Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Decalogo per un intestino sano

Primi freddi: l'intestino è in tilt

di
Pubblicato il: 26-10-2010

Sbalzi di temperatura, raffreddamento, antibiotici: l'intestino di un italiano su tre è messo in subbuglio dall'arrivo dell'inverno. Dieci regole salva-intestino.

Primi freddi: l'intestino è in tilt © Photos.com Sanihelp.it - Arriva il freddo, accompagnato dai tradizionali stati influenzali, e l’intestino ne risente: è proprio in questa stagione, infatti, che si creano le condizioni favorevoli al contagio da parte di virus e batteri. Con il freddo tornano, inoltre, gli antibiotici, che possono causare alterazioni della naturale flora batterica intestinale.

Si stima che entro la fine dell’inverno l’intestino di un italiano su tre sarà messo a dura prova dal freddo, dalle infezioni delle vie respiratorie e dall’influenza, con irregolarità intestinali, gonfiore e dolori addominali.

«Le infezioni delle vie respiratorie di origine virale, spesso a carattere epidemico, sono le più frequenti in questa stagione, ma frequenti sono anche le infezioni batteriche - spiega il professor Attilio Giacosa, Direttore Scientifico del Dipartimento di Gastroenterologia del Gruppo Sanitario Policlinico di Monza - Particolarmente a rischio sono i bambini. I virus riescono a diffondersi facilmente nelle popolazioni scolastiche per due motivi: il 90% delle malattie invernali sono causate da virus che si diffondono nell’aria e si trasmettono con il respiro, quindi le aule scolastiche sono l’ambiente ideale per il diffondersi di tali virus, inoltre i virus sono agevolati dal freddo, che causa una diminuzione delle difese locali nel distretto rino-faringeo, favorendo l’attecchimento di agenti patogeni».

Per rinforzare le proprie difese naturali e prevenire le alterazioni della flora batterica intestinale è consigliabile:

1. Evitare ambienti surriscaldati e fumosi.
2. Arieggiare frequentemente gli ambienti, sia a casa sia in ufficio.
3. Utilizzare umidificatori, eventualmente con essenza di eucalipto (per le sue proprietà balsamiche), in ogni stanza della casa.
4. Assumere alimenti ricchi di Vitamine A, B, E, F e soprattutto di vitamina C uniti a oligoelementi come il ferro, magnesio, rame.
5. Assumere regolarmente fermenti lattici probiotici, per il riequilibrio della flora, meglio se arricchiti con Lattoferrina e Zinco; la Lattoferrina contribuisce alle naturali difese dell’organismo contro microrganismi e virus, mentre lo Zinco contribuisce alla protezione dei componenti cellulari dal danno ossidativo e favorisce il normale funzionamento del sistema immunitario.

6. Aumentare il consumo di sostanze liquide (acqua naturale o tisane tiepide).
7. Assumere pasti regolari che abbiano un buon apporto energetico, ma siano poveri di grassi animali (meglio l’olio d’oliva a crudo) con una predilezione per vegetali, proteine magre e cereali integrali.
8. Lavarsi frequentemente le mani.
9. Utilizzare fazzoletti di carta usa e getta.
10. Per i più piccoli in particolare, evitare di toccarsi naso, occhi e bocca senza aver lavato le mani.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
www.puraflor.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti