Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Soluzioni

Per la Osvart power yoga contro l'insonnia

di
Pubblicato il: 26-10-2010

Non riusciva più a dormire dopo la fine della sua storia d'amore ma con la scoperta del power yoga, un mix di fitness e meditazione, è riuscita a ritrovare il sonno ristoratore.

Per la Osvart power yoga contro l'insonnia © Rete Sanihelp.it - Soffrire per amore: capita anche alle donne belle e di successo come Andrea Osvart, già co-conduttrice di uno dei tanti Festival di Sanremo targati Pippo Baudo e recentemente vista come protagonista nella miniserie Le ragazze dello swing, nelle vesti di una delle sorelle del trio Lescano. «La fine della mia storia mi ha tolto il sonno per mesi. La perdita dell'amore mi ha provocato un'ansia tale da segnare i miei giorni e le mie notti. Ma soprattutto le mie notti erano diventate un incubo» ha rivelato recentemente in un’intervista alla rivista Ok la salute prima di tutto.

Un malessere che le ha tolto il sonno addirittura per tre mesi durante il 2010, sfiancandola oltre che nel cuore, anche nel fisico. Tanti i tentativi per porre rimedio al problema dell’insonnia: «Cercavo di coccolarmi passando del tempo con le amiche, rallentando i ritmi della mia giornata, persino bevendo due dita di vino alla sera nella speranza di addormentarmi di botto, tornando spesso a casa, in Ungheria, dalla mia famiglia», ha raccontato l’attrice.

Ha provato anche con la melatonina, ottenendo dei miglioramenti del ritmo sonno-veglia che le consentivano di dormire almeno 4-5 ore per notte, ma temendo la dipendenza dalla sostanza ne ha sospeso l’uso. Poi, galeotto fu un viaggio negli Stati Uniti, dove ha scoperto una disciplina ancora poco nota in Italia, il power yoga: «È meditazione ma anche fitness: fa lavorare in modo dinamico tutti i muscoli, li rende elastici con tanto stretching» racconta la Osvart. « Da subito, attraverso la respirazione profonda, ho preso ad ascoltare il mio corpo insieme alla mia anima».

Sedute da 90 minuti al giorno, tutti i giorni, festivi compresi, che continuano ancora: una pratica intensa che ha permesso all’artista ungherese di rilassare il corpo ma anche di stancarlo, permettendole di recuperare, così, il sonno ristoratore e curare anche l’interiorità, come lei stessa ha svelato: «Ho ricucito la connessione tra il mio corpo e la mia anima e sono uscita dal tunnel».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Internet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti