Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

È efficace nei disturbi dell'umore

Stare meglio con la light therapy

di
Pubblicato il: 11-05-2010

Con la bella stagione si allungano le giornate, che si riempiono di luce con effetti straordinari sul nostro benessere e sul nostro buonumore. È il presupposto della light therapy.

Stare meglio con la light therapy © Sxc Sanihelp.it - La luce ci fa stare bene. Migliora l’umore, favorisce la concentrazione e la riflessione, illumina i momenti bui della nostra esistenza. Studi controllati dimostrano che il trattamento con la luce è efficace nei disturbi dell'umore con effetti equivalenti a quelli della maggior parte dei farmaci antidepressivi .

Il nostro organismo, e in particolare il sistema nervoso e quello endocrino, ricevono, attraverso la luce, stimoli che aiutano a mantenere in equilibrio il sistema melatonina – serotonina e a regolarizzare i ritmi circadiani sonno – veglia, migliorando l’umore, l’appetito e la qualità del sonno.

Purtroppo oggi viviamo in un mondo deprivato di luce e paghiamo tutto ciò con la nostra salute. I luoghi di lavoro (ufficio, fabbriche, scuole), le abitazioni, i mezzi di trasporto, sono tutti luoghi chiusi in cui la quantità di luce è enormemente inferiore a quella all’aria aperta. Con effetti diversi: alterazioni del sonno, sbalzi d’umore, fino a vere e proprie patologie.

Secondo studi scientifici, pubblicati in letteratura, la luce-terapia ha un’efficacia terapeutica in caso di: disturbi depressivi stagionali e non, depressione in gravidanza, bulimia, sindrome delle abbuffate notturne, disturbi del sonno, jet lag, sindrome premestruale, disturbo ossessivo-compulsivo, cefalee e sindrome della fatica cronica.

Si avvale di particolari lampade, che non hanno nulla a che vedere con le lampade abbronzanti a raggi Uva. Ma sono speciali apparecchi con uno schermo rettangolare, circa 40 centimetri per 30, che emettono una luce bianchissima e brillante.

È necessario sedersi a circa 50-70 cm dalla lampada, con gli occhi aperti (senza filtri né occhiali scuri). Non è necessario fissare la fonte luminosa, nel frattempo si può svolgere normali attività lavorative, leggere o guardare la TV. Il trattamento è quotidiano e la sua durata è variabile in base al tipo di disturbo e alla risposta individuale, da due giorni a due mesi, anche se in media sono sufficienti dalle due alle quattro settimane.

Gli effetti non sono solo in termini di miglioramento dell'umore, ma sono stati dimostrati anche attraverso la misurazione di parametri biologici come i livelli di cortisolo, melatonina e di determinate funzioni del sistema serotoninergico.

Gli esperti consigliano di affiancare alla cura una modifica sostanziale dei comportamenti di vita che potrebbero influenzare i risultati, come per esempio migliorare l’igiene del sonno, rispettare gli orari dei pasti, dell’attività fisica e del riposo. La luce-terapia può anche essere associata a una terapia farmacologica tradizionale o a strategie terapeutiche alternative come supplementi vitaminici, la melatonina, il magnesio o l’ademetionina.

La light therapy viene dai paesi nordici e solo recentemente è approdata in Italia. Sono ancora pochissimi però i centri che la applicano, come l’Istituto di neuroscienze per la cura della depressione di Firenze e il Dipartimento di scienze neuropsichiche dell’Ospedale San Raffaele di Milano.

È possibile anche acquistare la lampada a fare la cura da casa: si chiama Litebook e si utilizza tenendola in funzione a 40-60 cm dal viso per circa 15-30 minuti al giorno. Con una carica riesce ad assicurare due sedute da 30 minuti ciascuna. Litebook è in vendita presso il Centro Botanico di Milano, al costo di 275,00 euro.

Tuttavia la luce-terapia presenta alcune controindicazioni ed effetti collaterali, pertanto è utile informarsi prima di sottoporsi alla cura.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto di Neuroscienze (Firenze) - Centro Botanico (Milano)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti