Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Caldo: non facciamoci troppo condizionare

di
Pubblicato il: 25-06-2003

L'impianto di condizionamento può essere la soluzione ideale per risolvere il problema del caldo afoso in casa, in ufficio o in macchina. L'importante è non esagerare...

Sanihelp.it - Anche oggi Fabio, giovane web designer, è arrivato prestissimo. Ha un'aria riposata e siede davanti al pc felice di trovarsi in un ambiente fresco e asciutto.

A due metri dalla sua scrivania il clima cambia completamente. Laura, da tutti soprannominata la regina dell’html, indossa un maglione, ha un'espressione sofferente e nonostante il solleone che batte sulle finestre del moderno edificio della Abc-project, si lamenta della temperatura troppo bassa.

«Qualcosa che non va?», chiede il direttore all’intorpidita Laura.
«No, niente di particolare, è che Fabio mi sembra troppo entusiasta dell’aria condizionata. Io ho freddo, ho mal di testa e non riesco a lavorare».
«È la solita freddolosa», rimbecca Fabio, «fino all’anno scorso ci si lamentava delle temperature tropicali ora finalmente abbiamo a disposizione il condizionatore, perché non usarlo?»
Già perché non usarlo? Stare in un luogo fresco non può che essere positivo, e non solo mentre si lavora.

In casa l’aria condizionata permette di trascorrere ore davvero riposanti, di giorno e di notte. Con l’ambiente deumidificato le persone anziane rischiano meno di andare incontro a cardiopatie e malesseri in genere.

In automobile l’impianto di climatizzazione permette al guidatore un maggiore comfort, che si traduce in più concentrazione e quindi maggiore sicurezza.

Negli ospedali, oltre a consentire alle persone più deboli una degenza confortevole e riposante sterilizza l’aria grazie ai filtri e rende l’ambiente più igienico.

Nonostante ciò, ci sono persone come Laura che trovano nell’utilizzo dell’aria condizionata anche numerosi difetti.

Se si esagera con le temperature troppo basse e se ci si espone direttamente al flusso di aria fredda si rischiano problemi respiratori e infiammazioni articolari. Eccessivi sbalzi di temperatura causano l’indebolimento dell’apparato respiratorio e problemi come lombalgia e torcicollo sono all’ordine del giorno se l’impianto di condizionamento è troppo vicino alle persone.

Un altro fattore che non va mai trascurato è quello della pulizia degli impianti. Questo è un aspetto molto importante per evitare che insorga quella che viene definita Sick Building Syndrome, sindrome da edificio malato. È quindi fondamentale effettuare controlli periodici in modo da non permettere a batteri, pollini, acari e funghi di diffondersi in un ambiente chiuso.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Humanitas

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti