Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cluster C

Disturbo evitante di personalità

di
Pubblicato il: 19-03-2010

Si caratterizza per comportamento penetrante di inibizione sociale, senso di essere inadeguati ed estrema sensibilità a valutazioni negative nei propri confronti

Sanihelp.it - I soggetti colpiti da questo disturbo tendono a reputarsi socialmente incapaci o non attraenti a livello personale ed evitano le interazioni sociali per paura di essere ridicolizzati, umiliati o non accettati. Preferiscono la solitudine e percepiscono un certo senso di estraniazione dalla società.

Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi di Personalità include il disturbo evitante nel cluster C, si manifesta nell'età adulta in una varietà di contesti e ha alcune salienti pecurialità:

1. Evita attività professionali che implichino significativi contatti personali, a causa di timori di critiche, disapprovazioni o rifiuti.
2. È riluttante a coinvolgersi con le persone a meno di avere la certezza di essere accettato.
3. Mostra ritegno all'interno di relazioni intime a causa del timore di essere deriso o ridicolizzato.
4. È preoccupato di essere criticato o rifiutato in situazioni sociali.
5. È inibito nelle nuove situazioni interpersonali a causa di sensazioni di inadeguatezza.
6. Vede se stesso come socialmente incapace, non attraente a livello personale o inferiore agli altri.
7. È insolitamente riluttante a intraprendere rischi personali o di impegnarsi in qualsiasi nuova attività perché può provare imbarazzo.

Il disturbo evitante di personalità si caratterizza per i seguenti sintomi:

• Ipersensibilità alla critica o al rigetto
• Isolamento sociale autoimposto
• Estrema timidezza in situazioni sociali, nonostante il desiderio di relazioni intime
• Tendenza a evitare le relazioni interpersonali
• Sensazione di inadeguatezza
• Bassa autostima
• Diffidenza nei confronti degli altri
• Estrema timidezza
• Allontanamento emozionale correlato all'intimità
• Autocritica circa i propri problemi di relazione con gli altri
• Problemi nello svolgere alcuni compiti professionali
• Autopercezione di una vita propria di solitudine
• Sensazione di inferiorità rispetto agli altri
• Creazione di un mondo di fantasia


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
DSM IV

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti