Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Diabete e catastrofi naturali: dall'Abruzzo le linee guida

di
Pubblicato il: 29-04-2010
Sanihelp.it - Strutturare una rete organizzativa che permetta di portare soccorso specialistico alle persone con diabete in modo efficace nelle fasi dell’emergenza: questo l’obiettivo del documento redatto dai diabetologi abruzzesi sotto l’egida di AMD - Associazione Medici Diabetologi, in occasione del sisma che ha colpito l’Abruzzo un anno fa.

Il diabete è una delle patologie più diffuse al mondo: oggi sono più di 250 milioni le persone che ne sono affette. In Italia rappresentano il 7% della popolazione, quasi 4.200.000 concittadini, 7.000 dei quali hanno vissuto in prima persona i disagi derivanti dal verificarsi del sisma abruzzese uniti ai problemi della malattia.

A causa del sisma che ha colpito L’Aquila e l’Abruzzo, uno dei principali centri diabetologici della Regione (all’ospedale dell’Aquila) è andato distrutto. In quella occasione i diabetologi hanno dovuto far fronte all’emergenza mettendo a punto un piano operativo che assistesse oltre 80 diabetici.

L’esperienza vissuta a L’Aquila ha rappresentato un punto d'inizio da parte della diabetologia italiana che ha voluto stilare raccomandazioni, da divulgare a livello internazionale a medici e pazienti, su come gestire, in caso di catastrofi, questa malattia complessa.

Concretamente deve essere pianificata la costituzione di una Task Force Diabetologica formata da operatori sanitari dei Servizi di Diabetologia, in grado di intervenire in modo rapido nell'area geografica colpita, coordinandosi tempestivamente con la Protezione Civile e con la rete dei soccorsi. Nel documento vengono puntualmente elencate le dotazioni necessarie.

A ogni persona che soffre di diabete devono essere poi fornite indicazioni che permettano di far fronte all’emergenza soprattutto nelle ore più critiche (le prime 72 ore dopo l'evento): un elenco delle scorte essenziali e indicazioni in merito a quali farmaci e materiali conservare a portata di mano, suggerimenti su cosa fare in caso di temperature elevate, consigli relativi all'alimentazione e regole in caso di malattia, invitando il paziente a informarsi presso il proprio medico sul comportamento da tenere e a cercare la postazione diabetologica nel centro medico principale dell’area della catastrofe.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AMD - Associazione Medici Diabetologi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti