Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Formaggi: cresce il consumo dei mini-formati pronti all'uso

di
Pubblicato il: 12-05-2010
Sanihelp.it - Il Grana Padano e il Parmigiano-Reggiano sono i protagonisti della produzione casearia nazionale e i portabandiera dei formaggi stagionati italiani nel mondo.

Da oggi al supermercato o in gastronomia non si trovano più solo le forme intere o gli spicchi confezionati sottovuoto, ma anche formati più comodi e stuzzicanti, che sono stati sviluppati dall'industria casearia italiana per rispondere alle nuove esigenze di consumo degli italiani: sfoglie, fettine, creme, bocconcini, miscele già grattate ma anche confezioni mignon e monoporzioni, pensate per piccole famiglie e single.

Le nuove versioni non sono solo gustose e invitanti, hanno anche un altro vantaggio: sono pronte all'uso. I formaggi sono già tagliati e privi di scarti, e così li si può portare subito in tavola.

Inoltre sono confezionati in porzioni precise (o comunque facili da dosare), per cui è impossibile sbagliare le dosi. Anche per questo i formaggi tagliati a bocconcini, a scaglie o a fette, oppure già grattugiati, sono la soluzione ideale per mettere d’accordo palato e linea.
Basti pensare che un cucchiaio di Grana Padano fornisce poco più di 19 calorie mentre un bocconcino arriva a 65 calorie. Poca energia, tanta leggerezza (perché la stagionatura li rende particolarmente digeribili), un cocktail di proteine, vitamine, sali minerali ma anche un concentrato di calcio e fosforo.

Gli italiani hanno mostrato di apprezzare queste innovazioni: nel 2009 sono arrivate a rappresentare circa il 12% di tutti i formaggi duri tipici italiani venduti nella distribuzione moderna, che in totale superano le 145.000 tonnellate.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Assolatte

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti