Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Curiosità

Metti un cane al parco.. ed è subito lite

di
Pubblicato il: 19-10-2010

Secondo una ricerca effettuata dallo Sportello Animali di AIDAA le segnalazioni relative a litigi dovuti alla presenza di cani nei parchi pubblici sono circa 1 ogni 18 minuti.

Metti un cane al parco.. ed è subito lite © Sxc Sanihelp.it - Nell’anno 2009 sono state oltre 25.000 le segnalazioni di litigi nei parchi aventi come oggetto la presenza dei cani: questo è quanto scaturisce dall’elaborazione dei dati raccolti dallo sportello online di tutela legale dell’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente) .

Stiliamo di seguito una classifica dei 4 principali motivi che hanno causato l’accendersi della miccia:

- la presenza contemporanea di bambini e cani negli stessi parchi (44% dei casi)
- i cani lasciati liberi nei parchi (28% dei casi),
- le aggressioni ad altri cani (14% dei casi)
- la mancata raccolta degli escrementi dei cani (11% dei casi)
Seguono poi altre motivazioni di minor rilevanza.

Ci troviamo sempre e comunque davanti a futili motivi: la maggior parte delle situazioni descritte potrebbe essere risolta semplicemente utilizzando un po’ di buon senso poiché la responsabilità dei litigi è da ricercare più che altro nei comportamenti scorretti dei padroni degli animali e non nei nostri amici a quattro zampe.

In almeno un migliaio di casi, nei parchi dove ha avuto luogo una lite, si è verificata la comparsa di bocconi avvelenati; qualche volta la cittadinanza ha addirittura organizzato raccolte di firme per chiedere l’allontamento dei cani.

Nel 2009 in 423 casi le liti sono finite alle mani provocando il ricovero in ospedale di 66 persone.

Lorenzo Croce, presidente di AIDAA, ha dichiarato: «Che agli italiani piaccia litigare è oramai assoldato e gli animali sono uno dei motivi preferiti per attaccare briga. Quello dei litigi nei parchi è un fenomeno diffuso prevalentemente nei parchi cittadini e nei mesi estivi. Analizzando i dati in nostro possesso possiamo affermare che almeno la metà delle liti potrebbero essere risolte con un poco di buon senso e di maggiore educazione come nel caso della mancata raccolta delle deiezioni che francamente sanzionerei pesantemente. Vi è poi la questione delle aree cani di cui dovrebbero essere dotati tutti i parchi e che purtroppo spesso sono ancora un miraggio. Resta inteso che litigare per un cane può starci, mettersi le mani addosso o spargere bocconi avvelenati è un reato a prescindere dal motivo che porta a questo comportamento, e che come reato noi denunciamo alle autorità reposte senza guardare in faccia a nessuno».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AIDAA

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti