Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I livelli di magnesio non permettono di prevedere l'infarto

di
Pubblicato il: 26-10-2010
Sanihelp.it - I livelli ematici di magnesio non rivelano se un soggetto è a rischio di ipertensione o di malattie cardiovascolari: è quanto sostiene uno studio condotto presso il General Hospital di Boston e pubblicato sulla rivista American Hearth Journal.

I ricercatori hanno analizzato i dati relativi a 3531 persone, tutte sane a inizio studio: si è visto che il 22% del campione ha sviluppato ipertensione dopo 8 anni e il 16% del campione in 20 anni, l’arco temporale totale durante il quale si è svolto lo studio, ha sperimentato un evento cardiovascolare.
Monitorando i livelli ematici di magnesio dopo 8 anni e nell’arco dei 20 anni, i ricercatori non hanno trovato alcun link fra bassi livelli di magnesio e ipertensione o malattie cardiache.

Il risultato di questo studio non dice che la supplementazione con magnesio è inutile, anche perché il magnesio è di fondamentale importanza per il corretto funzionamento cellulare, ma l’esame del sangue per il magnesio non fornisce informazioni sulle eventuali problematiche cardiovascolari del paziente.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti