Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Terapia ormonale sostitutiva e mammografia

di
Pubblicato il: 01-09-2010
Sanihelp.it - Le donne che si sottopongono a terapia ormonale sostitutiva dopo la menopausa hanno delle mammografie più difficilmente leggibili e interpretabili delle altre donne e quindi fare diagnosi di un eventuale cancro al seno per queste pazienti è più difficile: è quanto sostiene uno studio condotto presso l’università di Copenaghen e pubblicato sulla rivista Menopause.

I ricercatori hanno analizzato i dati relativi a circa 173000 donne che fra il 1993 e il 2007 si sono sottoposte a mammografia scoprendo che le donne sottoposte a terapia ormonale sostitutiva avevano maggiori probabilità di avere un falso positivo ovvero di avere una mammografia positiva, mentre poi facendo altri esami si scopriva che non vi era alcuna massa tumorale.

Sembra che le donne che assumono ormoni hanno una maggiore densità a livello del tessuto del seno, anche se sembra, che la densità a livello del seno è diversa a seconda del tipo di terapia ormonale che si segue, se per os, per iniezione o per via transdermica.
Servono però, ulteriori studi sull’argomento per dare consigli più mirati alle donne in terapia sostitutiva che si sottopongono a mammografia.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reutershealth

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti