Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

OMS: senza prevenzione le vittime di tumori raddoppieranno

di
Pubblicato il: 09-02-2010
Sanihelp.it - I morti per tumore nel mondo potrebbero aumentare dai 7,6 milioni attuali a 17 milioni entro il 2030: un numero di vittime più che raddoppiato senza un impegno globale sul fronte della prevenzione. A lanciare l'allarme è l'OMS, in occasione del World Cancer Day che si è celebrato il 4 febbraio. La guerra ai fattori di rischio oncologico è l'unico modo per vincere la battaglia contro i tumori, avverte l'Ufficio regionale Ovest Pacifico dell'agenzia Onu, che ricorda come oltre il 30% dei casi di cancro potrebbe essere evitato adottando stili di vita più sani. Oggi il cancro fa registrare oltre 12 milioni di nuovi casi all'anno in tutto il pianeta ed è responsabile di un decesso su 8, più delle morti per Aids, tubercolosi e malaria messe insieme, avverte l'OMS. Solo nella regione di Ovest Pacifico, i tumori hanno colpito nel 2008 circa 3,7 milioni di persone , con quasi 2,6 milioni di decessi.

Non fumare, non bere alcol, seguire un'alimentazione corretta, fare esercizio fisico, prevenire le infezioni che potrebbero dare origine a un tumore. Sono queste le mosse vincenti per allontanare il rischio di tumore. L'OMS rilancia dunque l'importanza dello stile di vita e mette l'accento soprattutto sulle insidie del fumo e della vita sedentaria. Le sigarette sono la prima causa evitabile di cancro, mentre 30 minuti al giorno di esercizio fisico moderato possono ridurre il rischio di tumori a seno e colon.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AIOM

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti