Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Relazione

Coppia: missione convivenza

di
Pubblicato il: 02-11-2010

Che sia un traguardo o soltanto un inizio, la convivenza resta sempre un passo importante e delicato per testare la compatibilità tra i partner e per stabilire un nuovo equilibrio di coppia

Coppia: missione convivenza © Bestnetwork Sanihelp.it - Eliana Monti, fondatrice dell’omonimo club per single, ha stilato una serie di consigli per affrontare al meglio i primi mesi di vita in comune e non trasformarli in un inferno, capace di distruggere l'armonia che si pensava raggiunta.

La prima regola è sicuramente quella di mantenere i propri spazi e non invadere quelli dell’altro, nonostante si condivida lo stesso appartamento. Non bisogna per esempio perdere l’abitudine di bussare prima di aprire una porta ed è necessario fare attenzione agli abiti e alle stoviglie in disordine. 

Secondo la Monti infatti: «Scegliere di andare a convivere non significa rinunciare alla propria privacy. Secondo la mia esperienza, spesso le donne tendono a rovistare tra gli oggetti personali del proprio partner per fare ordine oppure possono eccedere nello shopping e lasciare al partner solo uno spazio minimo per i propri vestiti. È un atteggiamento da tenere sotto controllo se si vogliono evitare inutili discussioni».

Anche gli uomini però vengono richiamati all’ordine: tendono infatti a sovraccaricare la donna di impegni riguardanti le faccende domestiche e la gestione della casa. Suddividere gli impegni e condividere le incombenze è un ulteriore passo per il rafforzamento dell’unione della coppia.

«I compiti riguardanti il rassetto e la gestione della casa non possono gravare solo su uno dei partner, uomo o donna che sia. Il rischio non è soltanto quello di stressare eccessivamente uno dei due, ma anche quello di perdere un’ulteriore occasione di stimolo e di crescita per la coppia. Saper affrontare insieme i piccoli problemi della quotidianità permette di maturare e prepararsi a superare anche ostacoli ben più grandi».

Un altro errore che i neoconviventi commettono è quello di ridurre al minimo il tempo da dedicare alla coppia, rinunciando a vivere in pienezza lo spazio domestico. Può essere, invece, una buona abitudine quella di approfittare della cena per parlare della giornata appena trascorsa o di trasformare i lavori in giardino in un’attività insolita da vivere insieme.

«Molto spesso i partner, oberati dagli impegni di lavoro e costretti a orari diversi, finiscono per incontrasi per pochi minuti, pur vivendo sotto lo stesso tetto. Mi è capitato di incontrare moltissimi single che credevano di aver incontrato l’anima gemella e che poi hanno interrotto la relazione proprio per questo motivo». 

UN consiglio prezioso è quello di provare a dedicarsi del tempo anche fuori dalle mura domestiche. Organizzare una gita fuori porta, fare una passeggiata o andare a cena in qualche bel ristorante può aiutare a migliorare anche il tempo da trascorrere in casa.

«Bisogna trovare l’equilibrio necessario per permettere a ciascuno di mantenere le proprie abitudini, senza invadere lo spazio dell’altro. In questa fase è importante avere un buon dialogo e saper parlare con tatto, di ogni tipo di problema riscontrato».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eliana Monti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti