Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Alcol e declino cognitivo

di
Pubblicato il: 22-09-2010
Sanihelp.it - Ci sono pareri discordanti sull’effetto che l’alcol può sortire sulle capacità cognitive del cervello: secondo lo studio condotto presso l’università di Saragozza in Spagna e pubblicato sulla rivista American Journal of Epidemiology le persone anziane che bevono alcol con moderazione hanno le stesse probabilità degli astemi di andare incontro ad un rapido declino cognitivo.

Gli autori dello studio hanno seguito circa 3888 adulti senza demenza di 55 anni per 4,5 anni.
Durante il follow-up solo il 13% del campione iniziale è incorso in una grave situazione di declino cognitivo.
I ricercatori non sono riusciti a trovare nessuna relazione fra consumo di alcol e sviluppo della demenza.
Per gli ex alcolisti, magari avvezzi anche al fumo, invece, c’è un maggiore rischio di declino cognitivo.

Il maggior limite degli studi condotti per accertare il nesso fra consumo di alcol e declino cognitivo è che sono di tipo osservazionale, mentre solo i trial clinici permettono di cogliere con maggiore nitidezza i rapporti di causa ed effetto.
Secondo questo studio, comunque, le persone anziane abituate a bere con moderazione possono continuare a farlo con tranquillità senza che aumenti il rischio di declino cognitivo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti