Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Aprile mese di protezione della pelle

Quanto è sensibile la tua pelle?

di
Pubblicato il: 16-03-2010

Ci avviciniamo alla bella stagione e la pelle verrà messa a dura prova. Soprattutto se è sensibile. Un test per conoscere la sensibilità della tua pelle e tanti consigli utili.

Quanto è sensibile la tua pelle? © Photos.com Sanihelp.it - La pelle sensibile merita attenzioni e cure molto particolari, tant’è che quest’anno a questa tipologia cutanea è dedicato un intero mese di prevenzione.

Ad aprile infatti si rinnova il Progetto Amor di pelle, il programma di protezione della pelle voluto congiuntamente da ISPLAD (International-Italian Society of Plastic-Aesthetic and Oncologic Dermatology) e da Fissan e giunto quest’anno alla terza edizione.

Il mese della prevenzione ISPLAD ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della protezione della pelle. Per tutto il mese sarà possibile prenotare gratuitamente lo stinging test, per verificare lo stato di salute della pelle e il grado di sensibilità, presso uno studio dermatologico aderente all’iniziativa.

«Imparare a curare la propria pelle o farla controllare da uno specialista consente di capire se il nostro corpo sta funzionando in maniera corretta e, di conseguenza, permette un intervento veloce ed efficace in caso di necessità», spiega il professor Antonino di Pietro, presidente ISPLAD.

Tanto più che aprile segna l’arrivo della primavera e durante il cambio di stagione la pelle ha bisogno di maggiore protezione e nutrimento.

Lo stinging test si esegue applicando sulla zona interna degli avambracci una goccia di soluzione acquosa al 10% di lattato (sostanza derivata dal latte). In caso di pelle sensibile il dermatologo rileva la comparsa dopo due-tre minuti di un leggero arrossamento che scomparirà spontaneamente in pochi minuti.

Al termine il dermatologo stabilirà il grado di sensibilità della pelle secondo una scala da 1 a 7 (1-2 pelle normale, 3-4 pelle lievemente sensibile, 5-6 pelle moderatamente sensibile, 7 pelle sensibile) e ricorderà a chi è più sensibile qualche semplice regola per mantenere sana la propria pelle, soprattutto in vista dell’estate e dell’esposizione al sole.

Innanzitutto è necessario utilizzare prodotti non aggressivi, in grado di ripristinare il pH fisiologico e l'equilibrio idrolipidico. L'utilizzo di saponi e latti aggressivi è alla base della sensazione di pelle che tira e arrossamenti.

Per questo è meglio scegliere prodotti specifici per la pelle sensibile, meglio se ipoallergenici. Tra i parametri di un cosmetico destinato a questo tipo di pelle ci sono la tollerabilità, la dermocompatibilità degli ingredienti, l'assenza di profumo, di alcol e di coloranti.

Per proteggere la pelle sensibile è importante anche assicurarsi un buon apporto di vitamina C, di cui sono ottime fonti agrumi, kiwi, fragole, e bioflavonoidi (vitamina P) presenti nelle more, ciliege, mirtilli, albicocche, uva e prugne, che proteggono i capillari.

Al sole, esporsi sempre in modo graduale ed evitare le ore più calde, scegliere prodotti protettivi ad hoc, ipoallergenici, che leniscano l'irritazione dell'epidermide e la proteggano dal rischio di scottature e invecchiamento precoce.
Importante anche evitare: traumi ripetuti e continui sulla pelle (per esempio indumenti stretti), i lavaggi troppo frequenti, l’uso di acqua molto calda, il contatto con sostanze che causano pizzicori, pruriti, arrossamenti.

Per conoscere il nome del dermatologo più vicino che aderisce all’iniziativa Amor di pelle chiamare il numero verde 800.199.848 o visitare il sito www.amordipelle.org.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
ISPLAD

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti