Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Giornata del Sonno: chi russa rischia ipertensione e infarto

di
Pubblicato il: 09-03-2010
Sanihelp.it - Per dormire sonni tranquilli bisogna combattere le apnee notturne, fattore di rischio importante per problematiche a forte costo sociale come sonnolenza diurna, ictus e ipertensione.

In Emilia-Romagna i pazienti affetti da sindrome da apnee notturne sono oltre 110 mila, ma solo tre mila ogni anno sono oggetto di diagnosi e trattamento: è quanto emerge da un’indagine effettuata da AIPO (Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri) Emilia-Romagna, AIMS (Associazione Italiana Medicina del Sonno) e AOOI (Associazione Italiana Otorinolaringologi Ospedalieri) che, proprio per tale ragione, hanno deciso quest’anno di dedicare all’OSAS la Giornata Mondiale del Sonno, in programma il 19 marzo sotto lo slogan Dormi bene, godi di ottima salute.

Uno degli obiettivi è sensibilizzare la Regione ad adottare al più presto direttive che riprendano le indicazioni fornite dalle tre società scientifiche nel loro documento al fine di omogeneizzare procedure, indicatori e dotazioni nelle varie realtà in cui vi è offerta diagnostico-terapeutica per tale patologia.

È provato che il 25% della popolazione occidentale russa abitualmente e circa il 10% sviluppa la sindrome da apnea notturna. In Italia ne soffrono quasi due milioni di persone, mediamente il 2% delle donne e il 4% degli uomini, con una prevalenza intorno al 17% della popolazione fra i 30 e i 60 anni.

Spesso, però, ci si reca dal medico solo dopo un evento drammatico, nonostante si tratti di una patologia potenzialmente mortale, con un importante impatto cardiovascolare: i pazienti con apnee durante il sonno rischiano di diventare ipertesi e di avere un evento cardio o cerebro vascolare acuto più frequentemente di chi non ne è affetto.

In Emilia-Romagna, AIPO Emilia-Roma, AIMS e AOOI hanno così messo a punto un documento diretto a definire un modello organizzativo regionale, multidisciplinare e interaziendale, in grado di garantire, grazie un sistema in rete, uno standard diagnostico-terapeutico in linea con la Medicina Basata sull’Evidenza e la letteratura nazionale e internazionale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ospedale di Forlì

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti