Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nordic walking, sole, dieta e stimolazione biofisica

Storte e strappi: prevenzione e cure dalla natura

di
Pubblicato il: 31-08-2010

Prevenire le malattie articolari con stile di vita e cure dolci si può. E in caso di disturbi già conclamati, occhio ai troppi farmaci: l'aiuto naturale viene dalla stimolazione biofisica.

Storte e strappi: prevenzione e cure dalla natura © Photos.com Sanihelp.it - Con il rientro in città, scatta la voglia di prolungare gli effetti benefici dell’estate sulla forma fisica, con lunghe passeggiate nei boschi e piacevoli corse al parco, complici le temperature ancora favorevoli e i tardi pomeriggi ancora illuminati dal sole.

Ma il rischio di piccoli traumi articolari è in agguato. Basta una storta, un ostacolo, un piede che appoggia male su una superficie scivolosa, ed ecco che subito scatta il dolore. Sono soprattutto gli anziani a fare i conti con una riduzione della cartilagine articolare, che rappresenta un fattore protettivo naturale.

L’attività fisica rappresenta da sempre la miglior medicina per far funzionare al meglio le articolazioni, in ogni età. Recenti ricerche dimostrano che una passeggiata quotidiana, meglio se unita a qualche esercizio ginnico che permetta di sciogliere le articolazioni, rappresenta il miglior sistema per prevenire o combattere l’artrosi.

Andrea Billi, medico della nazionale italiana di basket, dà alcuni consigli per la prevenzione delle malattie articolari puntata sullo stile di vita e sulle cure naturali. «Consiglio un’attività fisica moderata, come una passeggiata in pianura. Il carico moderato infatti mette in moto e rallenta l’invecchiamento di cartilagine, legamenti e osso subcondrale. Per esempio il Nordic Walking, una tecnica di camminata sportiva che viene praticata con l'ausilio di appositi bastoncini, è molto salutare. L'appoggio del bastone sul terreno permette una notevole riduzione del carico delle articolazioni delle ginocchia delle caviglie e delle anche.

Se sono già presenti problemi articolari, invece, il mio consiglio è di ridurre l'assunzione di farmaci antinfiammatori scegliendo soluzioni prive di effetti collaterali come la stimolazione biofisica che, attraverso i campi elettromagnetici pulsati, controlla il processo infiammatorio e previene un'ulteriore degenerazione della cartilagine».

Le malattie articolari occupano, insieme alle malattie reumatiche, il secondo posto dopo le malattie cardiovascolari quale causa di invalidità e si stima che ne soffrano oltre cinque milioni e mezzo di persone in Italia e oltre 300 milioni nel mondo. La diffusione altissima di queste patologie è legata all'invecchiamento, ma anche a traumi e a stili di vita poco salutari.

All’attività fisica bisogna aggiungere un’alimentazione corretta, ricca di fibre e carboidrati e povera di grassi animali. L’eccessivo apporto di calorie infatti tende ad aggravare il carico e a volte creare vizi posturali o nei movimenti. Affidiamoci poi al potere curativo del sole: l'esposizione al sole di ginocchia, caviglie e spalle, meglio se nelle ore meno calde della giornata, dà una sensazione rigenerante e lenisce il dolore.

«Oltre all'invecchiamento, le articolazioni sono sottoposte a stress e traumi più o meno gravi, ma assumere farmaci antidolorifici trascurando i segnali del proprio corpo può essere pericoloso - dice l’esperto - Una volta persa la sua integrità, la cartilagine articolare è difficile da riparare. È importante perciò stare attenti ai segnali del proprio corpo e in caso di problemi articolari accertati rivolgersi agli specialisti che sapranno consigliare le cure più appropriate».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti