Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Le 4 azioni dei fanghi sulle articolazioni

Reumatismi: i 4 vantaggi delle terme

di
Pubblicato il: 02-11-2010

Fanghi e acque termali sono efficaci per curare artrosi, mal di schiena e dolori articolari. Riduzione dei farmaci e miglioramento della qualità della vita i vantaggi più importanti.

Reumatismi: i 4 vantaggi delle terme © Photos.com Sanihelp.it - Mal di schiena e dolori articolari sono i sintomi più diffusi delle malattie reumatiche, che interessano oggi più di cinque milioni di italiani, giovani e anziani, uomini e donne. Disturbi che peggiorano con il freddo e l’umidità: i muscoli si contraggono attorno alle articolazioni, esercitando una maggiore pressione su quest’ultime e facendo aumentare il dolore.

«In associazione a farmaci e fisioterapia, un valido aiuto può venire dalle terme. In particolare, le acque sulfuree salsobromoiodiche sono particolarmente indicate perché efficaci nel controllo del dolore, nel rallentamento della degenerazione della malattia reumatica e nel miglioramento della funzionalità motoria, aiutano a prevenire le infiammazioni e a ridurre il numero delle ricadute, spiega il dottor Valerio Boschi, medico idrologo e Direttore sanitario di Terme di Sirmione - Inoltre sono prive di effetti collaterali, naturali al 100% e adatte a tutti».

A seconda della malattia da trattare, i trattamenti possono prevedere, da soli o in sinergia tra loro: bagni termali, efficaci contro lombosciatalgie conseguenti a ernie discali, esiti di traumi, osteoporosi e per chi soffre di malattie infiammatorie sistemiche, come la gotta o l’artrite reumatoide; fanghi, ideali per il mal di schiena da artrosi; massoterapia e rieducazione attiva in piscina termale, con risultati importanti sul dolore e sulla ripresa funzionale delle articolazioni malate.

Le azioni che esercita il fango a contatto con il corpo sono molteplici:

1. termoterapica: il calore (il fango viene applicato a 47-50°C) favorisce la vasodilatazione e quindi una migliore circolazione sanguigna in tutto il corpo, facilitando l’assorbimento degli elementi biochimici presenti nel fango
2. biochimica: azione diretta sulle articolazioni grazie alla presenza dello zolfo e azione antinfiammatoria per mezzo dello iodio e del bromo
3. preventiva: per i soggetti a rischio di malattie reumatiche per età, costituzione (sovrappeso o obesi), stili di vita o professione (attività a rischio di traumi ripetuti o usuranti), località di residenza (climi inclementi, a lungo tempo freddi e/o umidi)
4. antalgica: sia nell’immediato che nel lungo periodo.

«Uno o due cicli annuali di cure termali, a integrazione delle cure tradizionali, apportano vantaggi significativi: riducono l’utilizzo di farmaci e la necessità di fare esami e contribuiscono quindi a un sensibile miglioramento della qualità della vita. Ma un importante aiuto nella prevenzione di queste patologie ci viene dato dal nostro stile di vita: controllare la postura, sedere in modo corretto, evitare tacchi troppo alti, fare ginnastica e stretching sono piccole ma importanti attenzioni», conclude il dottor Boschi.

Il primo ciclo di cure, della durata di 12 giorni, è convenzionato con il S.S.N. Per accedervi è sufficiente avere la ricetta del medico di famiglia, pediatra di base o specialista della A.S.L.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Terme di Sirmione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti