Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sport per tutti

I disabili e l'immersione subacquea

di
Pubblicato il: 08-06-2010

La subacquea è una disciplina affascinante che conta in Italia molti appassionati. Nel nostro Paese, grazie a HSA Italia, anche le persone disabili possono avvicinarsi a questo mondo.

I disabili e l'immersione subacquea © Sxc Sanihelp.it - Mariangela Ieri, della Segreteria Nazionale di HSA (Handicapped Scuba Association International) ci racconta la storia e gli obiettivi dell’Associazione.
«HSA nasce all’inizio degli anni ottanta con Aldo Torti (l’attuale presidente) con l’obiettivo di creare gli strumenti e le condizioni migliori per consentire alle persone disabili di praticare le attività subacquee come tutti, ricevendone benefici.
Negli anni da pionieri, non fra poche difficoltà, l’Associazione ha dimostrato a tutti la fattibilità dell’attività da parte di una persona disabile che decide di praticare la subacquea. La sedia a rotelle e con essa le costrizioni quotidiane si lasciano sulla riva o sulla barca, immergendosi in sicurezza nei fondali dei mari o dei laghi. Sorretti dalla dolce spinta di Archimede si prova l’emozione di scivolare senza peso nelle meraviglie del mondo sommerso.
Le attività acquatiche e subacquee si praticano prevalentemente all’aperto in contesti paesaggistici resi incantevoli dalla natura che li circonda, per poi finire tutti in compagnia davanti a un buon piatto di pesce! 

Praticare attività fisica ricreativa in scenari particolarmente piacevoli porta a benefici ormai conosciuti. L’inclusione sociale e la crescita personale sono insite nell’attività.

Oggi HSA Italia è una stupenda realtà, un movimento specifico, forte e organizzato, creato da tante persone che si occupano di subacquea e di nuoto per le persone con disabilità nei diversi livelli organizzativi dell’associazione. Come un volano inarrestabile continuiamo a creare occasioni di incontro, di partecipazione, di formazione per tutti, nessuno escluso.

Uno dei principali punti di forza è la formazione: HSA ha elaborato fin dall’inizio della sua fondazione standard di particolare qualità, appositamente studiati per la sicurezza in immersione dei subacquei disabili, non vedenti compresi.
Il sistema didattico HSA è unico: studiato per subacquei speciali, ha nella qualità e nella performance personale le sue caratteristiche principali. Il settore training di HSA cura l’aggiornamento e l’elaborazione di nuovi materiali didattici sempre più innovativi e interattivi per studenti, istruttori, guide, accompagnatori e volontari. 

Il sistema didattico di qualità HSA elaborato per un pubblico speciale, ha permesso negli anni di brevettare migliaia di subacquei che si immergono sicuri in molte parti del mondo.
In oltre trent’anni di attività HSA ha conquistato credibilità e riconoscimenti ovunque, diventando il naturale riferimento del settore. Oggi è presente in 47 paesi nel mondo con una fitta rete di istruttori e diving collegati fra loro in grado di dare insegnamento, certificazioni di qualità e accompagnamento alle persone disabili».

Per maggiori informazioni sul mondo della subacquea, vai su www.superscuba.it


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HSA – Handicapped Scuba Association International

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti