Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Disturbi digestivi: persi 41 giorni di lavoro all'anno

di
Pubblicato il: 10-05-2010
Sanihelp.it - Quasi sette persone su dieci soffrono di gonfiore, pesantezza, difficoltà di digestione almeno una volta alla settimana, mentre se consideriamo chi ha avuto almeno una volta tali disturbi arriviamo quasi alla totalità della popolazione italiana ( 96%). Sono i risultati dell’indagine condotta da Astra Ricerche per l’Effervescente Brioschi a marzo 2010 su oltre 38 milioni di italiani tra i 18 e i 65 anni.

In alcuni individui questi disturbi generano un grande senso di disagio, al punto da ostacolare l’attività sociale, lavorativa e affettiva. La ricerca rivela che quasi 37 milioni di italiani soffrono di questi disturbi e non riescono svolgere in tutto o in parte le proprie attività lavorative e sociali per una media pro-capite di quasi 41 giorni all’anno, totalizzando ben un milione e mezzo di giorni all’anno.

Gli stomaci più sensibili sono quelli delle donne; nel complesso però è un problema trasversale ai due sessi, che colpisce specialmente i giovani adulti tra i 18-34 anni e gli adulti tra i 45-54 anni, i laureati, gli imprenditori, i dirigenti, i professionisti e tutti coloro che hanno in famiglia bambini e ragazzini di età inferiore ai 15 anni.

Le principali cause di questo fenomeno sono cinque: l’abbassamento della soglia di sopportazione del dolore, il crescente stress esistenziale, il peggioramento degli stili alimentari, in particolare in riferimento al tempo (sempre minore) dedicato ai pasti, il peggioramento dell'umore generale, la recente crisi economico-sociale.

La ricerca dimostra che il 42% dei sofferenti vive male questi inconvenienti e prova sentimenti decisamente negativi quali irritazione e rabbia.

Il 50% degli intervistati dichiara di ricorrere al momento del bisogno a prodotti che favoriscono la digestione: il 28 % degli intervistati, quasi 11 milioni di italiani, sceglie i prodotti digestivi granulari effervescenti acquistabili nei supermercati. Segue il bicarbonato di sodio, scelto dal 24% degli italiani. Il 49% invece, afferma di risolvere le sensazioni di malessere e disagio con alcune limitazioni alimentari. Seguono,altri rimedi qu li i prodotti erboristici, le bevande gassate, la liquirizia, i digestivi alcolici a fine pasto e il movimento fisico.

Non solo i cibi risultano indigesti … Per quasi 9 milioni di italiani il lavoro (o la sua mancanza) rappresenta la situazione più difficile da digerire. Segue il caos della vita moderna (le code, la disorganizzazione, l’iper-burocrazia, il traffico…) per più di 5 milioni di intervistati; le malattie, la morte delle persone care o i conflitti in famiglia sono vissuti dolorosamente per 5 milioni di italiani. Seguono i problemi economici legati alla crisi (oltre 4 milioni e mezzo), l’arroganza e la prepotenza, infine i problemi sentimentali (circa 4 milioni).


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ricerca Astraricerche Gli italiani e i piccoli disturbi di digestione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti