Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il cerotto alla seligilina non aiuta a smettere di fumare

di
Pubblicato il: 06-09-2010
Sanihelp.it - Si era pensato che la selegilina, un farmaco normalmente usato per via trans dermica per la cura del Parkinson per la sua capacità di aumentare i livelli di dopamina a livello cerebrale, di solito bassi in chi smette di fumare, potesse supportare chi cerca di astenersi dal fumo: uno studio condotto presso la Stanford University School of Medicine di Palo Alto in California ha dimostrato che non è così.

I ricercatori hanno seguito 243 pazienti che volevano smettere di fumare e in modalità random hanno avuto l’ordine di applicare un cerotto a base di selegilina o placebo ogni 24 ore per 8 settimane e hanno ricevuto supporto cognitivo.
Dopo 8 settimane hanno evidenziato una reale astinenza dal fumo da almeno una settimana il 26% dei pazienti trattati con selegilina e il 30% dei pazienti trattati con placebo.

Si è visto dopo un follow-up di un anno che i risultati migliori in termini di astinenza si sono ottenuti nei pazienti con cerotto di selegilina o placebo in presenza di una forte motivazione personale, adeguatamente aiutata dal supporto psicologico: nella disassuefazione da fumo il trattamento farmacologico non può prescindere da quello psicologico.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti