazienti in stato di coscienza minimale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
UniversitÓ degli Studi di Milano

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti