Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Memoria

Deja vu: scherzo della memoria?

di
Pubblicato il: 19-10-2010

La dottoressa Giorgia Aloisio, psicologa e psicoterapeuta di Roma, ci guida alla scoperta del deja-vu: un fenomeno dalle poche certezze che affascina e stupisce

Deja vu: scherzo della memoria? © Photos.com Sanihelp.it - Un’esperienza legata alla memoria che si ripete più o meno comunemente nella vita della maggior parte delle persone è rappresentata dal fenomeno del déjà vu, letteralmente già visto: si tratta della sensazione che proviamo di fronte a un avvenimento mai visto, che pure ci sembra noto e familiare. Il mondo dell'arte, in particolare la cinematografia e la letteratura, hanno utilizzato questo tipo di spunto per realizzare opere di fantascienza creative e assai suggestive. Ma ancora prima, nell'antichità, questo fenomeno aveva colpito e condotto alla riflessione alcuni celebri filosofi che già si interrogavano sul significato e l'origine del déjà vu (Aristotele, Pitagora, Sant'Agostino). Inoltre, ha da sempre occupato una posizione di rilievo nella cultura popolare, nella superstizione e nel pensiero di poeti, musicisti, religiosi, scienziati. Molteplici sono gli studiosi che si sono dedicati all'argomento, e sono tuttora in corso numerose ricerche al riguardo.

Si tratta di un tipo di esperienza sperimentata parimenti dal sesso maschile e da quello femminile, in condizioni di disagio o di benessere; è accompagnata da un intenso senso di familiarità ma anche dalla presa di coscienza che l’evento non corrisponde aun fatto realmente già visto o vissuto. I bambini non sono quasi per nulla esposti a questo fenomeno.

Di fronte all'esperienza del déjà vu ci si sente strani, quasi come se fossimo di fronte ad un evento paranormale, soprannaturale, misterioso. Questo fenomeno colpisce particolarmente i soggetti in situazioni di grave stress: è notevolmente diffuso, a esempio, in caso di catastrofe naturale o durante un conflitto bellico.

Il déjà vu è un'esperienza che può incuriosire, affascinare, ma anche spaventare, soprattutto nel caso in cui il soggetto che lo vive abbia un carattere tendenzialmente ansioso o soffra di un franco disturbo di tipo panico.

Esistono altri fenomeni simili:
Déjà vecu: l’impressione di aver già vissuto una particolare esperienza
Jamais vu: la sensazione di non ricordare di aver visto un luogo o una persona che invece sono stati già visti in passato
Presque vu: il ricordare qualcosa ad eccezione di un piccolo particolare (che sperimentiamo quando esclamiamo Ce l’ho sulla punta della lingua)
Déjà eprouvé: letteralmente già provato a fare.

Il fenomeno del déjà vu e, più in generale, il funzionamento della memoria, rappresentano campi del sapere ancora da esplorare: molto deve essere ancora studiato affinché si possa rispondere ai numerosi interrogativi di fronte ai quali la mente umana ci pone.
Ciò non toglie che il misterioso meccanismo della psiche e quello della memoria nello specifico rappresentino fenomeni in grado di stupirci e affascinarci ancora oggi. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Intervista alla dottoressa Giorgia Aloisio

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti