Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Orto

Per un balcone tutto aromatico

di
Pubblicato il: 16-03-2010

Prezzemolo, maggiorana, rosmarino, salvia, timo: un mini orto aromatico può nascere direttamente sul davanzale, pronto a profumare l'aria e a portata di…pietanze.

Per un balcone tutto aromatico © Sxc Sanihelp.it - Esaltano il sapore dei cibi, riducono l’apporto di sale e sono un toccasana per la salute. Le erbe aromatiche, sono, infatti, degli ottimi antiossidanti: salvia, origano e rosmarino, per esempio, sono ricchi di fitosteroli, sostanze che rallentano l’invecchiamento cellulare e aiutano a conservare un aspetto tonico e giovane.

Basta un davanzale soleggiato e anche in città è possibile coltivare un piccolo orto aromatico, scegliendo le erbe che più si preferiscono e si apprezzano in cucina. Il momento ideale per la semina è proprio questo, a inizio primavera, come suggerisce Sheherazade Goldsmith, nel suo Vivere secondo natura (edizioni Tecniche Nuove).

Il primo passo è la creazione di un semenzaio, dove interrare i semi prescelti: sulla confezione è solitamente indicata la profondità ideale. Ad ogni modo i semi più piccoli vanno seminati in superficie. Il terriccio va mantenuto umido ma non bagnato e va esposto in un luogo caldo e luminoso.

In genere bastano due settimane per veder spuntare i germogli. Per alcune tipologie di erbe aromatiche, come salvia e prezzemolo, più difficili da far germogliare, si consiglia direttamente l’acquisto in vivaio delle piantine. Per evitare che le stesse si pieghino verso la luce, è consigliabile ruotare una volta al giorno il semenzaio. Quando le pianticelle avranno due gruppi di foglie, potranno essere trapiantate in un vaso con il foro di scolo, il fondo coperto di ciottoli e un terriccio polivalente mescolato con sabbia.

Alcune erbe, come basilico e timo, hanno bisogno di molta luce, mentre, per esempio, il prezzemolo preferisce l’ombra. Ad ogni modo è importante nutrire le piante con un fertilizzante naturale, mantenere sempre il terriccio umido, evitando ristagni d’acqua e temperature estreme. Per mantenere la pianta compatta e rigogliosa, si consiglia di staccare i getti giovani, per l’uso culinario, evitando che la pianta fiorisca.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Vivere secondo natura (edizioni Tecniche Nuove)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti