Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mangiare tifando l'Italia

Happy hourů mondiali!

di
Pubblicato il: 08-06-2010

Con l'inizio dei Mondiali di calcio, cresce la voglia di freschi happy hour da gustare sul divano con gli amici davanti alla tv. Ma cosa mangiare per non rovinare linea e salute?

Happy hourů mondiali! © Photos.com Sanihelp.it - Sarà un mondiale tra tecnologia e convivialità, quello che partirà tra pochi giorni. Da una parte televisori a schermo piatto di ultima generazione e computer collegati ai social network, dall’altra happy hour con amici e familiari, rigorosamente sul divano di casa. Questo il panorama sulle macrotendenze tracciato da D’Adda, Lorenzini, Vigorelli, BBDO per capire i nuovi trend e quanto sono cambiate le abitudini degli italiani mentre guardano una partita di calcio.

«L’innovazione tecnologica contribuisce a incrementare la voglia di vedere le partite in compagnia, soprattutto in un’abitazione privata – spiega Stefano Spadini, direttore strategico di DLV BBDO - Insomma, oggi la convivialità, prevalentemente casalinga, si sposa con l’alta tecnologia».

L’aumento delle vendite del 134% dei televisori a schermo piatto, sempre più grandi e ad alta definizione (da 9.513 nel 2007 si è passati a 22.272.000 di italiani che oggi hanno la possibilità di vedere la Tv su schermo LCD/Plasma/LED), sarà un driver importante che favorirà l’incremento del numero di persone che guarderanno le partite a casa in compagnia di amici e parenti. Su Facebook, intanto, si moltiplicano i gruppi dedicati ai mondiali, per esempio Guardare le partite in tv in compagnia degli amici conta già 576 fan.

Gli italiani che guarderanno i mondiali saranno 28,7 milioni, il 66% uomini, il 34% donne. Di questi il 69% avrà dai 14 ai 64 anni. Gli Azzurri sono motivo di aggregazione per il 98% degli italiani, il 72% preferisce la nazionale alla squadra del cuore, e rispetto alle partite di club, le partite della nazionale sono maggiormente seguite in compagnia di amici.

«Il calcio in Italia, si sa – continua Spadini - è uno sport soprattutto parlato e il divano è il suo terreno di gioco. Il 75% degli italiani ci passa più di 30 minuti al giorno e ai giovani tra i 24 e i 34 anni capita spesso di mangiare sul divano».

In effetti gli happy hour organizzati in casa oggi sono sempre più frequenti, e i Mondiali accentueranno ancora di più questo fenomeno. Ma se i nutrizionisti mettono sempre in guardia dallo spiluccare cibo sul divano mentre si guarda la tv, in occasionale delle partite si può fare uno strappo alla regola. Basta scegliere i cibi giusti.

«Sì a una pasta fredda, o a un’insalata di farro o di riso integrale, con tonno, uova sode, pomodorini e olive, condita con olio d’oliva e basilico – consiglia Evelina Flachi, nutrizionista e Specialista in Scienze dell’Alimentazione, autrice de La dieta Flachi, appena uscito nelle librerie italiane (Rizzoli, 17,50 euro) – Chi ama i panini, può scegliere dei tramezzini di pane integrale o delle tartine con formaggi spalmabili light, bresaola e insalatina tenera. Ottime le crudité di carote, finocchi e sedano, da sgranocchiare per calmare i nervi nei momenti i forte stress della partita! Per completare il pasto, ottimi i classici prosciutto e melone, le macedonia di frutta fresca e le fragole. Da bere, tè deteinato poco dolcificato, acqua e spremute senza zucchero».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ricerca DLV BBDO

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti