Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Speciale Talassoterapia

Il mare e la balneoterapia

di
Pubblicato il: 16-03-2010

Non solo acqua, ma acqua e sale: questa è la balneoterapia, che sfrutta il mare per disinfiammare la pelle, cicatrizzarla e disinfettarla.

Il mare e la balneoterapia © Sxc Sanihelp.it - L’acqua di mare possiede un’azione vitalizzante, detergente e antibatterica. Esiste una notevole analogia tra la composizione chimica dell’acqua di mare e i liquidi interni dell’organismo umano: il biologo francese René Quinton ha dimostrato che nell’acqua di mare ci sono tutti i 92 elementi della tabella di Mendeleev, ossia tutti quelli presenti sulla terra.

Il profondo legame fra l’ambiente marino e il nostro corpo spiegherebbe sia l’attrazione che il mare esercita sulle persone che le azioni benefiche in grado di apportare.

Grazie alla sua composizione in sali minerali, l’acqua di mare può essere considerata una miniera di virtù: tonifica, dona all’organismo una sferzata di vitalità, rende la pelle liscia, aiuta a recuperare la linea, previene molte malattie e combatte stress, tensioni e depressioni.

L ’acqua di mare:

- è antisettica: minerali come cloro, bromo e iodio hanno un potere disinfettante, inoltre potenziano l’azione di alcune proteine che agiscono proprio in modo antisettico. Per questo, l’acqua di mare, disinfettando, migliora malattie come acne o seborrea, ma anche cicatrici, ferite, problemi alle mucose

- stimola le difese naturali: l’acqua marina stimola la produzione di immonoglubine, sostanze che aiutano a combattere i virus e i germi

- è antinfiammatoria: l’acqua marina, ricca di sale, bromo e iodio, provoca vasodilatazione e aiuta a sgonfiare i tessuti; per questa ragione è ottima contro cellulite, gambe gonfie e stanche, cattiva circolazione, borse sotto gli occhi ecc.

Il sale, presente nell’acqua di mare in una concentrazione pari al 12-18%, garantisce l’equilibrio del film idrolipidico, quello strato sottilissimo, costituito dall’emulsione delle ghiandole sudoripare e sebacee, che ricopre e difende l’epidermide. L’acqua salata, come quella marina, quindi leviga e protegge la pelle. Il sale poi è un ottimo esfoliante soprattutto per pelli grasse e afflitte da acne, perché leviga e pulisce l’epidermide in profondità.

Inoltre il sodio è igroscopico, cioè permette di richiamare l’acqua ai tessuti in superficie. In pratica mediante un processo di osmosi, cioè di scambio, l’acqua di mare si carica dei liquidi che ristagnano nell’organismo e cede a esso le proprie sostanze preziose. I bagni in mare sono ideali, dunque, per chi soffre di cellulite edematosa e di gonfiori alle gambe.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Presentazione Kalidria Grand Hotel & Thalasso SPA

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti