Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Impotenza: anche nei depressi funziona il Viagra

di
Pubblicato il: 04-01-2002

Secondo uno studio recente il Viagra potrebbe combattere l'impotenza anche negli uomini affetti da depressione e quindi concorrere nel miglioramento dei sintomi depressivi.

Sanihelp.it - La disfunzione erettile e la depressione spesso insorgono simultaneamente. La relazione sembra essere a doppio senso: da un lato la depressione e le medicine usate per combatterla portano all’impotenza, e dall’altro la mancanza di virilità spinge alcuni uomini verso la depressione. Non è ancora chiaro se il Viagra (principio attivo: il sildenafil)funziona bene anche in uomini con depressione e se il trattamento dell’impotenza con questa medicina aiuti ad alleviare i sintomi della depressione.

I risultati, della prima ricerca che risponde a tali quesiti, dimostrano che il Viagra potrebbe funzionare nella cura dell’impotenza soprattutto negli uomini con depressione media o moderata, ed inoltre che la cura porterebbe un significativo miglioramento dei sintomi depressivi.

Le scoperte sono pubblicate sul numero di Ottobre della rivista American Journal of Psychiatry. La ricerca è stata sovvenzionata dalla casa farmaceutica Pfizer, produttrice della “pillola azzurra”.

Nonostante i miglioramenti, associati all’uso del Viagra, riscontrati nella depressione “non esiste dimostrazione che il sildenafil possa essere usato nel trattamento primario della depressione”, avvertono i ricercatori guidati dal Dott. Stuart N. Seidman, della Columbia University di New York.

I medici hanno studiato 152 uomini con disfunzione erettile e depressione da media a moderata. Per oltre 12 settimane un gruppo di pazienti ha assunto Viagra, mentre pazienti dell’altro gruppo hanno assunto un placebo. Le istruzioni erano di assumere una pillola un’ora prima di un rapporto sessuale, e non più di una volta al giorno. Lungo tutto l’arco dello studio, gli psichiatri hanno rivolto ai pazienti domande volte ad indagare le eventuali modificazioni dell’umore, della vita sessuale e della qualità di vita in generale.

Dopo 12 settimane di studio, circa il 90% tra gli uomini trattati con Viagra hanno riportato un significativo miglioramento sia della capacità di erezione sia nei rapporti sessuali. Nel gruppo trattato con placebo il miglioramento è stato riferito solo dal 12% dei pazienti.
I ricercatori hanno classificato come “rispondenti” al trattamento quasi tre quarti dei trattati con Viagra, rispetto al 14% di quelli non trattati. Di questi “rispondenti”, tre quarti hanno mostrato anche miglioramenti significativi nei test di monitoraggio dei sintomi depressivi. Parallelamente hanno anche riferito miglioramenti nella qualità di vita - compresi i rapporti con i loro partners e i familiari.

Gli effetti collaterali principali riscontrati con l’uso del Viagra comprendevano mal di testa, nausea e disturbi visivi.

“I risultati di questo studio suggeriscono che in uomini in cui la disfunzione erettile e la depressione coesistono, una cura basata sul sildenafil potrebbe essere di indubbia utilità”, concludono i ricercatori.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti