Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sclerosi multipla: nuovo farmaco riduce le ricadute

di
Pubblicato il: 29-09-2010
Sanihelp.it - La Food and Drug Administration ha approvato il farmaco Gilenya (fingolimod) come terapia di prima linea per le forme recidivanti di sclerosi multipla, che colpisce oggi più di 2,1 milioni di persone nel mondo. L’autorizzazione della FDA fa di fingolimod il primo trattamento orale disponibile negli Stati Uniti per le forme recidivanti di sclerosi multipla, le forme più comuni della malattia, caratterizzate da ricadute o attacchi, intervallate da periodi di remissione.

Fingolimod riduce la frequenza delle ricadute e contribuisce a rallentare l’accumulo di alcuni dei problemi fisici legati alla malattia. Il profilo di sicurezza e tollerabilità è stato studiato e caratterizzato in oltre 2.600 pazienti, alcuni dei quali al settimo anno di trattamento, per un totale di oltre 4.500 pazienti per anno di esposizione.

L’approvazione si è basata sul più ampio programma di studi clinici per un nuovo farmaco per la sclerosi mutipla presentato alla FDA, e comprende i risultati di studi clinici che dimostrano una significativa efficacia nel ridurre le ricadute e nel rallentare la progressione della disabilità e il numero di lesioni cerebrali (indicatore dell’attività di malattia) nelle persone con sclerosi mutipla recidivante.

Fingolimod è il primo di una nuova classe di farmaci, i modulatori del recettore della sfingosina-1 fosfato (S1P-R). Permette di ridurre l’attacco del sistema immunitario al sistema nervoso centrale, sequestrando alcuni globuli bianchi (linfociti) nei linfonodi. Ciò impedisce ai globuli bianchi di raggiungere il sistema nervoso centrale, dove potrebbero attaccare le guaine che proteggono le fibre nervose, riducendo così il danno infiammatorio.

Ora si sta lavorando per ottenere l’approvazione da parte delle Autorità Regolatorie in Europa e nel resto del mondo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Novartis

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti