Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

È boom di esami radiologici, un pericolo per la salute

di
Pubblicato il: 01-02-2010
Sanihelp.it - Nel mondo occidentale si ricorre troppo frequentemente a esami radiologici e aumentano i rischi per la salute derivanti dall'eccessiva esposizione alle radiazioni ionizzanti. L'allarme è stato lanciato dalla Fda (Food and Drug Administration), che ha elaborato un documento per indurre i sistemi sanitari e i pazienti a collaborare per ridurre gli esami non necessari e abbassare il rischio di cancro: «Tutti i pazienti dovrebbero sottoporsi a un numero giusto di esami radiologici, con una durata corretta e la corretta dose di radiazioni».

L'agenzia americana ha quindi varato un piano per promuovere l'uso sicuro dei dispositivi di immagini mediche e il consenso informato alle decisioni cliniche, e aumentare la consapevolezza del paziente. Le radiazioni ionizzanti, infatti, hanno un'energia sufficiente a causare danni al DNA. I diversi esami utilizzano differenti quantità di radiazioni: le radiografie del torace e la mammografia comportano dosi relativamente basse. Mentre tomografia, fluoroscopia e medicina nucleare sono più a rischio, impiegando più radiazioni. Una tomografia alla testa, a esempio, costituisce un bombardamento di radiazioni pari a circa 100 radiografie al torace.

Nel 2006 negli Stati Uniti si sono effettuati circa 67 milioni di tomografie e 18 milioni di fluoroscopie. Un boom che ha causato, secondo gli esperti, almeno 29.000 tumori in più rispetto alla media. Senza contare i danni a breve termine, come ustioni, perdita di capelli e il rischio di sviluppare cataratte.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AIOM

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti