Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sicurezza

Codice della Strada: le novità a favore degli animali

di
Pubblicato il: 31-08-2010

Il 29 luglio il Senato ha approvato in via definitiva la riforma del Codice della Strada che riconosce per la prima volta gli animali come esseri senzienti.

Codice della Strada: le novità a favore degli animali © Sxc Sanihelp.it - Le novità introdotte dalla riforma, proposte a suo tempo dalla LAV (Lega Anti Vivisezione) e sostenute dai deputati e senatori dell’Intergruppo Parlamentare Animali, sono sostanzialmente quattro:

1 - il diritto/dovere di soccorrere gli animali feriti
2 - l’obbligo di fermarsi e assicurare un pronto intervento in caso di incidente
3 - il riconoscimento dello stato di necessità per il trasporto di un animale in gravi condizioni
4 - l’equiparazione dei mezzi di soccorso veterinari e di vigilanza zoofila a quelli di ambulanze, Vigili del Fuoco e Polizie.

Tutti questi positivi cambiamenti sono confluiti nell’art. 31 del Codice che modifica e integra gli articoli 177 e 189 della Legge 285 del 1992.

Pesanti sanzioni amministrative sono previste per coloro che non si fermeranno per assicurare un tempestivo soccorso agli animali, così come detto nel comma aggiuntivo 9 bis inserito nell’articolo 189:
«L’utente della strada, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti, ha l’obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subìto il danno. Chiunque non ottempera agli obblighi di cui al periodo precedente è punito
con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 389 a euro 1.559.
Le persone coinvolte in un incidente con danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti devono porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso.
Chiunque non ottempera all’obbligo di cui al periodo precedente è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 78 a euro 311

Maurizio Santoloci, Magistrato e Direttore dell’Ufficio Legale LAV, in seguito all’entrata in vigore del nuovo Codice della Strada, ha dichiarato: «L’approvazione delle due nuove norme del codice della strada è, per certi versi, un’evoluzione rivoluzionaria in senso generale nel campo della disciplina giuridica sulla tutela degli animali, che va oltre il contesto specifico di tale Codice e proietta nuove basi di principio importanti oltre i confini di tale norma. Infatti da un lato si ricollega nuova dignità operativa e funzionale anche al mondo delle guardie zoofile volontarie, fino a oggi mortificato da continui atteggiamenti riduttivi e limitativi, dall’altro si introduce un concetto di stato di necessità per il soccorso animale fino a oggi negato da più fonti e che rappresenta un ulteriore e decisivo passo avanti per una legislazione a tutela diretta degli animali in quanto esseri viventi e senzienti; infine il dovere di soccorso è il corollario di chiusura di questa profonda innovazione che crea una novità di civiltà giuridica veramente di svolta in questo settore, impensabile fino a pochi anni fa.»


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
LAV

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti