Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Scelte alimentari oculate

di
Pubblicato il: 29-06-2010

D'estate è di fondamentale importanza prestare ancora maggiore attenzione all'acquisto e alla conservazione dei cibi per evitare spiacevoli problemi gastrointestinali.

Scelte alimentari oculate © Photos.com Sanihelp.it - Il ministero del lavoro e della salute ha approntato un vademecum per focalizzare l’attenzione dei consumatori sull’importanza, soprattutto in estate, di comprare e conservare correttamente i cibi per evitare gastroenteriti e intossicazioni alimentari.

Bisogna, per questo, diffidare sempre dai canali di distribuzione non convenzionali, per questo non bisogna acquistare mai nulla da venditori improvvisati sulla spiaggia o in montagna.
Non vanno mai acquistate confezioni rotte, danneggiate o confezioni di prodotti congelati con brina.
Le bottiglie di acqua minerale e delle bevande in generale non devono mai essere esposte a fonti di calore diretti.

I cibi refrigerati e congelati vanno acquistati quando si è ormai prossimi alle casse per evitare che si scaldino eo scongelino, vanno sempre messi negli appositi sacchetti termici e non messi vicino a cibi caldi o precotti.
La spesa va portata a casa il prima possibile evitando di lasciare le buste nella macchina rovente sotto il sole. A
ppena arrivati a casa è importante riporre i cibi refrigerati o congelati in frigorifero o in freezer e il pesce e la carne vanno sempre messi nello scomparto più freddo del frigorifero.

Il frigorifero va tenuto scrupolosamente pulito ricordando che la frutta e la verdura vanno conservati negli scomparti meno freddi e che la frutta non va messa in frigorifero dopo il lavaggio per evitare di aumentare il tasso di umidità nel frigo che può favorire la crescita di muffe e batteri.

Il frigorifero non va nemmeno riempito troppo per evitare di alterare il normale sistema di refrigerazione dell’elettrodomestico; vanno sempre buttati gli alimenti scaduti o dal colore o dall’odore alterato.
Gli alimenti, infine, vanno consumati subito dopo la cottura evitando di lasciarli a temperatura ambiente oppure conservarli correttamente in frigorifero.

Se si decide di mangiare all’aperto non bisogna mai dimenticare che i cibi appena cotti o ancora caldi non vanno impacchettati; i panini o le insalate andrebbero refrigerate per 12 ore prima di essere consumate all’aperto, è bene evitare il più possibile la manipolazione degli alimenti all’aperto perché non si dispone di acqua corrente per le opportune operazioni di lavaggio e pulizia.
Se infine si opta per un bel barbecue bisogna cuocere la carne accuratamente, senza carbonizzarla per evitare la formazione di sostanze cancerogene, non bisogna mai unire la carne cotta con quella cruda e non va mai messa sul fuoco la carne congelata


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ministero del Lavoro e della Salute

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti