Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Speciale Talassoterapia

Talassoterapia: la salute vien per l'acqua

di
Pubblicato il: 16-03-2010

Le risorse del mare si mettono al servizio della nostra salute e del nostro benessere: l'acqua, il sale, la sabbia, le alghe, i fanghi, il sole, la luce e il clima formano un mix di virtù straordinarie.

Talassoterapia: la salute vien per l'acqua © Photos.com Sanihelp.it - Salus per aquam, letteralmente: la salute attraverso l’acqua. Così recitava un famoso detto latino da cui deriva il moderno acronimo SPA, esteso a tutti i centri benessere in generale.

La talassoterapia è un metodo di cura, divulgato nel 1700 dal medico inglese Richard Russel, che si basa sull'utilizzazione di tutti gli agenti naturali che provengono da un luogo di mare: prima di tutto l'acqua di mare stesso (idroterapia), da bere, iniettare o immergervisi, quindi il clima (climatoterapia), il sole e la luce (elioterapia), la sabbia (psammoterapia), i fanghi marini (crenoterapia).

In particolare:

l’acqua: è benefica perché le particelle d’acqua che trasporta sono ricche di sodio e cloro, dalle proprietà disinfettanti e battericide, e di iodio, che svolge un’azione riequilibrante sul metabolismo
il sale: gli oligoelementi e i sali minerali dell’acqua di mare sono un vero toccasana per il nostro organismo perché passano attraverso i pori della pelle e vengono liberati nel sistema sanguigno; l’immersione nell’acqua marina (balneoterapia) favorisce la circolazione e l’eliminazione delle tossine, e per l’effetto prodotto dall’assenza di gravità, facilita il movimento del corpo
la sabbia: si possono fare scrub naturali che eliminano le cellule morte e aiutano così il rinnovamento dell'epidermide; inoltre camminare scalzi in riva al mare è molto salutare per le articolazioni del piede e per la circolazione degli arti inferiori
le alghe: svolgono un’azione idratante e disintossicante, contrastano i radicali liberi, migliorano la circolazione e hanno effetti lipolitici sul tessuto adiposo
i fanghi: le loro proprietà curative sono alla base di diverse applicazioni terapeutiche, conosciute con il nome di fangoterapia o crenolutoterapia.

Il presupposto di fondo di questa disciplina consiste nell’idea che la sola permanenza in un ambiente marino permetta all'intero organismo di ritonificarsi.

La talassoterapia è indicata per numerose patologie: non solo le artrosi, nelle loro varie forme e localizzazioni, ma anche malattie come le infiammazioni dei tendini, dei muscoli e dei nervi, le malattie delle vene e dell’apparato genitale femminile, alcuni disturbi della pelle e le infiammazioni delle prime vie respiratorie e alcune allergie.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Presentazione Kalidria Grand Hotel & Thalasso SPA

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti