Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Speciale gioco d'azzardo o gambling

Gioco d'azzardo patologico: i criteri di diagnosi

di
Pubblicato il: 15-06-2010

Rosa Versaci, psicologa e psicoterapeuta, ci spiega i criteri generali che consentono di delineare il gioco d'azzardo patologico all'interno di una categoria diagnostica più ampia

Gioco d'azzardo patologico: i criteri di diagnosi © Sxc Sanihelp.it - I criteri diagnostici del DSM-IV sono:

1) La sua attenzione è assorbita dal gioco (a esempio, si preoccupa di rivivere precedenti esperienze di gioco e pianificare la prossima giocata, pensando ai modi di reperire denaro per giocare).

2) Ha necessità di giocare con somme di denaro crescenti per raggiungere l’eccitazione desiderata.

3) Ha effettuato ripetuti e inefficaci tentativi di controllare, diminuire o interrompere l’attività del gioco.

4) Inquietudine e irritabilità sono dominanti durante i tentativi di contenere o eliminare il gioco.

5) Il gioco permette di fuggire dai problemi o di attenuare la disforia (a esempio: sentimenti di impotenza, colpa, ansia, depressione).

6) Dopo aver perso denaro, spesso ritenta nei giorni successivi (rincorrere le perdite).

7) Mente a familiari, al terapeuta o ad altri per nascondere il grado di coinvolgimento nel gioco.

8) Commette atti illegali, quali falsificazioni, truffe, furti o appropriazioni indebite per finanziarsi il gioco.

9) Rischia di perdere relazioni significative, lavoro opportunità di studio o di carriera a causa del gioco.

10) Conta su altri per disporre di denaro per superare una situazione finanziaria disperata causata dal gioco.

Per essere considerato patologico bisogna che siano presenti cinque o più aspetti tra quelli sopra enumerati.







FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Rosa Versaci

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti