Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

La dieta per proteggersi dai malanni

di
Pubblicato il: 02-11-2010

Il raffreddore e le sindromi da raffreddamento sono molto comuni in questo periodo: dieta ed esercizio fisico, però, possono fortificare le difese immunitarie e accorciare la durata del malanno

La dieta per proteggersi dai malanni © Photos.com Sanihelp.it - Il raffreddore è una delle sindromi più noiose e più diffuse in questo periodo dell’anno: dura poco, ma sopportarlo è spesso molto difficile, perché è fastidioso, annebbia la concentrazione e rallenta lo svolgimento delle normali attività quotidiane.

Uno studio recentemente pubblicato sulla rivista American Journal of Medicine ha evidenziato come chi svolge attività fisica per almeno tre quarti d’ora ogni giorno vede ridotto di un terzo la probabilità di beccarsi il virus del raffreddore.
Il raffreddore, però si previene e si combatte anche a tavola.

Uno studio pubblicato sull’ European Journal Nutrition ha evidenziato come la regolare assunzione di fermenti lattici del tipo Lactobacillus Plantarum e Lactobacillus Paracasei riduce il rischio di contrarre il raffreddore; anche se il naso comincia a gocciolare insistentemente, l’infezione è più leggera e dura un minor numero di giorni se si assumono regolarmente probiotici. 

Più in generale se si mangiano cibi come lo yogurt e alimenti ricchi di zinco come formaggio grana, pesce azzurro, carote,legumi si accorcia la vita del raffreddore.

In corso di raffreddore e per prevenirlo, bisogna fare il pieno di vitamina C, i pasti nell’arco della giornata andrebbero suddivisi in 4- 5 momenti privilegiando pere, mele, cavolo, verze, cipolle; i pasti non devono mai essere troppo abbondanti perché un’alimentazione eccessiva impegna l’organismo in un superlavoro con rallentamento dell’efficienza del sistema immunitario.

Un altro alleato contro il raffreddore è la vitamina D: bassi livelli ematici di questa vitamina si traducono in un indebolimento del sistema immunitario; la vitamina D migliora anche l’assorbimento del calcio e livelli ottimali di calcio e vitamina D riducono il rischio di infiammazione.
È importante, inoltre, bere molti liquidi perché un’idratazione ottimale migliora il funzionamento delle cellule dell’apparato respiratorio.
 
 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
American Journal of Medicine

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti